Regionali, tempo scaduto: tutti gli uomini dei 6 candidati

Completato il quadro delle candidature per le Regionali del 12 e 13 febbraio. Depositate altre 2 candidature a Governatore che salgono a 6. E le ultime liste. Con qualche brivido dell'ultimo minuto nella civica del presidente Rocca

Tempo scaduto. Chi è dentro partecipa alle elezioni, chi non c’è riprova al prossimo giro. A mezzogiorno è scaduto il termine per la consegna delle candidature alle elezioni dei prossimi 12 e 13 febbraio. Quelle che individueranno il prossimo governatore del Lazio ed il nuovo Consiglio regionale.

Buona parte del lavoro, in provincia di Frosinone era stato già completato nella giornata di venerdì. Oggi sono state consegnate altre 2 candidature a Governatore che si aggiungono alle 4 depositate venerdì. E le liste di Udc, +Europa e la civica del candidato presidente di centrodestra Francesco Rocca. Con qualche brivido finale proprio per quest’ultima: il nome della dottoressa Paola Carnevale è stato sostituito in corsa.

Le liste ora passano al vaglio della Commissione che dovrà confermare la loro conformità alle norme. E dare il via libera definitivo già nelle prossime ore.

Il riepilogo della situazione

Sono in tutto 6 i candidati per la successione a Nicola Zingaretti. Sul filo di lana sono state consegnate le candidature di Fabrizio Pignalberi (Quarto Polo e Insieme per il Lazio) e Sonia Pecorilli (Partito Comunista Italiano).

Il Movimento 5 Stelle ha schierato la giornalista Donatella Bianchi con due liste: M5s e Polo progressista (sinistra italiana – coordinamento 2050); per il centrosinistra Alessio D’Amato l’assessore uscente alla Sanità Alessio D’Amato sostenuto da 7 liste; per il centrodestra è in campo il presidente di Croce Rossa Francesco Rocca sostenuto da 6 liste. Il quarto nome è quello di Rosa Rinaldi per  Unione popolare di Luigi De Magistris. 

Donatella Bianchi

Donatella Bianchi (Foto: Carlo Lannutti © Imagoeconomica)

La candidatura del Movimento 5 Stelle Donatella Bianchi è sostenuta dalla coalizione  composta da due liste: Movimento 5 Stelle e Polo progressista (al cui interno ci sono i candidati di Sinistra Italiana, Coordinamento 2050, Leu, ex Verdi.

MOVIMENTO 5 STELLE
Loreto Marcelli (Foto: Alessia Mastropietro)

I candidati del M5S sono stati selezionati dalle elezioni interne tenute sulla piattaforma SkyVote. Il capolista è il capogruppo uscente in Regione Lazio Loreto Marcelli di Sora; vice presidente delle Commissioni Sanità, Affari Costituzionali, Covid -19, ha preso la guida del Gruppo quando Roberta Lombardi ha lasciato il Consiglio per entrare nella Giunta Zingaretti. Alle spalle di Marcelli c’è l’ex deputata Enrica Segneri di Frosinone: era entrata in rotta di collisione con il M5S sulla norma per le armi all’Ucraina ed aveva votato contro la linea del Partito. E poi aveva annunciato che non si sarebbe ricandidata a Montecitorio.

Al terzo posto c’è Nader Al Katib di Torrice, anche lui attivista dalla prima ora è stato candidato alle primarie per definire il sindaco nel suo Comune. Segue Michela Spaziani di Ferentino: tra le prime ad aderire al movimento di Beppe Grillo,ha iniziato nel 2012 come simpatizzante e addetta alla grafica del gruppo meetup locale. Ha rinunciato alla candidatura l’imprenditore cassinate Massimiliano Evangelista, entra al suo posto al commerciante Domenico Natale anche lui di Cassino. Al sesto posto c’è Stella Andreini di Anagni, attivista dal 2013 è co – organizer del meetup cittadino.

LISTA PROGRESSISTA
Renato De Sanctis

Nella Lista Progressista c’è il consigliere comunale di opposizione Renato De Sanctis leader della lista No Acea. C’è la dottoressa Giuseppina Bonaviri di Frosinone esponente del mondo culturale del capoluogo e già candidata a sindaco di Frosinone. In lista anche Orlando Cervoni di Boville Ernica, storico esponente della sinistra provinciale, il vicesindaco di Fontana Liri Cristiano Grimaldi. Con loro Eleonora Maini di Arce ed Elisabetta Noci di Supino.

Alessio D’Amato

Alessio D’Amato (Foto © AG IchnusaPapers)

L’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato è sostenuto da 7 liste nelle quali figurano le sigle di ben 13 formazioni politiche.

PARTITO DEMOCRATICO
Libero Mazzaroppi, Sara Battisti e Andrea Querqui

La capolista è Sara Battisti, Consigliere regionale uscente e presidente di Commissione, vice Segretario Pd del Lazio, esponente di riferimento della componente maggioritaria Pensare Democratico; è stata la promotrice di diverse leggi sui diritti, in particolare quelli delle donne. Alle sue spalle corre Antonio Pompeo, ex presidente della Provincia di Frosinone ed ex sindaco di Ferentino (si è dimesso appositamente per candidarsi), leader della componete minoritaria Base Riformista.

Il mondo dei sindaci Dem è rappresentato da Libero Mazzaroppi, sindaco di Aquino ed esponente della vasta area che viene dal Partito Socialista, del quale è stato dirigente regionale. Mentre l’area degli amministratori viene sintetizzata nel nome di Andrea Querqui, consigliere comunale di opposizione a Ceccano: viene dall’area che è esterna al Pd e con la quale ha avuto accesi momenti di confronto. Entrambi sono stati indicate dall’area Pensare Democratico.

Antonio Pompeo ha indicato invece Annalisa Paliotta, candidata sindaco nella scorsa tornata a Pontecorvo; ed Alessandra Lalla Cecilia già assessore ad Anagni all’epoca della giunta Bassetta.

LISTA D’AMATO
Il sindaco Claudio Guerriero

La capolista è Jole Falese, attivista dell’Azione Cattolica della quale è stata presidente di sezione e con varie esperienze nel centrosinistra. Alle sue spalle c’è il sindaco di Vico nel Lazio Claudio Guerriero, ristabilitosi dal grave incidente che lo aveva ridotto in fin di vita durante un sopralluogo in un’area di montagna sulla quale aveva presentato un importante progetto regionale.

Seguono, il consigliere comunale di Cervaro Simona Valente ed il consigliere comunale di Sora Luciano Conte. Il consigliere comunale di Aquino Luca Di Ruzza e Monia Ricci di Ferentino.

TERZO POLO CON AZIONE E ITALIA VIVA
Massimiliano Quadrini

Il capolista è il sindaco di Isola del Liri Massimiliano Quadrini, espressione dell’area che fa riferimento ad Azione di Carlo Calenda. Alle sue spalle c’è l’assessore alla Polizia Municipale di Cassino Barbara Alifuoco, anche lei espressione di Azione ma indicata in Giunta dal Pd: per questo ha messo il suo mandato a disposizione del sindaco Enzo Salera. È di Cassino anche Davide Frecentese che da oltre un anno ha abbandonato il progetto della Lega cittadina per avvicinarsi ad una posizione meno populista e più centrista e approdando sulle sponde renziane di Italia Viva..

Il nord della provincia vede in campo la studentessa universitaria del capoluogo Arianna Fratangeli che ha sostituito il consigliere comunale di Arce Bruna Gregori, consigliere comunale di Arce. Per Italia Viva c’è Maurizio Maggi già consigliere comunale di Alatri. E c’è Marilena Venditti di Sora.

DEMOS
Luigi Maccaro

Capolista è l’assessore alla Coesione Sociale di Cassino Luigi Maccaro, seguito dall’ex assessore comunale Maria Grazia Baldanzi di Frosinone. Con loro c’è l’ex sindaco socialista di Ceccano Manuela Maliziola, il vicesindaco di Villa Latina Silvia Tusei l’avvocato che due anni fa subì una violenta aggressione fisica in municipio; ci sono poi il medico Massimo Natalia di Anagni e Bruno Pietrobono di Alatri.

VERDI SINISTRA CON D’AMATO
Vacana con D’Amato e Smeriglio

Nella lista di Verdi – Sinistra c’è l’ex vicepresidente della Provincia Luigi Vacana che è vicesindaco a Gallinaro ed ha un vasto seguito negli ambienti culturali del territorio. C’è l’ex assessore comunale di Sora ai tempi del sindaco De Donatis Stefano Lucarelli. C’è Barbara Papa, responsabile della comunicazione di Acqua Filette e già candidata alle Comunali di Frosinone nella Lista Marzi. Emanuela De Persis è architetto molto conosciuto a Veroli per la sua attività a tutela dell’ambiente. Fabiola Paola Corbi è una docente che fa coppia politica con l’avvocato Maurzio Morelli di Possibile.

PSI – Partito Socialista Italiano
Massimo Calicchia

Il Partito Socialista a Frosinone esprime il Segretario regionale Gian Franco Schietroma ed il vice Segretario nazionale Vincenzo Iacovissi. Puntano ad un risultato di peso: per questo hanno schierato il consigliere comunale di Frosinone Massimo Calicchia figura storica del Partito in Ciociaria; la professoressa Cinzia Barbara Bellone docente universitaria originaria di Fontana Liri; Pietro Bianchini è consigliere comunale di Trevi nel Lazio; Fabio Iannattone è esponente del Psi di Cassino: Gerardina Morelli è un’altra delle figure storiche del Partito Socialista e guida la sezione di Frosinone. Giulia Sicilia e di Patrica e lavora come dipendente comunale a Frosinone.

Ha presentato la lista sabato mattina anche +Europa – Radicali – Volt.

Francesco Rocca

Francesco Rocca (Foto: Carlo Lannutti © Imagoeconomica)

 Il centrodestra ha scelto di candidare alla poltrona di governatore del Lazio l’attuale presidente della Croce Rossa Italiana Francesco Rocca. Il suo nome è sostenuto da sei liste.

FRATELLI D’ITALIA
L’onorevole Ruspandini con i candidati e la lista

Il capolista sarà l’ex presidente del Consiglio Provinciale Daniele Maura, figura di riferimento per l’ala che sta in FdI sin dalla sua costituzione; su di lui c’è la convergenza dell’intera componente storica che fa riferimento all’onorevole Massimo Ruspandini. Con lui ci sarà il vice coordinatore provinciale Gabriele Picano, responsabile regionale per le Aree di Crisi: viene dall’ala della destra rimasta senza riferimento quando il compianto presidente del Consiglio di Stato e già Ministro degli Esteri Franco Frattini lasciò la politica attiva. E l’ex presidente della Provincia Antonello Iannarilli, già assessore e consigliere regionale del Lazio, due volte deputato. Rappresenta l’ala che ha lasciato tra le prime Forza Italia, spostandosi a destra con l’onorevole Alfredo Antoniozzi.

Le tre candidature rosa sono quelle dell’ex sindaco di Torrice Alessia Savo che cinque anni fa sfiorò l’elezione nella lista della Lega dove fu la più votata ma venne superata dalla migliore percentuale registrata a Latina. Con lei in lista c’è l’ex vicesindaco di Pontecorvo Nadia Belli e l’ex capogruppo di Sora Simona Castagna.

LEGA
Ciacciarelli, Ottaviani, Amata e Corsi

Il coordinatore provinciale Nicola Ottaviani ha depositato la lista che vede capolista il consigliere regionale uscente e presidente di Commissione Pasquale Ciacciarelli. Punta al bis ed a centrare un numero di consensi che gli apra le porte della Giunta. La squadra che hanno allestito per sostenerlo è competitiva: al punto che si prevede una sfida interna all’ultima preferenza per stabilire chi prenderà il seggio nel caso in cui dovesse scattare. In lista ci sono il consigliere provinciale (ed ex vicepresidente della Provincia) Andrea Amata, il consigliere di Ceccano Marco Corsi sul cui nome era stato aperto il fuoco di sbarramento (leggi qui: Guerra sul Carroccio nel nome di Corsi). Nella giornata di venerdì Pasquale Bronzi, capogruppo della Lega a Ceccano, in segno di dissenso è passato con FdI e sosterrà Daniele Maura: un’operazione condotta dall’assessore all’Ambiente Riccardo Del Brocco.

La componente femminile è costituita da Francesca Chiappini lady preferenze alle scorse Comunali di Frosinone; (Leggi qui: Francesca Chiappini: «La Lista per Frosinone? Una grande famiglia»). Veronica Di Ruscio, assessore a Sora con il sindaco De Donatis; riproporrà sulla distanza la sfida all’ultimo voto tra Lega e FdI alle Comunali di Sora di un anno fa; Maria Veronica Rossi, che alle scorse europee sfiorò l’elezione ed oggi responsabile provinciale dei Giovani.

FORZA ITALIA
I candidati di Forza Italia

Poco prima delle 20:30 di venerdì è terminata la consegna della lista di Forza Italia, consegnata dal sub coordinatore provinciale Daniele Natalia, sindaco di Anagni. La capolista è la sub coordinatrice provinciale Rossella Chiusaroli, già capogruppo di Forza Italia durante l’amministrazione di centrodestra guidata dal sindaco Carlo Maria D’Alessandro. Alle sue spalle c’è il capogruppo provinciale Gianluca Quadrini che per l’occasione è tornato in Forza Italia, recuperando le lacerazioni di un anno fa con il coordinatore regionale Claudio Fazzone del quale era il vice.

In Forza Italia correrà per la regione anche il sindaco di Roccasecca Peppe Sacco che punta a prendersi la rivincita dopo avere sfiorato la candidatura alla provincia di Frosinone, saltata solo per i veti incrociati di una parte del Pd. Sacco ha già messo in rete i propri social elettorali: il claim della campagna sarà “Noi per la nostra terra” ma soprattutto ci sarà lo slogan che ha accompagnato le due sue elezioni a sindaco: “Io sto con Peppe

In campo anche il consigliere comunale di Patrica Samuel Battaglini, l’avvocato Annalisa Morga di San Donato Valcomino, l’assicuratore Monica Fiore di Monte San Giovanni Campano.

UDC – UNIONE DI CENTRO

In appoggio alla candidatura alla presidenza di Francesco Rocca ci sarà anche l’Udc. In lista l’ex sindaco e attuale consigliere comunale di Pontecorvo Riccardo Roscia. Con lui c’è Luisa Magnante di Veroli insieme al dottor Gino Martino della clinica Villa Serena di Cassino ed Alessandra Saurini di Anagni. Si candida il consigliere comunale di Trivigliano Oreste Quatrana. Completa la lista il nome di Rolando Di Luoffo.

LISTA CIVICA ROCCA PRESIDENTE
Paola Carnevale

Il capolista della civica del candidato presidente Rocca è Anna Jole Arena, funzionario dell’Ispettorato nazionale del Lavoro di Frosinone; ha partecipato alle task force organizzate dal Ministero su 10.000 cantieri, litorale pontino, vendemmia, agro pontino. È stata conciliatore monocratico nelle fasi preventiva e contestuale.

Alle sue spalle c’è un volto noto per il Commercio di Frosinone: si candida infatti Augusto Cestra, presidente di Confartigianato imprese Frosinone.

Segue il nome di Fabio Forte: già sindaco di Arpino e consigliere Provinciale di Frosinone, cinque anni fa sfiorò l’elezione a Montecitorio e cinque anni prima quella alle Regionali. Era stato lui a riorganizzare la Lega e portarla al voto, prima dell’arrivo dell’allora coordinatore Francesco Zicchieri. Poi c’è Marcello Giorgi di Strangolagalli.

Salta all’ultimo momento il nome della commercialista Paola Carnevale di Cassino che per alcuni giorni fu candidata a sindaco della città, rinunciando poi a guidare il centrodestra contro la coalizione di Enzo Salera. A bloccarne la candidatura è stata la clausola interna che era stata decisa da Lega – Fratelli d’Italia e Forza Italia al momento di scrivere le regole di ingaggio. Prevedeva di escludere dalla civica le figure politiche provenienti dai Partiti: un modo per evitare che gli esclusi dai Partiti trovassero rifugio nella civica, indebolendo la loro formazione. Qualcuno l’aveva soprannominata la Clausola Quadrini: doveva servire a sbarrare le porte della lista al consigliere provinciale di Frosinone Gianluca Quadrini una volta scattata l’espulsione dalla Lega. Invece è fatto da tagliola per il nome della dottoressa Carnevale, uscita l’estate scorsa dalla Lega dove era vice coordinatore provinciale.

In quota femminile ci sono Emanuela Gorghini di Supino e l’avvocato Gemma Poppa di Fiumicino.

ROSA RINALDI

Rosa Rinaldi

Oltre ai tre candidati dei blocchi principali punta all’elezione a Governatore del Lazio Rosa Rinaldi. È espressione di Luigi De Magistris e la sua Unione Popolare.

La sostiene Unione popolare che candida l’esponente dei movimenti anti Acea Mario Antonellis che è consigliere comunale a San Donato Val di Comino, Luigi Mingarelli di Ceccano, l’avvocato di Fontana Liri Francesca Giannetti, i frusinati Elisabetta CanitanoFabio Sciatore ed Emanuela Frasca.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright