Tutti al mare… al mare di Terracina

Terracina è la terza località balneare italiana più ricercata da chi vuole comprare la seconda casa. Senza casinò e senza festival a differenza della capolista Sanremo

Lidano Grassucci

Direttore Responsabile di Fatto a Latina

E al mare? A Terracina! Torna la voglia di Terracina per gli italiani. Una volta mi trovavo in vacanza in Valle D’Aosta, tra le montagne: posti bellissimi. Arriviamo ad un albergo di montagna perfetto, sembrava disegnato.

Il gestore ci chiede i documenti per le registrazioni e legge da dove venivamo. Il suo volto cambia espressione, alza gli occhi: “Da Latina?”. Noi siamo stupiti tutto ci aspettavamo ma non questo: “Dio mio, Terracina, la fettuccia, il mare. Io voglio venire a vivere a Terracina, basta che ste ca… di montagne. Basta, vendo tutto e vengo a vivere a Terracina: il mare, il sole, le strade diritte…

Capii allora che quel che per me era banale per il resto del mondo era eccezionale. Ed io che non sono esotico, andando al mare da piccolo con zia Maria andavo in un posto “strafigo” a mia insaputa.

Terracina e il Sole

Dico questo perché su Il Sole 24 ore è uscita la classifica di casa.it sulle località italiane preferite dal turisti delle seconde case, una fetta di turisti che ora torna di moda. Sono quelli che decidono di comprare una seconda casa e trasferirsi al mare per una parte dell’anno.

La città italiana più gettonata è Sanremo, ma li cantano tutti, hanno i fiori e un poco l’immagine televisiva da oltre mezzo secolo aiuta; poi si gioca e al bel mondo giocare piace. Poi c’è Anzio, vicino Roma, pure loro “aspirarono” ad un casinò senza le fortune di Sanremo. E… al netto dei favori di Giove Anxur, al terzo posto c’è Terracina: senza casinò, senza festival, ma solo con Terracina.

E mi sono gonfiato il petto, ci siamo gonfiati il petto. E quanto costa la casa con vista sul nostro mare?

Dice la ricerca sul Sole che A Terracina, le case costano 2.600 euro al mq per il signorile usato in zone centrali o ben ubicate, che salgono a 3.500 per il nuovo e a 3mila per il medio nuovo. 

Come si legge sul quotidiano economico, l’economia turistica pontina può ripartire, perché se riparte Terracina riparte tutto il litorale.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright