Un Quadrini meno… Marziale: Lucio lascia il Consiglio

Dopo 25 anni in Consiglio Comunale e 6 elezioni vinte di fila, l'avvocato Lucio Marziale non si candiderà alle prossime elezioni comunali di Isola del Liri. Ma sosterrà dall'esterno l'elezione di Massimiliano Quadrini

In politica ci sta da sempre. Dallo stesso tempo in cui sta controcorrente. Mai convenzionale, né conformista: Lucio Marziale era un giovane liceale che marciava parlando di aborto e divorzio quando i suoi compagni pensavano ancora alle figurine da attaccare sull’album (leggi qui Lucio Marziale, il radicale controcorrente). È stato il contrappeso di sinistra al progetto dell’allora candidato sindaco Vincenzo Quadrini, che in molti giudicavano troppo di destra. E fu vincente.

Ora, dopo oltre 25 anni e 6 elezioni consecutive, ha deciso di dover fare un passo non indietro, ma di lato, e non ripresentare la sua candidatura al Consiglio Comunale di Isola del Liri.

Lo ha annunciato questa mattina. «Sono da sempre uomo di squadra e da sempre convinto che la squadra vada lasciata crescere e vada rafforzata continuamente, poiché nella politica e nell’amministrazione, come nella vita, c’è bisogno sempre di grande e rinnovata energia, fantasia e vitalità».

Così, ha deciso di non candidarsi alle elezioni di maggio. Lo fa «dopo una lunga e meditata riflessione e in pieno accordo con il candidato a sindaco Massimiliano Quadrini. Lascio spazio in lista a nuove presenze, in grado di assicurare ancora un lungo futuro alla compagine amministrativa che si appresta a vincere le prossime elezioni e a continuare il grande lavoro politico portato avanti dal 2000 ad oggi sotto la guida di Vincenzo Quadrini».

Lavorerà da fuori. Perché la politica, e le posizioni controcorrente, non si abbandonano mai.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright