Lo Stiletto di Rita

Amore di mamma (di R. Cacciami)

L’assassinio del piccolo Gabriel. Compiuto dalle mani che invece avrebbero dovuto accarezzarlo e proteggerlo. L’insuperabile penna di Rita Cacciami: tenera come un abbraccio, affilata come un colpo di stiletto.

2 Condivisioni

Ciao, buon Natale… Ed al povero etiope toccò pagare i caffè dell’assessore

A chi non è capitata, una volta nella vita, la distrazione fatale? Oggi le chiamano ‘epica fail’ prima erano più semplicemente le ‘figure di me***’. Elogio del distratto (o diversamente attento) dalla penna velenosa di Rita Cacciami. Tanto convincente da poterlo utilizzare anche in tribunale

2 Condivisioni

Dentro l’armadio. Sotto il vestito (di R. Cacciami)

Cosa stiamo diventando? Da ragazzini era una corsa a distinguerci. Oggi è una corsa ad essere tutti uguali: l’importante è essere griffati, più si paga e meglio è. E poco ci importa se alla fine ci riduciamo ad essere solo degli involucri… L’affilatissima Rita Cacciami colpisce ancora

2 Condivisioni