Si fa presto a dire centrodestra

FOTO © IMAGOECONOMICA / LIVIO ANTICOLI

Silvio Berlusconi, in una lettera ufficiale, ribadisce che Forza Italia sta saldamente nella coalizione e parla di interpretazioni giornalistiche improprie (come ai tempi dell’Altra Italia?). Ma sui territori, in primis in Ciociaria, si scopre che il centrodestra è perlomeno conflittuale e che gli alleati vorrebbero “spolpare” gli azzurri.

Forza Italia sta nel centrodestra. Saldamente. Silvio Berlusconi, il fondatore e monarca assoluto, lo ha voluto ribadire nero su bianco. Scrivendolo in una nota ufficiale. Così: “Di fronte ad una serie di interpretazioni giornalistiche improprie che si ripetono in questi giorni, sono costretto a richiamare ancora una volta concetti che ho espresso in decine di occasioni pubbliche, interviste, dichiarazioni. Il senso di responsabilità istituzionale dimostrato da Forza Italia di fronte all’emergenza CoViD-19 non ha nulla a che fare con valutazioni di politica interna, non prelude ad alcun cambiamento di maggioranza né tanto meno ad alcun “soccorso” parlamentare al centro-sinistra”.

Giuseppe Conte

In realtà le interpretazioni giornalistiche non erano (e non sono) affatto improprie, considerando che i contatti con l’entourage del presidente del consiglio Giuseppe Conte ci sono stati e ci sono.

D’altronde Forza Italia smentì anche il progetto dell’Altra Italia a poche da quella che doveva essere la presentazione ufficiale in Ciociaria.

Continua Berlusconi: “Il nostro orizzonte politico  è e rimarrà l’alleanza di centro-destra, una coalizione che in Italia esiste perché è stata fondata e resa possibile da noi, con la mia discesa in campo nel 1994. E’ un’alleanza basata su un progetto comune e sulla lealtà reciproca fra forze politiche differenti, nella quale noi rappresentiamo la componente liberale, cristiana, garantista, europeista, portatrice dei valori culturali e civili sui quali si fonda l’Occidente. Una componente essenziale per un centro-destra credibile in Europa e nel mondo, in grado di vincere e di governare”.

Claudio Fazzone, Antonio Tajani, Gianluca Quadrini

Poi però nelle province, come quella di Frosinone, si scopre che il centrodestra non si riunisce ormai da più di un anno. Che alla Provincia Fratelli d’Italia ha una sorta di tacito accordo con il presidente Antonio Pompeo (Pd). Che Lega e Fratelli d’Italia hanno fatto spesso blocco “contro” Forza Italia. Per non parlare di quello che succede in provincia di Latina.

E per tornare alla Ciociaria, se non ci fosse uno come Gianluca Quadrini che lotta su tutto, Forza Italia saarebbe stata “spolpata”. Nel centrodestra…

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright