I titoli dei giornali di mercoledì 27 giugno 2018

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina mercoledì 27 Giugno 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina mercoledì 27 Giugno 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

*

*

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

Il Frosinone cambia pelle

Serie A La società canarina si prepara a sostituire buona parte della rosa della squadra delle ultime stagioni. La Corte sportiva d’Appello ha respinto il ricorso del Palermo, confermando di nuovo il risultato del campo.

SINOSSI
In vista del nuovo campionato di serie A, il Frosinone ha deciso di cambiare… pelle. Come sottolineato dal responsabile dell’area tecnica canarina Ernesto Salvini, saranno molti i giocatori dell’attuale rosa destinati a cambiare maglia.

 

Forza Italia: Rivoluzione dietro l’angolo

Silvio Berlusconi intende imprimere una svolta. Scenari e riflessi locali.

De Angelis con Zingaretti. Addio a Orfini.

Il governatore verso la segreteria nazionale. Cambiano gli equilibri.

 

Il dissesto passa, i veleni restano

Cassino. Reazioni al voto che consegna il crac alla città. Il sindaco ripercorre le tappe: i debiti hanno nome e cognome. Per la maggioranza era inevitabile ma il Pd condanna aspramente la scelta e mette in guardia sulle conseguenze.

 

Nocione, l’allerta degli ambientalisti

Lunedì mattina sono iniziate le operazioni con le ruspe. I residenti in lacrime aspettano finalmente la risposta. Avella e Grossi chiedono che la zona degli scavi venga messa in sicurezza: «Potrebbero esserci polveri».

 

Dai domiciliari torna in carcere

Arrestato boss della Camorra. L’uomo si trovava a Fiuggi agli arresti domiciliari, ma ieri Egidio Pastella di 39 anni è tornato in carcere per scontare una pena di 4 anni e 4 mesi.

*

 

provincia-2(direttore Dario Facci)

“Preso lo scippatore seriale”

Frosinone. Secondo l’accusa utilizzava lo stesso metodo per tutte le vittime.

SINOSSI
Si era specializzato negli scippi nelle vie centralissime della città. Il tutto nelle ore notturne.A bordo di una utilitaria. Ma alla fine è stato individuato e arrestato al termine di lunghe indagini da parte degli agenti della Squadra Volante. A finire nei guai è stato un trentacinquenne del capoluogo, disoccupato, residente nella parte alta della città

Latitante nella rete dei Carabinieri

Fiuggi. Arrestato Egidio Pastella,39 anni, presunto affiliato agli scissionisti di Marano. L’uomo dovrà scontare una pena di oltre quattro anni.

Dichiarato il dissesto del Comune

Cassino. Dopo un’assise lunga 6 oreil consiglio comunale dichiara il default.

Folla commossa al funerale del senatore Compagnoni

Tantissime persone hanno partecipato alle esequie dello storico Parlamentare del Partito Comunista.

Oltre duecento anni di musica&gt

Alatri. L’avvincente storia della Banda della Città ernica.

 

Respinto il ricorso del Palermo. Salvini annuncia una rivoluzione

Serie A. Nell’imminente mercato si prevedono cambiamenti radicali.

*

 


(direttore Stefano Di Scanno)

Bancarotta senza vergogna

Il Pd parla delle malefatte dell’amministrazione, mentre D’Alessandro punta l’indice contro Petrarcone e fa l’elenco dei “suoi” debiti. Intanto il ruolo della Lega passa dal progetto sicurezza.

Nocione a cielo aperto

Dopo lo scavo di lunedì, “montagne” di rifiuti e pozze di liquami non sono state coperte. L’ira di Fare Verde. Bisognerà attendere che l’Arpa Lazio analizzi i campioni prelevati per scoprire il livello di inquinamento.

 

Scippi con la Panda.

Arrestato un 35enne a Frosinone.

 

Zingaretti lancia la sua sfida di governo fondata sui territori

Davanti a duecento sindaci, fra i quali molti della provincia di Frosinone, il presidente della Regione Lazio ha annunciato un progetto di governo che parta dalla partecipazione e dai territori.

Forza Italia, Pd e gli incastri dell’ultimo potere

Dalla nuova governance del Cosilam, alla segreteria regionale del Pd, fino agli assetti interni al centrodestra del prossimo anno.

 

Frosinone, molti cambiamenti in rosa

Il direttore dell’area tecnica Salvini annuncia: «Dolorosi ma necessari»

*

 

Messaggero K2(direttore Luciano D’Arpino)

«No al Palermo, Frosinone in A»

La Corte sportiva d’Appello ha respinto il ricorso dei siciliani che chiedevano il successo a tavolino della finale di ritorno vinta dai giallazzurri 2-0. Da oggi la società penserà al mercato

SINOSSI

La Corte Sportiva d’Appello Nazionale ha respinto il ricorso del Palermo (rinviata, invece, la discussione di quello del Frosinone) che chiedeva il ribaltamento del risultato della finale di ritorno playoff, vinta dal Frosinone 2-0. I giudici, dinanzi ai quali ieri pomeriggio sono intervenuti anche i due presidenti, Maurizio Stirpe per il Frosinone e Giovanni Giammarva per il Palermo, però, hanno confermato quanto già deliberato il 19 giugno dal giudice sportivo. Il Frosinone è in Serie A

 

Anche un ciociaro tra i sei poliziotti arrestati a Roma

Ordinanza di custodia emessa anche per Angelo Nalci, 45 anni di Ferentino

 

«Scalo: stop allo smog e agli ingorghi, fiume da valorizzare»

Frosinone. Il Comitato di zona chiede ai consiglieri di opposizione di portare le proposte in aula. Richiesta subito accolta

 

Delitto Mollicone, indagini in Polonia

I carabinieri hanno ascoltato due donne che nel 2001 lavoravano in zona e che potrebbero fornire elementi utili. La procura conta di chiudere il cerchio entro il 1° ottobre. Si cercano i complici degli indagati. Il padre di Serena è fiducioso

 

Dissesto, revocati quattro contratti

Interrotto il rapporto di lavoro con dipendenti con incarico di fiducia del sindaco, risparmio annuo di circa 200mila euro. Lo scontro tra maggioranza e opposizione, il sindaco: i debiti hanno un nome e un cognome. Il Pd: denunceremo le malefatte

 

Frosinone, ora il mercato

La Corte d’appello nazionale ha respinto il ricorso del Palermo confermando così la decisione assunta dal giudice sportivo. Da oggi il club al lavoro sui rinforzi per il prossimo torneo di Serie A che scatterà il 19 agosto. Il 12 l’esordio in Coppa

*

 

 

Latina Oggi K2(direttore Alessandro Panigutti)

Ricchi coi migranti

Latina. Sei persone arrestate per la gestione dei centri di accoglienza straordinaria tra Fondi, Lenola e Monte San Biagio.

Ecco il Commissario>

Spigno Saturnia, il commissario è Monica Perna.

Morti nel bus, condanna confermata

Nel 2012 Il pullman finì in una scarpata mentre trasportava i volontari dell’Anc di Aprilia al raduno nazionale di Jesolo. La Cassazione ha reso definitiva la pena detentiva di 7 anni e 7 mesi per l’autista Lorenzo Ottaviani

*

 

Il Tempo K2(direttore Gianmarco Chiocci)

Aboliamo i municipi di Roma

Nessuno vota e non servono. Ogni anno il Campidoglio paga 8 milioni di stipendi per la mini casta.Solo 2 elettori su 10 alle urne. Pure i presidenti li considerano inutili.

Così la onlus rubava sui pasti ai profughi>

nchiesta choc a Latina. E intanto Salvini vince la guerra sulla nave Lifeline: i migranti verranno ripartiti fra più stati europei.

*

 

il-giornale (direttore Alessandro Sallusti)

Poveri noi>

Cinque milioni di indigenti e Di Maio pensa a regalare internet. Immigrati, colloquio segreto Conte-Macron.

Sei poliziotti in manette:erano a libro paga dei boss

Roma. Poliziotti coraggiosi, irreprensibili, sempre in prima linea. Ma la divisa di sei agenti, in servizio nella Capitale, non era poi così pulita. Ieri i carabinieri li hanno arrestati: favorivano un boss.

*

 

(direttore Maurizio Belpietro)

Finisce l’era dei tassisti del mare

Malta cede e apre il porto alla Lifeline: l’equipaggio sarà inquisito e i profughi smistati in altri Paesi europei. L’Aquarius costretta a rifornirsi a Marsiglia. Così per le Ong sarà più difficile trasportare qui gente che poi resta povera e ci impoverisce: parola di Istat.

 

«Il Pd non può più cambiare»>

Rifolchi: «È diventato una specie di Partito radicale. Al tramonto pure Fi»

 

*

 

(direttore Claudio Cerasa)

Contro i sicari del diritto d’autore

Non si può essere indifferenti di fronte a un vicepremier che rinuncia a difendere i produttori di contenuti e che sogna di addentare la democrazia a colpi di maoismo digitale. La nuova pericolosa battaglia di Luigi Di Maio è un altro colpo all’Europa.

Una vittoria di Trump

La Corte suprema conferma il contestato “travel ban”, decreto non discriminatorio né autoritario.

*
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright