Stessa Lega, due posizioni: a Cassino nuova rottura

Stesso Partito, stesso Gruppo consiliare, stessa carta intestata per due lettere. Che dicono l'esatto opposto. Una contesta le recenti nomine della Lega a Cassino. E l'altra invece le appoggia

Alberto Simone

Il quarto potere logora chi lo ha dato per morto

Tornano a dividersi. Separati in casa: sotto lo stesso tetto politico ma ognuno con una posizione differente. Il capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Cassino Franco Evangelista ed il consigliere Michelina Bevilacqua lo fanno il giorno dopo la lettera scritta al coordinatore regionale della Lega Claudio Durigon ed al coordinatore provinciale Nicola Ottaviani per contestare la nomina di Alessio Ranaldi a coordinatore del Circolo di Cassino.

Due lettere, due posizioni

Franco Evangelista e Michelina Bevilacqua

Entrambi prendono carta e penna e tornano a scrivere, ma i destinatari sono diversi. I contenuti all’opposto. In che senso? Franco Evangelista si rivolge a Paola Carnevale, coordinatrice centro sud Frosinone e responsabile dipartimento Attività Produttive Lazio; le scrive per gettare altra benzina sul fuoco, rivendicando con fermezza la sua contrarietà alla nomina di Alessio Ranaldi.

Invece Michelina Bevilacqua indirizza invece il suo scritto agli organi di stampa e getta acqua sul fuoco delle polemiche dei giorni precedenti, spiegando che i panni sporchi si lavano in famiglia e si dice anzi contenta della nomina che anche lei ha ricevuto, tanto da mostrare orgogliosa la sua foto con Claudio Durigon. (Leggi qui La Lega se ne infischia dell’ultimatum: Ranaldi coordinatore).

Il fuoco di Evangelista

Le due lettere sono esemplari della confusione che regna nella Lega di Cassino. Un esempio? Evangelista nella lettera a Paola Carnevale scrive: “avrai certamente avuto modo di notarlo anche tu, che quanto accaduto è in contrasto palese con due fattori del tutto evidenti. Il primo è legato al metodo: nomine venute senza coinvolgere il territorio. Ma questo aspetto sarebbe stato anche superabile se non fosse stata calpestata la dignità di tutti coloro che, candidandosi con la Lega alle ultime elezioni amministrative, peraltro con il tuo personale coordinamento, ci hanno “messo la faccia” di fronte ai cittadini di Cassino”.

Questa è sola la premessa, poi Evangelista va al cuore del problema: “Quello che maggiormente è inaccettabile è che si possa pensare alla ripartizione delle poltrone, sebbene in alcuni casi solo per appuntare un distintivo sul petto di non eletti o sconfitti della politica. Sono questi gli atteggiamenti che allontanano la popolazione dalla politica e dai politici. Da parte mia, ti garantisco che non sono disposto a farmi travolgere da questa pantomima del gioco dei Quattro Cantoni”.

Poi la conclusione, dove dice di essere comunque aperto al dialogo. Ma il fatto politico è che Evangelista continua la sua contrapposizione contro le scelte dei vertici della Lega e non intende arretrare.

L’acqua di Michelina

Resta però solo nella sua battaglia perchè nelle stesse ore in cui lui scrive a Paola Carnevale, Michelina Bevilacqua si premura di trovare una bella foto nella quale è ritratta insieme a Claudio Durigon per inviarla alla stampa insieme ad un comunicato. Nel quale, tra le altre cose, scrive: “Mi dissocio dalle comunicazioni veicolate all’esterno di quelle che dovevano rimanere riflessioni pacate nella normale dialettica interna al Partito. E mi dissocio da coloro che, diffondendo sugli organi di stampa informazioni tese a provocare inutili tensioni, si pongono in una condizione di ostilità verso il coordinatore provinciale Nicola Ottaviani, i parlamentari Francesca Gerardi, Gianfranco Rufa e Francesco Zicchieri che ringrazio per il prestigioso incarico assegnatomi, quale responsabile del Dipartimento provinciale Attività produttive della Lega” .

Imma Altrui

Le due comunicazioni sono ossimoriche, per usare un eufemismo.

In quanto a coerenza vince invece Imma Altrui. Lei è stata la prima ad essere calata in una posizione chiave nel Partito pur non essendo una militante della Lega. Plaude alla nomina di Ranaldi. Dice: “Benvenuto al nuovo coordinatore cittadino della Lega Alessio Ranaldi e congratulazioni per gli incarichi ricevuti nella Lega provinciale ai cassinati Paola Carnevale, Michelina Bevilacqua, Franco Evangelista e Gianni Valente. Ora mettiamoci al lavoro tutti insieme per fare grande questo Partito e prepararci alle prossime tornate elettorali. Ma soprattutto per farci trovare pronti e capaci di governare la nostra amata Città”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright