Il dramma delle liste alle Regionali va in onda in tv

Mancano ancora pezzi fondamentali alle liste per le prossime elezioni Regionali. Il quadro e le enticipazioni arrivate ieri sera in diretta su A Porte Aperte a Teleuniverso.

Come il celebre allenatore José Mourinho, quando annunciava la formazione: «Manco di tre». Luca Zaccari, vice coordinatore provinciale di Forza Italia, ieri sera negli studi di A Porte Aperte su Teleuniverso ha citato l’autore del triplete con l’Inter. Per dire con eleganza che il Partito ancora non ha trovato la persona giusta con cui sostituire Alessandra Mandarelli nella lista di Forza Italia per le Regionali. Ma non c’è certezza anche su altri due due nomi.

Al momento le certezze in lista sono solo quelle per il coordinatore provinciale Pasquale Ciacciarelli e per l’ex deputato Antonello Iannarilli. In quota rosa ci sono l’assessore comunale di Sora Veronica Di Ruscio ed il consigliere comunale di Alatri Teresa Graziani. E poi «Forza Italia vuole garantire una lista con il massimo dell’equilibrio tra le sue varie sensibilità interne». Brucia ancora il metodo dei paracadutati utilizzato dal Partito per le candidature a Camera e Senato. Il fuoco non si placa e le fiamme bruciano su vari fronti: da quello del sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani con la sua amministrazione a quello di Gianluca Quadrini che fino a revoca ufficiale rimane il capogruppo in Provincia, anche se si è candidato con Noi con l’Italia.

«I paracadutati non sono il frutto di una congiura interna – ha sostenuto Luca Zaccari in tv – ma sono la dolorosa ed inevitabile conseguenza di quando si sta in una coalizione, con la quale dover dividere i collegi».

Resta senza risposta convincente allora la candidatura di Beppe Incocciati al Senato Sud e   del vice sindaco di Pontecorvo Moira Rotondo al Senato Nord.

Per la sostituzione di Alessandra Mandarelli si sta pensando a Isabella Diamanti.

 

FORTE: “MANCO DI DUE”

Fabio Forte ‘allenatore della Lega’ in provincia di Frosinone, invece ‘manca di due nomi‘. In studio conferma la ricostruzione fatta da Alessioporcu.it sull’incontro ed il conseguente avvio di un chiarimento all’interno della Lega dopo «lo schiaffo inferto al territorio» con il paracadutamento sul seggio blindato di Frosinone del coordinatore regionale Francesco Zicchieri di Terracina. (leggi qui E Fabio Forte risale sul Carroccio. Ma con il ristoro). A completare quel chiarimento «Verrà qui sul territorio, nei prossimi giorni, Matteo Salvini». È per questo che è stato deciso il via libera alla lista per le Regionali che in un primo momento era stata bloccata per protesta (leggi qui Terremoto Lega: il candidato è di Terracina, i Ciociari si ritirano per protesta). Scenderanno in campo il vice presidente della Provincia Andrea Amata, il vice sindaco di Cassino Carmelo Palombo, il sindaco di Torrice Alessia Savo, l’ex sindaco di Roccasecca ed ex assessore provinciale Antonio Abbate. E sono quattro. Gli altri due? «Lasciatemi il gusto della sorpresa». Anche nella sua formazione mancano due nomi.

 

AL M5S UNA SOSTITUZIONE

Lista completa per il Movimento 5 Stelle. Lo conferma il portavoce Christian Bellincampi nel corso della stessa trasmissione. Ma c’è stata una sostituzione a partita già cominciata.

I nomi sono quelli selezionati dalle Regionarie con cui è stata individuata Roberta Lombardi come candidata governatrice. Anzi no. C’è stata una variazione in corsa: un nome è cambiato.

Quelle che gli avversari hanno ribattezzato le clickarie hanno portato in lista Paola INDIGENO di Isola del Liri, Martina COCCO di Isola del Liri, Fernando FIORAMONTI di Anagni, Loreto MARCELLI di Sora, Alessio CARLINO di Cassino. Manca all’appello Rosa MAIUCCARO di Piedimonte San Germano. La giornalista e blogger ha rinunciato alla candidatura. Lo ha fatto con un post sulla sua bacheca Facebook.

“Solo i morti e gli stupidi non cambiano mai opinione”.

Sul Movimento 5 Stelle io l’ho cambiata e, di conseguenza, lo scorso novembre ho rinunciato alla candidatura in Regione Lazio.

Al suo posto entra la settima per numero di preferenze ottenute con le Regionarie. È Elisa Pellegrini di Sora.

 

POCHE ENERGIE PER L’ITALIA

L’unica certezza nella lista del candidato governatore del Centrodestra Stefano Parisi è il nome dell’ex assessore comunale di Frosinone Ombretta Ceccarelli. A lungo consderata il sostituto naturale di Alessandra Mandarelli per la sua lunga militanza azzurra, ieri Ombretta Ceccarelli ha invece accettato la candidatura in Energie per l’Italia.

 

I FRATELLI AL COMPLETO

Lista al completo invece per Fratello d’Italia. Il capolista è il vice sindaco di Pofi Paolo Pulciani, in campo c’è l’ex consigliere comunale di Cassino ed ex segretario regionale dei giovani Udeur Gabriele Picano e l’ex consigliere provinciale de La Destra Antonio Colantonio di Roccasecca. La quota femminile è garantita da Angela Abbatecola, Fiorella Tiberia e Daiana Tersigni.

 

QUADRINI CON L’ITALIA

La lista di Noi con l’Italia messa a punto dal coordinatore regionale Alfredo Pallone ha come capolista il capogruppo in fuga da Forza Italia Gianluca Quadrini, seguito dall’ex sindaco di Pontecorvo Riccardo Roscia. Nessuno nell’intero centrodestra provinciale è rimasto impressionato dall’anatema scagliato dal suo successore, il sindaco Anselmo Rotondo, il quale nelle ore scorse ha tuonato: “Se qualcuno del centrodestra lo candida io sosterrò Nicola Zingaretti“. Roscia è in lista: forse le preferenze che si perderanno grazie ai voti di Rotondo al centrosinistra non saranno così tanti.

In lista il consigliere di Cervaro Pietro Fusaro, l’imprenditrice di Anagni Nadia Cardinali (impegnata anche al parlamento) Elisa Castellucci. Manca un nome: quello di Michelina Bevilacqua. Che ancora ieri sera diceva: «Mi hanno cercata in tanti, non lo so se questa volta scenderò in campo».

Ecco, anche loro, ma un po’ meglio: manco di uno.

 

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright