Suona il “pianista” Mulattieri: Frosinone pronto a cambiare spartito

L’arrivo dell’attaccante ex Inter e Crotone consentirà a Grosso di avere nuove soluzioni in attacco. Il tecnico sta studiando la maniera di farlo convivere con il bomber Moro. Non è escluso in alcune gare un cambio di modulo (dal 4-3-3 al 4-3-1-2). L’azzurrino ha tra le qualità principali la duttilità, avendo giocato in tutte le posizioni del reparto avanzato

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Il Frosinone si è regalato un giocatore più importante di quanto si possa pensare. Non solo un attaccante di grande prospettiva sul quale il club è pronto ad investire considerando la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Ma Samuele Mulattieri, ufficializzato nelle ultime ore dal Frosinone, può diventare una sorta di ago della bilancia e dare nuove soluzioni al reparto avanzato.

Ovvero con l’ex interista in campo il tecnico Fabio Grosso avrà l’occasione in alcune partite di ridisegnare l’assetto tattico della squadra. Ciò grazie alla duttilità di un ragazzo che ha iniziato da esterno offensivo per poi giostrare indistintamente da seconda punta, centravanti o “falso nove”.

Insomma il 4-3-3 potrebbe lasciare posto ad un altro modulo.

Moro e Mulattieri non sono alternative

Luca Moro

È chiaro che sarebbe uno spreco pensare che Mulattieri possa essere solo l’alternativa a Moro. E viceversa. Si tratta infatti di 2 attaccanti giovani e forti, entrambi nazionali Under 21, che hanno bisogno di giocare. Certo capiterà che uno faccia la panchina all’altro ma probabilmente Grosso sta studiando la soluzione migliore per farli convivere.

Senza voler cambiare assetto l’allenatore potrebbe schierare Mulattieri da punta esterna: in carriera ha giocato in questo ruolo 27 volte (17 a destra e 10 a sinistra) firmando 6 reti e 4 assist. Così il tridente vedrebbe da destra a sinistra Mulattieri, Moro e Caso. Ma è pur vero che ultimamente il neo giallazzurro ha giocato più che altro da centravanti o da seconda punta.

Il cambio di modulo

Samuele Mulattieri con la maglia della Nazionale

Grosso potrebbe modificare il sistema di gioco per consentire a Moro e Mulattieri di giocare insieme. Si passerebbe dal 4-3-3 al 4-3-1-2.

In pratica Mulattieri e Moro farebbero coppia. L’ex Crotone agirebbe più da seconda punta (con la Primavera dell’Inter ha segnato 12 reti in 18 partite) con Moro centravanti. Alle loro spalle come trequartista uno tra Ciano e Caso: ruolo che hanno già ricoperto e che si addice per qualità tecniche sia al fantasista di Marcianise che all’ex Genoa.

Giuseppe Caso

Ma ci sarebbe anche un’altra soluzione: il 4-2-3-1 ma in questo caso i cambiamenti riguarderebbero anche il centrocampo. Infatti Grosso dovrebbe schierare 2 mediani (Boloca ed 1 tra Lulic, Rohden e Kujabi) alle spalle della batteria di trequartisti formata appunto da Mulattieri (ha giocato da mezzapunta 35 volte con 15 gol), Ciano e Caso. Moro fungerebbe da terminale offensivo.

Più difficile invece pensare ad oggi ad un 3-5-2 ma con il mercato ancora aperto e l’arrivo probabile di un esterno (Vignali) e di un altro difensore (Capradrossi) le carte in tavola potrebbero cambiare.

Un attaccante multitasking

Fabio Grosso

Il tecnico giallazzurro quindi è pronto a sfruttare la versatilità di Mulattieri. Una qualità importantissima per un attaccante moderno.

Alto 183 centimetri, Samuele ha cambiato tanto il modo di giocare nella sua breve carriera. Nato come esterno d’attacco con il passare delle stagioni e i cambi di squadra, ha accentrato la propria posizione. Ed ha agito indistintamente da seconda e prima punta e da “falso nove”. Ma ha avuto esperienze anche da trequartista.

Mulattieri riesce a coprire tutti i ruoli dell’attacco grazie ad una grandissima tecnica di base, ad un ottimo dribbling nello stretto e una facilità di tiro con entrambi i piedi. Pur non essendo velocissimo, è molto abile con la palla al piede e in progressione. In Olanda (32 gare e 19 gol con Fc Volendam), oltre ad imparare a suonare il pianoforte, è cresciuto affinando il fiuto per il gol e aumentando la personalità.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright