Zingaretti prepara le truppe, Tajani le barricate

Pd e Forza Italia si preparano alla “battaglia” senza confini dei prossimi mesi. Anche sul territorio i big si mobilitano. Intanto dopodomani a Cassino nuova seduta del consiglio comunale: gli “azzurri” e il sindaco Carlo Maria D’Alessandro devono decidere se ha ancora senso un dialogo con la Lega

Stanno preparando le strategie per un inizio gennaio che dirà molto su quello che sarà il dibattito politico dei prossimi mesi. Nicola Zingaretti, come altri esponenti di spicco del Partito Democratico, ha chiamato alla mobilitazione di piazza contro la manovra economica del governo gialloverde di Lega e Cinque Stelle. Il presidente della Regione Lazio è convinto che il vento possa cambiare e vuole mettere le vele nella direzione giusta. Indipendentemente da quelle che saranno le mosse di Matteo Renzi, se cioè resterà all’interno del Partito o cercherà di dare vita ad un nuovo soggetto politico.

Anche Antonio Tajani, numero due di Forza Italia, sta preparando il Partito a salire e restare sulle barricate. Intanto alla Camera quando ci sarà la discussione sul maxiemendamento, ma soprattutto nel Paese.

Sul territorio non è difficile ipotizzare che Francesco De Angelis, Mauro Buschini e Sara Battisti, tutti e tre della componente Pd Pensare Democratico, siano già pronti per una campagna elettorale che non avrà momenti di tregua: tra primarie del Partito, Amministrative ed Europee. Un ruolo fondamentale lo avrà anche il presidente della Provincia Antonio Pompeo.

Forza Italia è arrivata al momento delle scelte pure in Ciociaria. Adriano Piacentini, Mario Abbruzzese e Pasquale Ciacciarelli stanno preparando la stagione congressuale. Però a questo punto dovranno decidere il da farsi sulle alleanze. Con la Lega di Francesco Zicchieri ma pure con Fratelli d’Italia di Massimo Ruspandini.

Dopodomani a Cassino nuova riunione del consiglio comunale. Il sindaco Carlo Maria D’Alessandro è sulla graticola da mesi e con la Lega la contrapposizione è durissima. Il Carroccio ha l’obiettivo di sfiduciare il sindaco. Fratelli d’Italia è più “coperta”, ma l’intenzione è la stessa.

Non ci riusciranno. Perché nemmeno questa volta hanno i numeri. La capogruppo di Forza Italia Rossella Chiusaroli, nonostante il forte dissenso, voterà comunque il Bilancio e la surroga, cioè gli elementi che terranno in vita l’amministrazione. Per il resto si vedrà

Ma ha ancora senso parlare di coalizione?

Forza Italia deve decidere.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright