Ottaviani, il chiarimento può attendere

CORRADO TRENTO per CIOCIARIA EDITORIALE OGGI

Il faccia a faccia tra Nicola Ottaviani e il gruppo Frosinone nel Cuore non si è tenuto. Slitterà di qualche settimana, almeno. Per decisione del sindaco, che dimostra quindi di non avere fretta nel procedere alla quarta fase della rotazione degli assessori.

Il problema è noto: devono rientrare Fabio Tagliaferri e Riccardo Mastrangeli, mentre a cedere il testimone dovrebbero essere due tra Francesco Trina (vicesindaco), Ombretta Ceccarelli e Rossella Testa. L’altra sera Francesco Trina e i tre consiglieri di Frosinone nel Cuore si sono riuniti. Hanno anche telefonato a Ottaviani, che ha risposto che in questo momento il summit può attendere.

Intanto però Marco Ferrara, Daniele Zaccheddu e Valeria Morgia hanno ribadito la loro posizione. E in una nota scrivono: «Defenestrare Francesco Trina dalla carica di vicesindaco e assessore all’ambiente sarebbe un gravissimo errore. Politicamente parlando, il nostro gruppo consiliare ha sempre dimostrato serietà e fedeltà all’Amministrazione targata Ottaviani e ci resta difficile capire, come mai ora si pensi ad allontanare il nostro unico rappresentante dalla Giunta comunale. Il problema è e diventa politico. Siamo entrati in Giunta solamente nella fase finale dell’anno 2014, al contrario di altri che vi siedono sin dal primo giorno di amministrazione. Non ci risulta, altresì, che esista un documento politico, firmato da tutti i consiglieri comunali di maggioranza, che accetti la rotazione degli assessorati. Non solo non esiste, ma se qualcuno ci avesse detto nel 2014 di avallare una simile scelta sul ruolo del vicesindaco e assessore all’ambiente, avremmo, sicuramente, sin da subito, evidenziato tutta la nostra contrarietà. L’Amministrazione ha bisogno di continuità e di persone che abbiano la passione di impegnarsi con capacità e trasparenza alla vita pubblica. E poi non dimentichiamo che, solo in questa consiliatura, si è arrivati a designare il terzo vicesindaco in soli quattro anni. Sarebbe sciocco ed inopportuno continuare di questo passo».

Poi sottolineano: «La giunta comunale non deve diventare un circo equestre, ma ha bisogno di stabilità e di continuità amministrativa sino alla fine di questa consiliatura. Sin da quando abbiamo deciso di nominare Francesco Trina come nostro rappresentante all’interno dell’esecutivo, abbiamo avuto la convinzione di avere scelto la persona giusta. Tramite la sua designazione abbiamo realizzato moltissime cose per la città di Frosinone tanto da poter dire che mai nessuno, prima d’ora, è riuscito a fare altrettanto in così pochissimo tempo». Quindi una lunga serie «di interventi concreti realizzati per mezzo del nostro braccio operativo Francesco Trina».

Vengono citati, per esempio, «il nuovo capitolato di gara sulla nettezza urbana, con l’introduzione del servizio porta a porta della raccolta differenziata sul 100% del territorio comunale» e «l’individuazione dell’area via della Dogana (ex via Fabi) per realizzazione il Centro Raccolta Comunale (Isola Ecologica)». Oltre al trasferimento del capolinea Cotral e Geaf da piazzale Kambo a piazza Pertini. E tantissimi altri atti. Rilevano i consiglieri di Frosinone nel Cuore: «Insomma, grazie al nostro impegno, abbiamo, davvero, raggiunto traguardi importanti per Frosinone e vorremmo adesso continuare ad avere la possibilità di impegnarci su questa strada. Non ci interessano le chiacchiere di bottega, vogliamo continuare ad avere un nostro rappresentante in giunta per poter risolvere ancora altri importantissimi problemi che attanagliano la nostra città. Sarebbe impensabile estromettere Frosinone nel Cuore dalla vera vita politica di questa maggioranza. Chiediamo, quindi, il giusto rispetto politico».

 

PUOI COMPRARE DA QUI UNA COPIA DI CIOCIARIA OGGI AD 1 €

Ciociaria Oggi

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright