«Signor ministro, una tessera Pd per lei a Frosinone c’è sempre»

 

CORRADO TRENTO
Ciociaria Editoriale Oggi

 

 

«Se solo avessi immaginato il disappunto provocato al ministro Calenda per non averlo invitato a tesserarsi nel Partito Democratico di Frosinone, certamente mi sarei attivato molto prima. Invitandolo ad iscriversi al nostro circolo». Usa l’ironia Norberto Venturi, segretario del circolo frusinate del Partito Democratico. Il quale, intervistato su Radio 24 da Giovanni Minoli, ha risposto in questo modo alla domanda della sua mancata iscrizione al Pd: «No guardi, però le racconto una cosa divertente. Lo dissi un po’ di tempo fa: “mi farebbe piacere partecipare ad un progetto plurale, iscrivermi al Pd”. Non m’ha chiamato manco il segretario di Frosinone».

 

Nota Norberto Venturi. «Debbo dire che la presa di posizione dell’onorevole Nazzareno Pilozzi (che ringrazio) lascia pochi spazi a ulteriori considerazioni. Ad ogni modo invito immediatamente il ministro Carlo Calenda ad iscriversi al circolo del Pd di Frosinone. Sperando di dargli l’opportunità di conoscere meglio tutta la città e l’intero territorio, magari partecipando pure al congresso del circolo Democrat del capoluogo».

Aggiunge Venturi: «Perché conoscere non serve soltanto per deliberare (come insegnava Luigi Einaudi), ma anche e soprattutto per giudicare».

Fin qui Norberto Venturi. Vale la pena di sottolineare che l’immediata levata di scudi dell’onorevole Nazzareno Pilozzi (Pd) ha anche avuto l’effetto di impedire che su questo tema potessero svilupparsi interventi di schieramenti diversi dal centrosinistra. Nazzareno Pilozzi che peraltro non ha rinunciato alla stoccata quando ha sottolineato che «se poi il tema è quello dell’iscrizione al Pd, grazie al sostegno del quale, oggi, il ministro ricopre questo importante incarico, siamo pronti a confrontarci»

§

 

SCARICA DA QUI LA APP PER TUTTI I SERVIZI DI CIOCIARIA OGGI

Ciociaria Oggi

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright