Spallata leghista a Ottaviani: Cedrone si dimette, entra Fagiolo

Foto: © Teleuniverso, Roberto Vettese

Dimissioni tattiche in consiglio comunale a Frosinone. Il leghista Cedrone lascia il Consiglio. Al suo posto entra il coordinatore comunale Mimmo Fagiolo. Che ha un conto in sospeso con il sindaco

La spallata a Nicola Ottaviani è arrivata dal suo Partito: dalla Lega e dal suo coordinatore cittadino Mimmo Fagiolo. Proprio quello che il sindaco non voleva in Consiglio Comunale. E per impedirlo era arrivato a congelare il rimpasto: perché la girandola di assessori avrebbe visto la nomina ad Enrico Cedrone, le sue dimissioni dal Consiglio così come prevede lo Statuto, l’ingresso in Aula del primo dei non eletti. E cioè Mimmo Fagiolo.

La spallata ha la forma di una lettera lunga poche righe: quella con cui Enrico Cedrone si è dimesso da Consigliere pur non essendo stato nominato assessore. È andato via comunque. Lasciando lo scranno a Mimmo Fagiolo.

Nella lettera di dimissioni da consigliere comunale si parla di “motivi strettamente personali, legati al lavoro“.

In realtà è un pretesto. Già nei mesi scorsi Cedrone e Fagiolo avevano concordato che se Nicola Ottaviani non avesse proceduto al rimpasto ci sarebbe stata la spallata.

«Non c’è nulla da commentare – dice sarcastico il neo consigliere comunale Mimmo FagioloEnrico era oberato dal lavoro connesso al suo ruolo di vice coordinatore provinciale della Lega, ha ritenuto opportuno rinunciare all’incarico consiliare».

Cosa cambia per Nicola Ottaviani? «Nulla. Aveva il voto di Cedrone prima, avrà il mio adesso».

Il sindaco non impazziva all’idea… «Non me l’ha mai detto, sinceramente».

Fagiolo ha un conto politico in sospeso con il sindaco. Quando si sono misurati alle elezioni Provinciali. Ottaviani ha mostrato i muscoli ed eletto a piazza Gramsci il suo candidato. lasciando fuori quello di Fagiolo. L’aula consiliare di Frosinone ora potrebbe diventare il terreno per tanta sana dialettica leghista.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright