Dieci righe e il resto in edicola (giovedì 1 IX 2016)

Ciociaria Oggi K2

L’acqua sommerge la politica
Provincia Amministratori senza accordo sulle tariffe. E ora traballano anche le alleanze: domani il voto decisivo. Partito Democratico e Forza Italia tra prove di intesa e tentativi di blitz. All ’orizzonte l’ennesima stangata per i cittadini

Domani il voto decisivo in sede di conferenza dei sindaci, ma la realtà è che gli amministratori locali non hanno ancora raggiunto alcun accordo. E dopo il passaggio a vuoto del 29 luglio scorso si rischia un nuovo flop. Il che comporterebbe l’ennesima stangata per i cittadini. Partito Democratico e Forza Italia stanno ragionando su una ipotesi di intesa, ma contemporaneamente si preparano dei blitz. La situazione è tesa, al punto che il segretario dei Dem Simone Costanzo lo ha detto chiaramente l’altra sera: «Se dovessimo spaccarci ancora in sede di assemblea dei sindaci, potrebbero esserci delle conseguenze anche sulla maggioranza alla Provincia ». Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani proporrà una mozione aperta, sulla quale probabilmente ci sarà la conta. Scenari completamente aperti

Corsa alla sicurezza. Ma senza soldi
Terremoto. Sindaci allarmati per i propri territori: la Regione dovrebbe venire qui e fare una mappatura delle strutture a rischio. Verallo: sistemiamo almeno i tetti, il Comune può agevolare i residenti. Focus dei geologi sulla Ciociaria: ecco le aree “rosse”

La parola d’ordine per tutti è sicurezza. E i sindaci vorrebbero fare di tutto per mettere a norma gli edifici. Ma i soldi non ci sono e anche ieri sono scattati nuovi appelli. In primis, alla Regione. «Venga nei nostri centri, soprattutto in quelli più a rischio, e faccia una mappatura delle strutture per pianificare gli interventi», hanno detto i primi cittadini dei comuni montani. Intanto da Vallorotonda l’idea del sindaco: iniziamo ad adeguare i tetti in cemento armato, facciamoli con strutture più leggere come il legno. Il Comune può anche studiare agevolazioni per i residenti che voglio investire in questo senso. Intanto i geologi della Regione Lazio tracciano le due zone “rosse” della provincia di Frosinone. E nel piano di riclassificazione sismica fanno un parallelismo tra alcune aree della Ciociaria e il reatino

Candidato in tre tappe
Frosinone, elezioni comunali. La road map del Partito Democratico per individuare lo sfidante di Ottaviani. Si profila una riunione del circolo cittadino con Cristofari, Pizzutelli e Venturi

Le tappe sono tre. Tutte importanti e tutte concentrate a settembre. La prima riguarderà il faccia a faccia tra Francesco De Angelis e Michele Marini. Il leader dell’area maggioritaria del Pd ha un obiettivo obbligato: convincere l’ex sindaco a sostenere qualunque candidato alla carica di primo cittadino. Marini da mesi chiede chiarezza su quanto successo nel 2012, quando si concretizzò lo strappo. Non sarà semplice ma De Angelis è convinto di poter riuscire a ricomporre il quadro. Il secondo passaggio coinvolgerà tutto il circolo cittadino, il (…)

GLI ARTICOLI COMPLETI LI TROVI SUL GIORNALE IN EDICOLA OPPURE PUOI SCARICARE DA QUI LA APP PER TUTTI I SERVIZI DI CIOCIARIA OGGI

Provincia K2

Ambufest, l’ira dei sindacati
Contestate le modalità di attuazione del progetto da parte di Asl e Regione. Nel mirino il mancato stanziamento di risorse a favore degli infermieri

LA Fp Cgil, la Cisl Fp, la Uil Fpl, il Nursind, l’Fsi, la Fials e la Ugl di Frosinone contestano le modalità di attuazione da parte dell’Azienda Sanitaria Locale del progetto regionale denominato “Ambufest”, finalizzato a garantire la continuità alle cure primarie all’interno della rete sanitaria territoriale per 24 ore al giorno». E’ quanto scrivono in una nota, inviata ai vertici della Regione Lazio ed alla Asl ciociara

«La morte è sempre ingiusta»
Nella chiesa di Santa Maria Goretti la cerimonia in ricordo di Marco Santarelli. Vescovi ed abati celebrano messa in memoria del giovane figlio del questore

«Siamo qui a cercare di capire il suo dolore per questa morte improvvisa e ingiusta. Perché la morte è sempre ingiusta, soprattutto se improvvisa e in età giovane ». E’ un’omelia di grande commozione quella del vescovo di Frosinone, Ambrogio Spreafico, nella messa in ricordo di Marco Santarelli, il giovane figlio del questore tragicamente scomparso ad Amatrice. Nella chiesa di Santa Maria Goretti ci sono i vescovi e gli abati della provincia, oltre a molti sacerdoti delle diverse Diocesi. E’ una messa solenne e tra i banchi si riconoscono i volti noti delle istituzioni, della politica, dell’imprenditoria, dell’associazionismo. Ci sono gli (…)

GLI ARTICOLI COMPLETI LI TROVI NELL’EDIZIONE IN EDICOLA

Inchiesta K2

Antonellis: «Ecco piani e conti che non tornano»
Alla vigilia dell’assemblea dei sindaci dell’Ato 5 spunta anche un asse Frosinone-Cassino per sospendere aumenti e conguagli nelle bollette idriche in attesa dell’esito della risoluzione contrattuale

Investimenti già pagati con conguagli in bolletta riproposti nel nuovo piano del gestore, spese per la sostituzione dei contatori che vengono riproposte nonostante il pagamento del nolo da parte degli utenti: sono alcune discrepanze evidenziate da Mario Antonellis, del Coordinamento Acqua Pubblica Frosinone, dopo aver messo a confronto i piani Acea proposti all’Autorità d’Ambito negli ultimi anni. «Siamo ormai alla re – sa dei conti. Dando per scontato che non possiamo fare affidamento sui Sindaci, per mettere fine a questo scandalo rimangono due possibilità: o ci pensano i citta dini o ci pensa la magistratu ra»: questo l’esordio di Antonellis alla vigilia dell’assemblea dei sindaci di venerdì su adeguamento tariffario e piano di investimenti di Acea, nelle ore dell’iter di risoluzione contrattuale in atto.

Il Tempo K2

«Io indagato? Ora basta. Ecco la verità sui lavori»
Il sindaco Pirozzi a Il Tempo

Sindaco Pirozzi, oggi il Comune di Amatrice, e sotto sotto soprattutto lei, viene accusato di aver mentito sulla stabilità sismica degli edifici.
«So’ ragazzi. Lasci fare…»
Proviamo a fare un po’ di chiarezza. La gara sul secondo appalto sulla scuola sarebbe stata assegnata il 25 settembre 2012, ma registrata l’11 ottobre, un mese dopo l’inaugurazione della struttura.
«Se così è veramente,immagino sia stato un problema burocratico, di carte. La scuola era a posto, i lavori li avevamo fatti fare».
Sì ma oggi sono in molti a puntare il dito contro il Comune.
«Il Comune ha chiesto l’incidente probatorio, a dimostrazione che si sente parte lesa se eventualmente ci fosse qualcuno intenzionato a voler dimostrare il contrario».
Cioè?
«Non posso entrare su aspetti tecnici dei quali devono rispondere gli uffici competenti. Ricordo tutto (…)

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI NELL’EDIZIONE IN EDICOLA OPPURE PUOI COMPRARE DA QUI UN NUMERO DIGITALE A PARTIRE DALLE ORE 6

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright