Il paGGellone di Spal – Frosinone (di G. Giuliani)

Vedi la Spal… e poi vinci… Ciano superstar, la classe di Campbell. Difesa oggi insuperabile. E Chibsah onnipresente.

Giovanni Giuliani

Giornalista malato di calcio e di storie

IL PaGGellone giallazzurro di Spal-Frosinone 0-3

 

SPORTIELLO  6,5

Conclude la seconda gara stagionale senza subire reti. L’ultima volta era accaduto col Bologna alla seconda giornata. Non male… Deve fare una sola parata: una paratona, con la mano di” richiamo”, su Fares nel momento di massimo sforzo dei ferraresi.

Quando non ci arriva lui ci pensano i legni, ben due, a salvarlo.. Una giornata che lo ripaga delle tante amarezze che fin qui aveva dovuto sopportare. Quando serve,  lui c’è.

 

GOLDANIGA 7

Con le buone o con le cattive lui gli avanti ferraresi li tiene a bada. Nel primo tempo sradica il pallone a Petagna con un intervento di una pulizia estrema mentre nella ripresa, quando c’è’ da reggere all’inevitabile pressione dei padroni di casa, lui pensa a badare al sodo e fa capire agli avversari che oggi non si passa. 

 

ARIAUDO 7,5

Gigante. Prova mostruosa lì dietro. Secondo noi il migliore del pacchetto arretrato. E’ dovunque. Puntuale e  attento. Sembra guidare i compagni, sembra  prenderli per mano lì dietro perché questo è un successo che, oltre i punti, vale tanto a livello psicologico.

 

CAPUANO 7

La sua gara fatta di grinta e cuore la si può racchiudere con una istantanea. Quella che lo  vede immolarsi a corpo morto, nel primo tempo, sulla conclusione di Petagna. Insieme ai suoi compagni disputa la miglior gara da inizio stagione. Per compattezza di reparto e per lucidità mentale.

 

ZAMPANO 6

Propizia ancora una volta un gol, questa volta annullato per il tocco e la posizione di Chibsah. La sua e’ una gara di contenimento che assolve in maniera positiva. Il suo contributo in questa giornata di gloria per il Frosinone lui lo da’. Ed e’un buonissimo contributo.

 

CHIBSAH 7,5 

Il primo gol in serie A lo infila con un testata sotto le gambe di Gomis. Gioca una miriade di palloni, qualcuno lo perde pure. Ci mette una mano galeotta sul tiro di Zampano in occasione della rete annullata e si becca un giallo. Li in mezzo, e con una mediana a lungo inferiorità numerica,  lui fa un po’ di tutto, anche di più. E’onnipresente.

 

MAIELLO 6

Il suo è un lavoro difficile visto che la Spal ha un uomo in più in mediana. Ma non si lascia scoraggiare. Cerca di moltiplicare le forze e gli sforzi. Prezioso, comunque, il suo lavoro.

Dal 60esimo GORI, 6  l’ultima mezz’ora serve a contenere gli attacchi disperati dei ragazzi di Semplici. Lui si mette lì a fare da diga e il suo compito lo assolve a pieno. Mirko Gori è una risorsa di questa squadra. 

 

BEGHETTO 6,5

La curiosità attorno alla sua prestazione e’ tanta. Schierato al posto dell’acciaccato Molinaro si ritrova di fronte un cliente che non è certo semplice, Lazzari. E’ovviamente più preoccupato a contenerlo che a spingere. E lui il giocatore di casa lo contiene più  che bene. Se in fase difensiva e inappuntabile.. e’ da ricordare anche una sua sventagliata a cambiare gioco col suo mancino molto caldo.. niente male davvero. 

 

CIANO 8

Tutto Ciano in 64 minuti: assist, gol e quella consapevolezza che in A lui ci può stare che cresce sempre di più. Nel primo tempo da due suoi tocchi arrivano due gol, di cui uno solo buono. Il servizio per Zampano sulla rete annullata e’ poesia pura. L’angolo per la testata vincente di Chibsah e’ di una precisione chirurgica. Il gol dello zero a due suggella una giornata da ricordare sulla via Emilia.

Dal 64 esimo CASSATA 6,5 Entra ad irrobustire il centrocampo e riesce a trovare il tempo anche per l’assist vincente per la terza rete di Pinamonti. Meglio di così…

 

CAMPBELL 7,5

La sua classe la sta facendo vedere gara dopo gara. Gli serviva continuità, ora la sta trovando. La sua percussione che porta al raddoppio di Ciano, come lascia sul posto gli avversari, ci danno l’idea di che giocatore sia e di quali colpi abbia.In un pomeriggio in cui il Frosinone dilaga noi vogliamo sottolineare come nel primo tempo si sia sacrificato per i compagni. Bene così.

 

CIOFANI 6,5

I leaders si vedono anche quando non segnano o non tirano mai in porta. I grandi giocatori si vedono anche per il lavoro che fanno per la squadra. E lui è un maestro in questo. Nella sua gara c’è la sintesi di cosa significhi prodigarsi per i compagni. Un esempio. Chapeau.

Dal minuto 88 PINAMONTI 7 Chissà quante volte lo avrà sognato un pomeriggio del genere. Il suo primo in A, quelle lacrime di una ragazzo di neanche 20 anni con un grande futuro davanti. Saremo retorici, è vero, ma queste cose fanno così bene al mondo del pallone…

 

ALL. LONGO 7

Si prende una rivincita personale. Questa vittoria serve come il pane alla squadra ma anche a lui. Alla viglia aveva detto  che gli  sarebbe bastata una vittoria anche sporca. Mai, forse, avrebbe immaginato una giornata così.

Il suo Frosinone oggi dimostra di essere una squadra. Lo dimostra al cospetto di quella che è stata ribattezzata come la vera sorpresa di questo inizio stagione. Va anche detto che il Frosinone, quando vede la Spal, si trasforma.

Ah, se si potesse giocare sempre con gli estensi….ora però bisogna rimanere concentrati sulla via Emilia.. perché la partita  più importante è sempre quella successiva.

Questione di mentalità. 

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright