Crollo Lega, cresce FdI che doppia Forza Italia: lo dice Euromedia

I dati Euromedia hanno paragonato i consensi della scorsa settimana con quelli delle Europee. Precipita la Lega, giù anche Pd e M5S. Sale FdI che doppia Forza Italia e punta ora i grillini

L’ansia da Covid-19 si abbatte sui Partiti al Governo ed anche su quelli che hanno governato. Si chiama ‘malcontento‘. E lo rileva sondaggio Euromedia Research commissionato dall’agenzia Dire, condotto con 2mila interviste telefoniche e via web tra un campione prestratificato.

La gente è preoccupata. Crolla la Lega, calano Pd e Cinquestelle. Continua a salire invece l’unico Partito che non ha governato: Fratelli d’Italia. Il sondaggio dice che ha quasi doppiato Forza Italia ed ha messo nel mirino il Movimento 5 Stelle.

I nuovi numeri

Matteo Salvini Foto © Livio Anticoli / Imagoeconomica

La Lega è al 24,6% e perde 9,7 punti percentuali rispetto alle Europee del 2019.

Scende anche il Partito Democratico che scende al 20,8% perdendo 1,9 punti.

A salire sono i Fratelli d’Italia che raggiungono il 14% e guadagnano 7,5 punti rispetto alle Europee. Hanno quasi doppiato Forza Italia che sta al 7,8%, in calo di un punto percentuale.

Il Movimento 5 Stelle è al 15,4%, in calo di 1,7 punti.

Tra gli altri: +Europa dimezza i consensi è scende all’1,6%, i Verdi perdono lo 0,8 e si attestano all’1,5% dei consensi. Sinistra italiana viene data stabile all’1,8%. Cambiamo di Giovanni Toti è allo 0,8%. Il centrodestra unito totalizza il 47,7%. Il centrosinistra sta al 31,1.

Azione di Carlo Calenda supera Italia Viva di Matteo Renzi, andandosi a collocare primo tra i Partiti nati dopo le elezioni europee del 2019.

Ma a colpire sono gli indecisi: superano il 40%.

Bocciata la Sanità

Coronavirus, tampone e provette Foto © Paolo Lo Debole / Imagoeconomica

La Sanità italiana ha retto all’ondata del Covid-19, il sistema ha scricchiolato in Lombardia ma il peso della pandemia è stato superiore a qualsiasi altra località. In Veneto e nel Lazio ci sono state risposte rapide ed efficaci: il sistema si è adattato alla nuova situazione in poco tempo. Ma la percezione della gente è stata ben diversa.

Addirittura viene bocciata la gestione dell’emergenza coronavirus. Soprattutto al Sud e nelle isole. Promossa solo quella del Nord-Est; alla domanda “Secondo lei la Sanità della sua Regione necessita di un cambio di politica, di gestione e di organizzazione?” il 53,5% ha risposto si’; il 36,2 no.

Gli elettori che piu’ chiedono cambiamento sono quelli del M5S (64,6%); mentre per il 46,4% dei leghisti va bene cosi’. Interessante il dato su base macroregionale. Chiedono un cambiamento il 64,3% degli intervistati al Sud e il 73,3 nelle isole. Solo il 27,3% nel Nord-Est, dove invece il 64,3% si esprime per nessun cambiamento.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright