Superstrada per il mare, la riapertura slitta

Slitta la riapertura della Frosinone - Mare. Non si riuscirà a terminare i lavori per l'estate. Possibile ricorso alle vie alternative. Ma c'è il rischio di stop anche lì.

L’Anas ha scherzato. La Frosinone-Mare non verrà riaperta. La fine dei lavori non avverrà entro questa settimana, a differenza di quanto aveva annunciato l’azienda. «Sulla strada statale 699 “dell’Abbazia di Fossanova” – fa sapere l’Anas – sono temporaneamente sospesi i lavori al viadotto “Anxur”. La causa dovuta a sopravvenuti problemi tecnico-amministrativi in fase di esecuzione. Richiedono un allungamento dei tempi di completamento dell’intervento previsto».

Spiega il quotidiano Latina Oggi che per salvare l’ estate, l’Anas sta cercando di predisporre «una soluzione tecnica che consenta di riaprire provvisoriamente al traffico leggero automobilistico». Tempi e modi saranno definiti, in maniera dettagliata, in un incontro che si terrà in Prefettura.

Già nel mese di marzo, quando si capì che i lavori non sarebbero terminati, l’ Azienda che gestisce le strade statali, aveva definito quel 24 maggio solo come un termine orientativo e sufficientemente largo.

Nelle scorse settimane il cantiere aveva riaperto. Il movimento di operai e mezzi nei pressi del viadotto aveva fatto ben sperare. Ora la doccia fredda.

La sensazione è che entro l’estate non si riusciranno a concludere gli interventi, dunque ci si muove per salvare il salvabile garantendo comunque, in via provvisoria e solo per i veicoli al di sotto di un certo peso, la ripresa del traffico.

Il problema potrebbe solo essere scansato. Se Anas da parte sua vuole tutelarsi mettendo un limite al peso dei veicoli, non da meno dovranno fare gli enti che gestiscono le strade alternative, per lo più Migliare e strade provinciali, che non se la passano meglio e sono state già pesantemente ridimensionate.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright