Sesso tra i rifiuti, Buschini a Raggi: «Basta con i vostri ritardi»

La goccia che ha fatto traboccare il vaso. O forse è meglio dire: la busta che ha fatto traboccare il cassonetto. E’ un’istantanea scattata con un telefonino: ritrae un uomo di colore mentre ha un rapporto intimo con una donna, in pieno giorno e nel centro di Roma. A pochi passi dalla sede del Consiglio Superiore della Magistratura e delle redazioni del Corriere dello Sport e del Sole 24 Ore. Il tetto sono i portici di piazza Indipendenza, il giaciglio sono i sacchetti dei rifiuti. A pubblicare quello scatto è il blog Roma fa schifo ed a rilanciarlo sono stati tutti gli organi d’informazione nazionali più autorevoli. Dal Corriere della Sera all’Huffington Post.

Nell’ufficio dell’assessore regionale all’Ambiente, il papà del nuovo Piano Regionale dei Rifiuti Mauro Buschini ha detto basta. Ha preso carta e penna e lo ha scritto all’assessore alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale.

In quelle righe ha denunciato che nonostante i numerosi sforzi compiuti dalla Regione Lazio per soddisfare ogni richiesta di supporto pervenuta da Roma Capitale e dalla sua società municipalizzata Ama, la gestione dei rifiuti a Roma sembra precipitare verso la crisi.

Ha ricordato all’assessora Giuseppina Montanari ed alla sindaca Virginia Raggi che ancora oggi le province del Lazio continuano a farsi carico dei rifiuti di Roma Capitale. E che non si vedono né segnali di miglioramento né progetti per invertire la tendenza.

Buschini mette in luce che il nuovo Piano Regionale dei Rifiuti tarda a partire per i ritardi di Roma. Perché quel piano sta ancora aspettando le decisioni che competono alla Capitale. E che sono di sua esclusiva responsabilità. Ma ancora non adotta.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright