Una Natale di meraviglie con gli eventi della Regione Lazio

Oltre 500 eventi tra cultura, spettacoli dal vivo, tradizione, natura ed enogastronomia. Con un contributo di 1 milione di euro, finanziati oltre 200 Comuni del Lazio

Il Castello di Santa Severa illuminato con le luci natalizie e riempito di visitatori, ospiti della casa di Babbo Natale o di quella della Befana. Il presepe nello scenario suggestivo delle Grotte di Pastena e di Collepardo, i mercatini allestiti nei parchi, gli eventi organizzati nel Palazzo Rospigliosi di Zagarolo. E poi una lunga serie di iniziative, che toccano tutte le province del Lazio: 500 occasioni per respirare l’atmosfera di Natale, sparse in 213 comuni. Sono i progetti che hanno ottenuto un contributo dalla Regione Lazio che, per gli eventi del periodo natalizio, ha messo a disposizione circa un milione di euro. Quest’anno non solo tradizioni, spettacoli ed enogastronomia, ma anche natura, con le aree protette del Lazio che diventano protagoniste: la “Festa delle meraviglie” accontenta davvero tutti. (qui trovi la mappa aggiornata di tutti gli eventi)

Festa delle meraviglie

Le luci ormai sono accese da tempo, il conto alla rovescia in vista del Natale è iniziato, ma gli appuntamenti del cartellone della Regione Lazio offrono degli spunti fino al 12 di gennaio.  Dai classici mercatini di Natale ai presepi viventi, dai concerti agli spettacoli teatrali, dai laboratori per bambini alle passeggiate nei boschi. Eventi accompagnati dai gusti dei piatti tipici natalizi della cucina laziale. E per brindare le eccellenze enologiche del territorio.

Autenticità e folclore le caratteristiche principali di queste iniziative dedicate a grandi e piccoli, pensate per creare momenti di intrattenimento, valorizzando allo stesso tempo l’immenso patrimonio culturale e paesaggistico della regione. 

Da non perdere il ricco calendario di eventi in programma nelle aree protette di Parchi regionali, Riserve e Monumenti naturali, Parchi nazionali: presepi, mercatini, villaggi di Natale, ma anche passeggiate nella natura, archeotrekking, ciaspolate e birdwatching tra i boschi. E poi il teatro, la danza e la musica allo Spazio Rossellini, nella Rete dell’ATCL e al WeGil. Spazio anche all’enogastronomia con gli eventi di Arsial, Agro Camera e Lazio Innova: tante degustazioni ma anche laboratori, show cooking, percorsi culinari, mercatini e molto altro ospitati in diversi luoghi della Regione tra cui WeGil, Palazzo delle Esposizioni, Fiera di Roma ma anche diversi mercati rionali e in alcuni punti vendita Unicoop Tirreno. 

Un calendario ricchissimo, per scoprirlo basta cliccare su www.visitlazio.com.

Il Natale però è anche solidarietà. La Regione per questo non ha voluto pensare solo all’intrattenimento, ma anche al sostegno delle fasce più deboli della popolazione, quelle che durante le feste sentono ancora di più il peso delle difficoltà con cui convivono ogni giorno. Per questo è stato creato un avviso pubblico dedicato ai Distretti socio-sanitari del Lazio, con un contributo di circa 350 mila euro. Fondi che fino alla fine delle feste permetteranno di distribuire circa 17.500 tra pasti e pacchi alimentari a persone con fragilità sociali nelle mense di tutto il territorio, ma anche in luoghi gestiti dal terzo settore e nelle mense parrocchiali.

Centinia di eventi sostenuti dalla Regione Lazio

Un’importante azione di contrasto alla povertà nel pieno spirito natalizio che restituisca dignità ai meno fortunati. Lo stesso spirito che vuole anche donare un sorriso a chi vive momenti di salute difficile.

Il Natale arriverà anche in diversi ospedali del territorio con rappresentazioni teatrali, concerti di musica classica e cori di canti natalizi, proiezioni di film, presepi, pranzi, galà di beneficenza, mercatini, sfilate e tanto altro. Tra le corsie dei reparti arriveranno anche Babbo Natale e la Befana per consegnare un dono e un sorriso a coloro i quali sono costretti alla degenza durante le festività.

NATALE NEI PARCHI

In programma, inoltre, oltre 90 eventi nelle aree protette in Parchi regionali, Riserve naturali, Monumenti naturali e Parchi nazionali nell’ambito del progetto GiorniVerdi inverno 2019/2020. Anche qui si potrà passeggiare tra i mercatini tradizionali nella Riserva naturale regionale Nazzano Tevere Farfa o nella Riserva della Selva del Lamone e i villaggi di Natale del Parco dei Monti Aurunci e del Parco dei Monti Lucretili.

Assistere a concerti, come quelli in programma nel Parco dei Monti Ausoni e al Lago di Fondi o ai cori gospel nella Riserva naturale dei Monti Navegna e Cervia. Si potranno ammirare presepi artistici immersi nella natura come quello del Parco dell’Antichissima Città di Sutri o addirittura presepi subacquei come quello allestito presso la Grotta del Turco nella Riviera di Ulisse, ma anche fare birdwatching nella Riserva naturale di Posta Fibreno,  in quella di Macchiatonda o nella Riserva Laghi Lungo e Ripasottile, o fare una passeggiata immersi nella natura del Parco di Bracciano e Martignano, della Riserva Tor Caldara o nella Riserva del Lago di Vico.

Natale delle Meraviglie 2019, novanta eventi

Per gli appassionati d’arte e di archeologia si potrà fare una passeggiata tra i tesori del Parco di Veio o nella Riserva naturale di Marturanum. Gli sportivi invece potranno cimentarsi in una ciaspolata tra i sentieri di montagna nella Riserva Naturale della Duchessa, partecipare al tradizionale Winter trail nel Parco dei Simbruini, o a una caccia al tesoro in bicicletta nel Parco dell’Appia Antica.

Inoltre, saranno organizzati tanti laboratori per bambini e ragazzi nelle aree protette gestite dall’Ente RomaNatura e tanto altro ancora. 

CASTELLO DI SANTA SEVERA

Dopo il successo della scorsa edizione che ha visto oltre 20.000 visitatori, anche quest’anno il Castello di Santa Severa ospita il Villaggio del Natale: un’edizione che si preannuncia ancora più magica grazie anche agli allestimenti realizzati da Fondazione Caffeina, vincitrice del bando per il 2019.

Fino al 6 gennaio, un ricco programma per grandi e piccini con spettacoli, animazioni, mercatini, una pista di pattinaggio sul ghiaccio e una vera Fabbrica di cioccolato. Immancabile la Casa di Babbo Natale e, novità di quest’anno, la Casa della Befana. I bambini potranno anche scrivere e inviare la loro letterina direttamente dalla Posta degli Elfi, fare un giro sul Sentiero dei pony e tanto altro ancora.

Il progetto “Feste delle meraviglie al Castello di Santa Severa” è promosso dalla Regione Lazio con la supervisione organizzativa di LAZIOcrea in collaborazione con il Comune di Santa Marinella, MiBACT e Coopculture.  

Eventi ed attrazioni nel lazio per tutto il periodo delle feste

Il Castello di Santa Severa ospiterà inoltre uno spazio dedicato ai Parchi del Lazio. Si comincia con uno spettacolo teatrale in stile Kamishibai (teatro itinerante tradizionale giapponese) per poi proseguire per tutto il periodo delle festività natalizie, secondo un programma che varierà ogni giorno in cui si alterneranno laboratori didattici, spettacoli teatrali, mostre, laboratori di fotografia naturalistica e tanto altro. Guardiaparco e tecnici delle aree protette guideranno i visitatori alla scoperta della biodiversità della nostra regione grazie a reperti naturalistici, microscopi e soprattutto giochi e laboratori creativi.

Ci saranno attività rivolte ai visitatori di tutte le età, dai più piccoli agli adulti. Il tutto all’interno dello splendido Castello di Santa Severa a due passi dall’area archeologica di Pyrgi e dalla Riserva Naturale di Macchiatonda.

PALAZZO ROSPIGLIOSI A ZAGAROLO 

Un Natale da vivere quello di Zagarolo con tante iniziative ospitate nel suggestivo Palazzo Rospigliosi dal 6 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 e organizzate dalla Regione Lazio con Lazio Innova in collaborazione con il Comune di Zagarolo. Mostre, musica, laboratori per bambini, mercatini dell’artigianato, pattinaggio sul ghiaccio, robotica, informatica per bambini e tante altre attività tra innovazione e tradizione.

Un ricco programma di spettacoli ed eventi artistici nel solco del folclore natalizio ma anche di attività formative e workshop per tutte le età sui temi dell’innovazione e della tecnologia. Tra le tante attività organizzate dallo Spazio Attivo LOIC di Lazio Innova c’è il Coding con corsi dedicati ai più piccoli; ci sono poi i Tutorial FabLab per gli adulti; arte e ambiente, invece, si uniscono con il Festival Humor Grafico all’interno della Mostra Biodegradabile “100 autori di fumetto umoristico”.

E ancora spettacolari proiezioni e video mapping immergeranno i visitatori nella realtà virtuale, con giochi di luce e illusioni ottiche; con Zagarolo Sonora si potrà scoprire un nuovo modo di fare musica con il digitale; scie luminose e sistemi particellari saranno protagonisti nello spettacolo di danza XMAS HYPE; ancora, si potrà assistere a un’appassionante sfida di eSport tra affermati Pro Player di Fifa e di Fortnite.

Innovazione e creatività si affiancheranno momenti della tradizione classica del Natale con le attività a cura del Comune di Zagarolo, tra musica, spettacoli e intrattenimento per tutte le età; non mancheranno gli artigiani alimentari e le aziende vinicole di tutto il Lazio che saranno protagonisti con ZAG Foodstuffs, uno show cooking con degustazione, esposizione e vendita dei prodotti del territorio regionale. Infine spazio al cinema, con la proiezione in anteprima assoluta del film Acciarino, ultimo lavoro di Express Production, società incubata presso lo Spazio Attivo LOIC di Zagarolo.

GROTTE DI PASTENA E COLLEPARDO

Imperdibili gli appuntamenti previsti alle Grotte di Pastena. Il 26 dicembre si rinnova l’appuntamento con la 16^ edizione del Presepe Vivente, che vede la compartecipazione del Comune di Pastena. Uno spettacolo unico in uno scenario da sogno tra laghetti, stalattiti e stalagmiti che i visitatori potranno ammirare nel corso della visita guidata apprezzando le bellezze speleologiche e vivendo contemporaneamente la magia del Natale.

Qui gli eventi di Pastena e Collepardo

Lungo il percorso esterno sarà possibile inoltre degustare prodotti enogastronomici e tipici del territorio. Il 28 dicembre, oltre a visitare il Presepe vivente, i bambini potranno fare un incontro speciale con Babbo Natale mentre il 4 gennaio sarà la Befana ad allietare i piccoli visitatori. Il 29 dicembre e il 5 gennaio si potrà assistere a concerti di musiche tradizionali natalizie, figuranti in costume tipico faranno scoprire al pubblico le storia e le tradizioni locali e, ancora, saranno allestiti stand enogastronomici per conoscere e gustare le eccellenze del territorio.

Ultimo appuntamento il 6 gennaio con l’arrivo della Befana nelle Grotte che, girando tra i visitatori, distribuirà dolci ai bambini; per i più grandi, ancora tanti ritrovi enogastronomici.

Anche le Grotte di Collepardo si vestiranno a festa. Il 26, 28 e 29 dicembre e il 4 e 5 gennaio, le Grotte faranno da sfondo a una rappresentazione storica della Natività. E non solo: anche qui i più piccoli potranno vivere l’emozione di sedere sulle ginocchia di Babbo Natale (il 26, 28 e 29 dicembre) e di incontrare la Befana (il 4 e 5 gennaio). Appuntamento il 6 gennaio con un suggestivo concerto in cui risuoneranno le più note melodie natalizie gustando nel frattempo i sapori tipici del territorio nei diversi stand enogastronomici.

SPAZIO ROSSELLINI E ATCL

Tanti gli spettacoli previsti anche allo Spazio Rossellini, il polo culturale multidisciplinare della Regione Lazio ospitato all’interno dell’Istituto Cine-Tv Roberto Rossellini con il coordinamento artistico di Katia Caselli. L’8 dicembre appuntamento con Outdoor, lo spettacolo di danza di Salvo Lombardo in cui musica e ballo si fanno sono l’occasione per l’affermazione di una “politica” del corpo, oltre le convenzioni sociali.

Cosa accadrebbe se anche Babbo Natale aprisse un account social? È quello che ha portato in scena la Compagnia Matutateatro il 13 dicembre con lo spettacolo Natale su Amazzon; il 15 dicembre, invece, c’è stato LUMEN – Marie Curie tra scienza e sogno, lo spettacolo dedicato a una delle più importanti scienziate del ‘900 di e con Annarita Colucci; il 21 e 22 dicembre appuntamento con A Christmas Carol, l’evento site specific di Tiziano Panici liberamente ispirato al romanzo di Charles Dickens.

Sempre il 22 dicembre l’aiutante di Babbo Natale arriva allo Spazio Rossellini per chiedere aiuto a grandi e piccini con Costruiamo insieme il villaggio di Babbo Natale: un laboratorio per tutta la famiglia in cui ci si rimboccherà le maniche riutilizzando cartoni, bottiglie, corrugati, casette di plastica e tanti altri materiali di riuso.  Spazio anche alla musica con i concerti che vedranno sul palco del Rossellini il cantautore Fulminacci (il 14 dicembre), con il suo album d’esordio La vita veramente, e Clementino (il 20 dicembre) che con Tarantelle torna nei club italiani dopo 5 anni di assenza, per la prima volta accompagnato dalla The Smoke Band.

Tanti spettacoli anche nelle altre province del Lazio. ATCL propone per l’anno nuovo tre interessanti spettacoli: il 4 gennaio al Teatro Comunale Alba Radians di Albano Laziale (RM), va in scena l’operetta La vedova allegra di Franz Lehár; il 5 gennaio appuntamento al Teatro comunale Lea Padovani di Montalto di Castro (VT) con una riscrittura originale del capolavoro di Cervantes, Don Chisci@tte; sempre il 5 gennaio, il Teatro comunale Traiano di Civitavecchia (RM) ospita La bottega dei giocattoli, spettacolo di teatro ragazzi dove i giocattoli, come nelle fantasie dei bambini, prendono vita.  

E ancora, in tantissimi comuni del Lazio, un ricco calendario di eventi dai concerti gospel al cinema, dalla street dance alle fiere editoriali passando per l’arte con installazioni sonore, percorsi multimediali e laboratori.

WEGIL A ROMA 

Al WeGil, l’hub culturale della Regione Lazio gestito da LAZIOcrea, il Natale fa spettacolo. Il 28 dicembre, appuntamento con Il Libro di Natale: un caleidoscopio di narrazioni a cura di Elese Edizioniletti ad alta voce da Tania Garribba in una speciale composizione teatrale rivolta a famiglie e bambini; a seguire, un laboratorio di stampa serigrafica per la realizzazione de “Il libro di Natale”.

Il 29 dicembre, appuntamento a cura di Argotstudio con A Christmas Carol che prenderà vita tra le sale del WeGil con un suggestivo evento site specific liberamente ispirato al capolavoro originale. Il 2020 si apre il 2 gennaio con un appuntamento dedicato al sociale, lo spettacolo La bambina di carta, scritto e diretto da Flavio Marigliani e a cura della Compagnia MAG – Movimento Artistico Giovanile, che affronta il difficile tema delle spose bambine; il 3 gennaio David Riondino porta in scena TG SUITE. La cronaca cantata: dodici canzoni su argomenti d’attualità, uno per ogni mese, e dodici poesie per raccontare gli eventi di cronaca del 2019.

Il 4 gennaio, si potrà entrare in uno zoo fantastico con lo spettacolo tratto dal libro di Gek Tessaro, Libero zoo (Lapis Edizioni). Tre fate buffe e capricciose – Roberta Castelluzzo, Linda Di Pietro e Alessandra Lanciotti – danno appuntamento il 5 gennaio con Storie di Muri, ciliegi e Cavalieri, tre storie incantate dedicate ai bambini dai 3 anni in su, e a seguire il laboratorio L’omino di cioccolato. Il 6 gennaio, ancora un grande classico con Oliver Twist, a cura di Sevensounds Group, che diventa un musical con la Compagnia del Teatro del Torrino che porta in scena in musica il famoso romanzo di Charles Dickens. 

ENOGASTRONOMIA

Al WeGil spazio anche all’enogastronomia con tre eventi a cura di Arsial ed Agro Camera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma. L’8 dicembre, appuntamento con Lungo le vie dei pastori: la transumanza nella tentative list dei siti Unesco del Lazio con laboratori per grandi e bambini su esperienze sensoriali e sapori del territorio; il 23 e il 31 dicembre Giornate di festa per grandi e piccini con laboratori dedicati ai più piccoli e, per gli adulti, un percorso guidato sui dolci della tradizione di Natale (23 dicembre) e un incontro con l’archeochef Gabriella Cinelli che condurrà il pubblico alla scoperta dei segreti della tavola dell’antica Roma (31 dicembre).

La festa delle Meraviglie nel Lazio

Ancora al WeGil, Lazio Innova propone il 30 dicembre CASTELLinFood: evento con show cooking e degustazione che vedrà protagonisti chef, aziende vinicole e artigiani del settore alimentare del territorio dei Castelli Romani.  Sempre Lazio Innova per il periodo natalizio propone altre interessanti iniziative legate al settore enogastronomico: fino al 22 dicembre, appuntamento con A Natale sono tutti più buoni: insieme a Coldiretti, in due mercati romani di Campagna Amica (via Tiburtina e via San Teodoro) sarà realizzato un percorso di valorizzazione delle tipicità alimentari più rappresentative e distintive della nostra regione con degustazioni, showcooking, preparazione del pranzo e addirittura dell’albero di Natale coi prodotti agricoli stagionali del Lazio.

Il 13 dicembre il Palazzo delle Esposizioni a Roma ha ospitato Menù di Natale con i prodotti del Lazio, un evento di presentazione del menu di Natale curato dall’Unione Regionale Cuochi Lazio e realizzato con prodotti tipici stagionali DOP e IGP del territorio; fino al 6 gennaio sarà possibile degustare il menu di Natale nei ristoranti delle cinque province che lo proporranno (50 nella provincia di Roma e 20 in ciascuna delle altre province) in occasione delle festività. Dal 12 al 15 dicembre a Fiera di Roma c’è stato Arti e Mestieri Expo, la manifestazione dedicata alla cultura e alle tradizioni del territorio che offrirà ai visitatori un percorso di autentica conoscenza dei modi di produzione e di trattamento di prodotti generati nel mondo delle botteghe: la Regione sarà presente con uno spazio espositivo che ospiterà una collettiva di imprese artigiane del Lazio.

Dal 20 al 22 dicembre, il pubblico potrà inoltre acquistare e scoprire in alcuni punti vendita Unicoop Tirreno una selezione di prodotti agroalimentari del Lazio: un’ulteriore opportunità per promuovere uno dei settori di punta dell’economia regionale. Anche i Mercati saranno protagonisti: con Agro Camera, le eccellenze enogastronomiche del territorio danno appuntamento dal 20 al 22 dicembre al Mercato Testaccio mentre una Mostra degli antichi mestieri sarà protagonista il 20 e 21 dicembre nel mercato del Trullo dove si potrà ammirare il lavoro di un fabbro, un falegname, un tappezziere, un sarto, un calzolaio, un panettiere, un marmista, un pasticciere, un ceramista, un orafo e un corniciaio.  

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright