Si spegne la Fiamma

Una lista pronta da giorni. Formata da esponenti della Fiamma Tricolore. Con il simbolo di Azione Nazional Popolare, per rispettare i vincoli posti dallo statuto e le linee guida. Poi la rottura. E la cacciata di 6 iscritti. Che ora si candidano nella lista FdI

Il mistero della Fiamma Tricolore. Che fine ha fatto la lista che era stata messa a punto con settimane d’anticipo per le elezioni comunali di Cassino? Il simbolo del Partito guidato dal Segretario Nazionale Attilio Carelli non ci sarà. Eppure il segretario cittadino Michele Vacca aveva tutto pronto.

Fiamma Tricolore è stata vittima di una divisione: un po’ come tutti i protagonisti di questa tornata. (leggi qui Le elezioni dei divorzi)

Una nutrita pattuglia dei suoi candidati si trova nella lista di Fratelli d’Italia, schierati dal coordinatore cittadino Angela Abbatecola. Si tratta di 6 candidati provenienti da Azione Nazional Popolare.

È la lista che era stata messa a punto in due mesi dal Segretario cittadino della Fiamma, Michele Vacca: 22 candidati, 12 donne e 10 uomini. Perché il simbolo Anp e non quello della Fiamma? Perché lo statuto della Fiamma Tricolore non consente di schierarsi con Fratelli d’Italia. Ma le indicazioni di Partito dicono di stare assieme alla Lega. Come uscirne? Con il simbolo di Azione Nazional Popolare: l’aquila littoria, senza il fascio tra gli artigli ma la scritta Casinum.

Una lista diversa da Fiamma Tricolore. Ma composta da suoi iscritti. Tutto risolto? No. La maledizione dei divorzi elettorali in questa tornata ha colpito anche la Fiamma Tricolore: la sera del 23 aprile il segretario cittadino Michele Vacca invia, insieme ad altri 5 iscritti, una comunicazione al segretario regionale Daniele Cervella. Ed una copia per conoscenza al Segretario Nazionale Attilio Carelli. Una mail con la quale comunicano le loro dimissioni dal Partito.

L’indomani dal Regionale arriva l’accettazione delle dimissioni. “Dispiaciuto per la vostra scelta, accolgo le dimissioni: buon proseguimento“. Tanti saluti e buona fortuna a tutti.

Morale della favola: fine della lista. I sei contattano Fratelli d’Italia e confluiscono.

Posso confermare, a nome della Segreteria del Partito, che a Cassino non ci sarà una lista di Fiamma Tricolore – dice Nello Santoroe che nessun nostro iscritto sarà dentro la lista di Fratelli d’Italia. Così come prevede lo statuto“.

Nessun iscritto. Ma sei ex freschi di uscita si.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright