Tutti i candidati minuto per minuto, tra scaramanzie e social

I candidati non sono superstiziosi. Non a Frosinone. Dove nonostante il venerdì 13 hanno presentato quasi tutti la candidatura a sindaco e le liste. Scaramantico in blocco il centrodestra: attenderà sabato.

Il Centrodestra rispetta la scaramanzia e la tradizione, il centrosinistra si porta avanti ed evita lo stress dell’ultima ora. A Frosinone e negli altri Comuni chiamati al voto è iniziata la consegna delle liste con i candidati alle cariche di sindaco e di consigliere comunale per le elezioni del 12 giugno. (Leggi qui i precedenti)

FROSINONE – IL CENTRODESTRA

Riccardo Mastrangeli

Il centrodestra presenta i suoi candidati sabato mattina. È solo una questione di scaramanzia: le sette liste sono pronte. Ed a scanso di ogni malignità sono state rese pubbliche nel pomeriggio con tanto di nomi e simboli allegati.

Sono 7 le liste a sostegno del candidato sindaco Riccardo Mastrangeli. Frosinone è uno dei pochi casi nei quali il centrodestra si presenta unito: ci saranno le liste di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, le civiche Lista Mastrangeli, Lista Ottaviani – prima Frosinone, Frosinone capoluogo, Lista per Frosinone.

La potenza di fuoco è concentrata nelle civiche: è la stessa strategia adottata nel passato da Nicola Ottaviani. Per una forma di coerenza. Perché nella lista di Partito c’è sempre un interlocutore esterno che poi ha diritto di parola: è proprio il Partito; con le civiche invece si sposta l’asse della discussione sull’amministrazione. Nei dieci anni di Ottaviani ha funzionato.

Le liste di Partito
Tagliaferri e Mastrangeli

Riccardo Mastrangeli è stato l’assessore alle Finanze nei due mandati Ottaviani. Ha legato il suo nome a tutte le principali operazioni di questi anni: dal Parco Matusa allo stadio Stirpe, dell’acquisto del palazzo Bankitalia per trasformarlo nella sede comunale, dal risanamento dei debiti al progetto di rifacimento urbanistico di tutta la parte bassa della città.

Nella lista della Lega la capolista è l’assessore uscente al Centro Storico Rossella Testa.

In quella di Fratelli d’Italia il coordinatore cittadino Fabio Tagliaferri schiera un pezzo di storia politica di Frosinone: l’ex sindaco Paolo Fanelli, c’è il colpo Christian Bellincampi che cinque anni fa era candidato sindaco del M5S; in lista anche i consiglieri Marco Ferrara e Sergio Crescenzi. C’è stato un ampio rinnovamento che ha portato in lista l’ex sindaco di Torrice Alessia Savo; ma anche il ritorno di nomi identitari che nel frattempo si erano allontanati dalla politica come Fabio Bracaglia.

Forza Italia fa perno sul presidente del Consiglio Comunale Adriano Piacentini che è capolista e sull’assessore Cinzia Fabrizi.

La forza delle Civiche
Mastrangeli con Ottaviani

All’interno delle Civiche ci sono veri campioni delle preferenze. La Lista Ottaviani è il segnale dell’impegno del sindaco uscente: la guida l’assessore Massimiliano Tagliaferri; al suo interno ci sono gli assessori Angelo Retrosi e Valentina Sementilli con i consiglieri Andrea Campioni e Giampiero Fabrizi; tra le file si incontra Filiberto Abate, nome storico del centrodestra frusinate. Invece la Lista Mastrangeli è improntata alla società civile, le professioni, tutte le categorie che rappresentano Frosinone, compresa la comunità islamica che nel capoluogo è una realtà numerosa.

Nella civica Frosinone Capoluogo è confluita l’area che da FdI aveva avuto diverse contrapposizioni con l’attuale gruppo dirigente cittadino. Il nome di spicco è quello dell’assessore Pasquale Cirillo, in lista c’è l’ex vice coordinatore provinciale della Lega Mimmo Fagiolo ed i consiglieri Maria Rosaria Rotondi ed Ombretta Ceccarelli.

La lista per Frosinone è lo storico schieramento che per anni ha avuto come guida il compianto consigliere Gennarino Scaccia; oggi la guida il figlio Antonio Scaccia che per un periodo è stato vicesindaco di Ottaviani.

FROSINONE – CENTROSINISTRA

De Angelis, Fantini e Maggiani

Il centrosinistra ha presentato 6 delle 7 liste che sosterranno la candidatura dell’avvocato Domenico Marzi.

Ad accompagnare la delegazione che oggi ha consegnato la lista del Pd sono stati il presidente del Consorzio Industriale Francesco De Angelis, il Segretario Provinciale Luca Fantini ed il dirigente provinciale Alessandra Maggiani.

Al suo interno sono presenti tutti i big delle preferenze: il capogruppo uscente Angelo Pizzutelli che è da anni il più votato in assoluto nel centrosinistra; il presidente dell’Ordine dei Medici e candidato sindaco cinque anni fa Fabrizio Cristofari, il presidente provinciale della Lega Italiana contro i Tumori Norberto Venturi ed il consigliere uscente Vincenzo Savo.

Frosinone è il primo capoluogo del lazio nel quale Pd e M5S si presentano insieme. Infatti, alle 19 ha espletato le procedure anche la lista del Movimento 5 Stelle. A seguire la formazione delle candidature è stata personalmente il sottosegretario Ilaria Fontana. Nelle sue file c’è anche la componente di Articolo1.

La forza delle civiche

Gianfranco, Stefano ed Angelo Pizzutelli

Consegnata questa mattina anche la Lista Marzi. Nelle sue file si candida l’ex assessore regionale Alessandra Mandarelli, i consiglieri uscenti Carlo Gagliardi e Vittorio Vitali.

Depositata la lista del Polo Civico che in questi anni ha rappresentato una delle colonne del centrodestra a guida Ottaviani. La formazione di Gianfranco Pizzutelli presenta Gli uscenti Deborah Patrizi, l’ex assessore Claudio Caparrelli e l’ex assessore all’Urbanistica Fernando Picchi.

Già consegnata anche la civica Frosinone in Comune che lo scorso anno si prresentava contro il centrosinistra ed elesse Stefano Pizzutelli oggi capolista.

Ha completato l’iter di presentazione anche la lista Piattafoma Civica di Luigi Vacana che ha come capolista l’ex presidente della Provincia Peppe Patrizi.

Resta da depositare la civica dell’ex sindaco Michele Marini.

IACOVISSI E VICANO

Vincenzo Iacovissi (Foto Raffaele Verderese © Imagoeconomica)

Ha consegnato la sua candidatura e la sua lista il vice segretario nazionale del Partito Socialista Vincenzo Iacovissi. Lo ha fatto questa mattina: si candida come sindaco ed a sostenerlo è un listone con esponenti del Partito Socialista, di +Europa, dei movimenti Cambiamento e lista Segneri.

Si candidano i consiglieri uscenti Massimo Calicchia e Gerardina Morelli, il leader de Il Cambiamento Ivano Alteri, di +Europa Ettore Togneri, il Segretario dei giovani socialisti Jacopo Nannini.

Presentata la candidatura a sindaco anche dell’ex direttore generale della Asl Mauro Vicano. Delle tre liste che lo sosterranno è stata depositata quella di Azione che candida il consigliere uscente Alessandra Sardellitti. Domani verranno depositate la lista del sindaco e quella di Udc-Movimento partite Iva.

DAGLI ALTRI COMUNI

Gioacchino Ferdinandi (Foto © Michele Di Lonardo)

Già presentate nel primo pomeriggio di venerdì le liste a Piedimonte San Germano. Con “Piedimonte #Ora” il sindaco uscente Gioacchino Ferdinandi punta alla riconferma ed a governare per altri 5 anni. Se la dovrà vedere con la lista “Io scelgo Piedimonte” capeggiata dallo storico sindaco Mario Riccardi (in carica dal 1990 al 2004) che dopo anni torna sulla scena politica.

A Pofi il sindaco uscente Tommaso Ciccone si presenta alla popolazione con la lista “Pofi di più”; a sfidarlo è il giovane Angelo Mattoccia con la lista “Siamo Pofi”: ci provò anche cinque anni fa e risultò il più giovane candidato sindaco in Italia.

Nel pomeriggio di venerdì anche il sindaco uscente di Campoli Appennino, Pancrazia Di Benedetto, ha presentato in Comune la propria lista.

Situazione in evoluzione nel piccolo comune di San Biagio Saracinisco dove solo alle 12 di sabato si saprà il numero esatto delle liste.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright