Simone Venier cala il pokerissimo: Matteo cerca la laurea con… Lodo

A Tokyo i due canottieri di Terracina puntano al podio nel 4 di coppia e nel 4 senza. Il tifo del basso Lazio sarà tutto con loro ma anche a Sora gli sportivi trepideranno per il capitano azzurro (quinta partecipazione ai Giochi), sposato da 8 anni con la showgirl e cantante Valeria Altobelli.

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Simone Venier “mette la quinta” come giustamente ha scritto il sito del Coni nella sua scheda. Dopo Atene, Pechino, Londra e Rio, è sbarcato a Tokyo per cercare di coronare una carriera gloriosa e scrivere il suo nome accanto a quello dei grandi dello sport italiano come Pietro Mennea o Valentina Vezzali. A quasi 37 anni (li festeggerà il 26 agosto), un argento conquistato ai Giochi del 2008, è  il veterano e capitano della nazionale di canottaggio che con 9 equipaggi si presenta alle Olimpiadi di Tokyo.

Matteo Lodo ha 26 anni ed affronta la sua seconda olimpiade forte del bronzo portato a casa cinque anni fa. Appassionato di nuoto e pallavolo, è cugino d’arte di un “monumento” come Alessio Sartori che vanta un oro, un argento e un bronzo olimpico da Sydney 2000 a Londra 2012. Entrambi di Terracina e portacolori delle Fiamme Gialle, la provincia di Latina tiferà per loro. E non solo, anche Sora trepiderà: Venier è sposato dal 2013 con la bellissima Valeria Altobelli, showgirl, cantante e già finalista a Miss Mondo 2004.  

NEL NOME DI FILIPPO MONDELLI

Simone Venier

Simone Venier scenderà in acqua nel 4 di coppia venerdì quando in Italia saranno le 4.30 del mattino. Con lui Giacomo Gentili, Andrea Panizza e Luca Rambaldi.

Il canottiere pontino sostituisce lo sfortunato Filippo Mondelli, morto a 26 anni stroncato da un tumore. La barca porterà il nome del compianto atleta e sui remi ci sarà la sua foto. Filippo sarà l’angelo custode dell’equipaggio azzurro. Il timoniere invisibile che da lassù si spera possa guidare il quartetto tricolore verso il podio.

Per Simone, come detto, sarà la quinta olimpiade consecutiva. Come lui solo 21 atleti, mostri sacri delle rispettive specialità. Vanta questo primato anche il frusinate Fabrizio Donato, bronzo a Londra 2012 nel triplo.

L’equipaggio è forte e può addirittura ambire all’oro (l’Olanda principale antagonista). “Sono tranquillo, bisogna rimanere concentrati su quello che dobbiamo fare senza disperdere energie”, ha detto il finanziere di Terracina. La sua esperienza sarà preziosa. Avrà la grande chance di mettere il sigillo ad una carriera formidabile iniziata ad 11 anni grazie alla passione trasmessagli dal papà Silvano, protagonista in azzurro negli anni ’80. Dopo l’argento di Pechino, i podi mondiali ed europei (da ultimo l’oro a Varese 2021), sogna il colpo grosso. E col tifo del figlioletto Gioele e della moglie Valeria avrà una spinta in più. “Ci siamo. La tua quinta Olimpiade. Fateci continuare a sognare. Forza, papà. Sei tutti noi”, ha scritto la showgirl sul suo profilo instagram il giorno della partenza del marito per il Giappone.

MATTEO CERCA LA… LODO

Venier e Lodo

Il finanziere terracinese torna nel 4 senza dopo i successi (oro ai Mondiali ed agli Europei) del 2 senza in coppia con l’inseparabile Giuseppe Vicino.

L’obiettivo è confermare il bronzo di Rio 2018. Insieme a Matteo ci sarà lo stesso Vicino oltre a Matteo Castaldo e Bruno Rosetti. Un quartetto quotato ma il cambio di equipaggio (Abagnale e Di Costanzo sono stati dirottati nel 2 senza) rappresenta un’incognita.

Siamo affiatati, ci giocheremo le nostre chance”, ha detto Lodo che sarà in acqua sabato intorno alle 5.20 ora italiana. Sarà comunque una gara durissima per gli azzurri. Fortissimi gli avversari a partire dalla Gran Bretagna, campione olimpica in carica, e dalla Romania argento iridato in stagione. Ad oggi hanno una marcia in più. Anche il Sudafrica, qualificatosi in extremis, è salito subito sul podio di Coppa del Mondo a Lucerna davanti proprio all’Italia. L’Australia, argento olimpico, è una incognita così come Canada e Usa, mentre merita attenzione la Polonia, campione mondiale un po’ a sorpresa due anni fa.

Matteo cerca la seconda medaglia in altrettante olimpiadi disputate. Sarebbe un bottino a dir poco prestigioso. La… Lodo (scusate il bisticcio di parole) sull’esame di laurea.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright