Turriziani candidato? Non come sindaco

Andrea Turriziani non si candiderà a sindaco di Frosinone. Il leader di Area Popolare Alfredo Pallone Lo ha detto ieri sera ai commensali con i quali ha fatto il punto sulla situazione politica provinciale.

Si sono visti da Varlese a Cassino. Saletta appartata, poche persone: a fare gli onori di casa è stato l’avvocato Michele Nardone ormai proconsole a Cassino del coordinatore regionale di Angelino Alfano.

Nello stesso momento, ad un altro tavolino, ognuno all’insaputa dell’altro, si stavano confrontando il presidente della Camera di Commercio di Frosinone Marcello Pigliacelli ed il suo vice nonché presidente nazionale di ConfimpreseItalia Guido D’Amico.

Ironia del destino, entrambi i gruppi hanno parlato di Latina e del peso che avrà negli equilibri su Frosinone. Nei futuri rapporti di forza tra entri camerali (Pigliacelli e D’Amico), nella possibilità di eleggere un deputato (Pallone e Nardone).

Nella saletta in cui si parlava di politica, il cameriere ha portato tagliata alla brace e vino rosso. Per tre persone. Pallone ha spiegato che candidare Andrea Turriziani a Frosinone sarebbe una mossa inutile: nel capoluogo vuolo andare al voto stando in un’alleanza. E Turriziani può essere il capolista. Perché di lì a poco dovrà affrontare le politiche come candidato alla Camera. Insieme a Nardone.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright