Un’opera di Bernini per riportare in Forza Italia Quadrini

Il presidente della Comunità Montana di Arce, candidato più votato alle recenti Provinciali, potrebbe rientrare in Forza Italia. A Roma lungo colloquio con Giovanni Paolo Bernini. E...

Era a Roma. Era a cena. E non era da solo. Gianluca Quadrini, il consigliere provinciale più votato nelle elezioni di un mese fa è merce pregiata in questo periodo. Non tanto perché è destinato a diventare o presidente del Consiglio provinciale di Frosinone o vice del presidente dell’Ente Antonio Pompeo. Nemmeno per il fatto che sia anche presidente della Comunità Montana di Arce. È ricercatissimo per i suoi voti, le preferenze che sposta.

A Roma era a cena con Giovanni Paolo Bernini: esponente di Forza Italia, già responsabile Enti Locali del centro Italia per il partito di Silvio Berlusconi. Membro dell’Osservatorio Nazionale sulla Disabilità presso il Ministero Welfare, bernini è stato presidente del consiglio comunale, assessore e consigliere a Parma.

Si sono visti al Kolping di Roma: zona di via delle Sette Chiese, gestione monastica dei Fratelli della Misericordia di Maria Ausiliatrice. Esattamente il clima adatto alla dieta francescana che il cardiologo ha recentemente imposto al presidente Gianluca Quadrini.

Con Giovanni Paolo Bernini non hanno parlato di dieta. E nemmeno del libro che tra pochi giorni verrà presentato da Mondadori a Milano: si intitola “Storie di ordinaria ingiustizia” ha la prefazione di Vittorio Feltri e racconta la storia di Bernini. Quella che negli anni Novanta gli bloccò per un periodo la carriera politica: venne coinvolto nella Tangentopoli di Parma e poi venne completamente assolto dopo essere riuscito ad uscire da un ginepraio inestricabile di accuse e processi in cui da un giorno all’altro si era trovato intrappolato. 

Con Gianluca Quadrini hanno parlato di un possibile rientro in Forza Italia per il presidente della Comunità Montana. E di un possibile appoggio al candidato, che si presenta alle prossime Europee nel collegio del Centro Italia.

Cena a base di pollo, verdure grigliate, senza né sale né olio (per Quadrini), più variegato per il suo commensale, l’incontro è andato avanti fino alla mezzanotte.

Hanno raggiunto l’accordo? Per ora la notizia è che Quadrini è a dieta. E la sta rispettando.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright