Una fascia da vicesindaco per due: e sono scintille (di F. Ducato)

Si accende la discussione all'interno dello schieramento che viene accreditato come quello che potrebbe arrivare al ballottaggio con Daniele Natalia. Tutta colpa della fascia da vicesindaco. Che ora reclamano in due

Franco Ducato

Conte del Piglio (ma non) in Purezza

Una carica che magari potrà anche sembrare solo onorifica. Più prestigiosa che realmente operativa. Ma che rischia di creare grattacapi nella coalizione “Anagni Terra Nostra” che esprime come candidato a sindaco Daniele Tasca.

Si tratta della carica di vicesindaco. Che rischia di complicare il rapporto tra le liste di una coalizione che, almeno negli ultimi giorni, è accreditata di un discreto appeal elettorale. Tanto che per alcuni potrebbe arrivare a spingersi fino al ballottaggio con la coalizione di Daniele Natalia alle elezioni comunali del 10 di giugno.

 

Tutto sarebbe nato da una gelosia sorta tra due delle cinque liste che compongono la coalizione, marcatamente spostata a destra, soprattutto per la presenza di Casapound.

Tra le altre liste c’è quella di Anagni impresa, eretta sulla figura dell’imprenditore Domenico Beccidelli, riemerso dopo la delusione dell’appoggio a Fausto Bassetta con Progetto Anagni. E qui, a quanto pare, sarebbero emersi i problemi. Perché è proprio tra Casapound ed Anagni Impresa che sarebbe guerra (strisciante ma sempre guerra), per l’affidamento del ruolo di vicesindaco.

 

In caso di vittoria della coalizione, il capofila di Anagni impresa, e cioè Antonio Di Giulio, avrebbe chiesto ed ottenuto di essere nominato vicesindaco.

Una carica che però sembrerebbe già assegnata, dopo un accordo interno, a Valeriano Tasca. Come noto infatti la lista di CasaPound si era a suo tempo candidata da sola, esprimendo la figura appunto di Valeriano Tasca come candidato a sindaco. In seguito c’era stato il passo indietro e l’ingresso in coalizione con Daniele Tasca. Ma era stato chiarito che questo passo indietro sarebbe stato ricompensato con la carica di vicesindaco concessa a Valeriano.

 

Insomma, Valeriano Tasca ed Antonio Di Giulio in corsa per una poltrona. Una situazione che potrebbe creare più di qualche grattacapo se a un certo punto la dialettica interna dovesse superare un limite fisiologico.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright