Startup, il Lazio secondo solo alla Lombardia

Nel Lazio il numero di startup innovative è cresciuto molto più della media nazionale. La regione è seconda solo alla Lombardia. Ora si punta al 2027

 Nel Lazio oggi ci sono 1.737 startup innovative, pari al 12.1% del totale nazionale. Un dato che colloca la regione al secondo posto in Italia dopo la Lombardia per numero di startup innovative.

Negli ultimi 5 anni, il numero delle nuove aziende orientate allo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico, è cresciuto del 157%. Molto più della media italiana che è solo del +109%.

Non solo. Il Lazio è la prima Regione italiana per innovazione: lo certifica l’European Regional Competitiveness index della Commissione europea.

Dialogo tra Università ed Impresa

Il Lazio ha raggiunto questo risultato attraverso l‘utilizzo virtuoso delle risorse europee 2014-2020. Sono state impiegate per favorire il dialogo tra l’università e l’impresa. In questo modo sono state create opportunità per chi ha idee, agli startupper, ai ricercatori.

La Regione ha destinato 80 milioni di euro per il capitale di rischio, in questo modo ha finanziato 170 progetti di impresa e ricerca, aiutandoli a diventare realtà.

Startup, obiettivo 2027

L’obiettivo ora è il 2027. A dirlo è stato oggi il governatore Nicola Zingaretti. Spiegando che «È con questo ecosistema, sempre più vitale, con le università, con le realtà istituzionali e partner finanziari e industriali che dobbiamo scrivere la storia dei prossimi anni. Una storia che sia in sintonia con gli obiettivi del Pnrr e della nuova programmazione 2021-2027».

Ora si tratta di fare «un salto nel futuro. – ha concluso – Ricerca e innovazione sono tra le priorità a cui destiniamo i grandi investimenti a disposizione in questa fase storica. Una fondamentale missione comune per realizzare un nuovo modello di sviluppo, nel segno della sostenibilità e della produzione di benessere».

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright