Dieci righe e il resto in edicola (giovedì 11 VIII 2016)

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

Ciociaria Oggi K2

Quando lo stalker è lei
Frosinone Lui lascia la ragazza che va su tutte le furie e comincia a tempestarlo di chiamate e a molestarlo con l’aiuto di un amico Dopo la denuncia dell’ex fidanzato, la donna è stata incastrata dalla polizia. Adesso dovrà rispondere degli atti persecutori

Minacce e molestie telefoniche. Il tutto per una storia sentimentale che si era chiusa. Ma mentre lui, un ventisettenne del capoluogo, si era messo tutto alle spalle. Lei, di tre anni più grande, non l’ha presa per niente bene e ha cominciato a tempestare di chiamate il suo ex. Un atteggiamento sempre più morboso e aggressivo che il ragazzo non tollerava più. Tanto più che a dare manforte all’ex fidanzata è intervenuto anche un terzo uomo. E alla fine, stando dell’atteggiamento di lei, dei pedinamenti e delle minacce, il ventisettenne si è rivolto alla polizia per mettere fine a tutto. E così nei confronti della donna è scattata una denuncia. Dopo una serie di accertamenti gli agenti delle volanti della questura di Frosinone hanno incastrato la donna. Sembrerà strano, ma a volte lo stalker è in rosa.

Ora sull’acqua è battaglia navale
Cassino Il Consiglio di Stato proroga i termini per la consegna delle chiavi dell’acquedotto e il sindaco D’Alessandro canta vittoria Ma Acea stoppa gli entusiasmi: «Resta intatto il nostro diritto a ottenere il trasferimento. Dal 5 settembre gestiremo il servizio»

Ora è una vera e propria battaglia navale. Un duro combattimento tra flotte nemiche – il Comune da parte, e Acea dall’altra – che ogni giorno si arricchisce di nuovi colpi di scena. Ieri ne sono giunti due, entrambi nel giro di poche ore. Prima il provvedimento del Consiglio di Stato con il quale si prorogano dal primo all’otto settembre i termini per la consegna delle chiavi dell’acquedotto. Perchè l’otto settembre è fissata la Camera di Consiglio per discutere altri ricorsi già presentati dal sindaco. MaAcea non ci sta. La società spiega che il decreto emanato ieri non cambia nulla: il Comune entro il primo settembre deve comunque consegnare tutta la documentazione, tra cui l’elenco degli utenti attualmente collegati all’acquedotto cittadino, dopodichè il 5 settembre sarà a Cassino per gestire il servizio idrico. Non ha intenzione di attendere oltre.

 

E alla fine Nicola Zingaretti disse: «Ragazzi, a Frosinone vinciamo?»
L’indiscrezione Il confronto prima del convegno con la Boschi Sarà un caso, ma dopo la domanda il clima è cambiato

«Ragazzi, ma allora al Comune di Frosinone vogliamo vincere? ». Parole e musica di Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio. L’indiscrezione filtra ad una settimana dal convegno del ministro Maria Elena Boschi a Frosinone. Convegno che ha visto il Governatore protagonista. Aspettando la Boschi, negli uffici della presidenza si è parlato di diverse cose e Nicola Zingaretti ha pensato bene di far capire a tutti che alle elezioni comunali di Frosinone è vietato fare passi falsi. La domanda è significativa. In quel momento c’erano, tra gli altri, il presidente della Provincia Antonio Pompeo, il numero uno del Consorzio Asi Francesco De Angelis, l’onorevole (…)

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI SUL GIORNALE IN EDICOLA DOMANI OPPURE PUOI COMPRARE DA QUI UN EDIZIONE DIGITALE A 1€ A PARTIRE DALLE ORE 6

 

Provincia K2

Picchiava i genitori, arrestato
In manette un 17enne di Strangolagalli. Si faceva dare soldi con la violenza. Ordinanza cautelare emessa dal tribunale di Roma

Una storia che sembra uscita da un film drammatico. Protagonisti un ragazzo di appena diciassette anni e i suoi genitori, con il primo che usava violenza sui suoi familiari per avere soldi in cambio. A mettere la parola file all’inferno che stavano passando i due ci hanno pensato i carabinieri di Strangolagalli. Secondo la ricostruzione dell’Arma il denaro gli serviva per acquistare sostanze stupefacenti.

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI SUL GIORNALE IN EDICOLA

 

Acquedotto a Acea, le chiavi no
Il Consiglio di Stato ‘congela’ la scadenza del 1° settembre. Resta valida la data del 5 settembre per il trasferimento di reti e impianti

Il Consiglio di Stato ha sospeso, fino all’udienza dell’8 settembre, l’obbligo di consegnare ad Acea le chiavi di impianti e reti del servizio idrico entro il 1° settembre. Tradotto, vuol dire: per il momento, il Comune di Cassino deve adempiere a tutti gli altri oneri imposti dal commissario ad acta che ha disposto il passaggio di reti ed impianti al 5 settembre, ma non a quello di consegnare ad Acea le chiavi degli impianti
L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI SUL GIORNALE IN EDICOLA

 

Inchiesta K2

Corazzata Acea bloccata, per ora
Dopo il decreto del Consiglio di Stato che ha congelato la cessione dell’acquedotto di Cassino fino alla discussione dei ricorsiAcea tira dritto. «Il 5 settembre tutto a noi». D’Alessandro: l’azienda non potrebbe neanche riparare un guasto

Dopo qualche giorno di ferie al mare ieri il sindaco Carlo Maria D’Alessandro ha rimesso piede in comune. Giusto il tempo di riprendere confidenza con le stanze del municipio e sulla sua pec mail (oltre che su quelle degli avvocati Massimo Di Sotto e Francesco Antonio Caputo) è giunta, intorno alle ore 12.30, la notifica del decreto 03442 emesso martedì dalla quinta sezione del Consiglio di Stato in relazione alla cessione degli impianti idrici ad Acea. Il giudice Stefano Fantini, con questo atto, ha congelato il passaggio della rete (…)
L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI SUL GIORNALE IN EDICOLA

 

Frosinone, sotto Ferragosto delibera sul Natale 2016. Pizzutelli: anomalo
Delibera ferragostana per fondi e sconti agli organizzatori del “Natale 2016”. Il consigliere di opposizione Angelo Pizzutelli attacca: «Affidamento di un evento importante con modalità discriminatorie e anche anomale»

Tramite la deliberazione numero 336 pubblicata ieri, il Comune di Frosinone, con decisione unanime della Giunta municipale, ha deciso di partecipare al bando pubblicato della Camera di Commercio di Frosinone per la “Concessione di contributi a favore di iniziative realizzate da terzi Anno 2016”, valevole per un contributo di 7.500,00 euro. L’intenzione dell’Amministrazio ne è quella di ‹‹promuovere le manifestazioni che, nel rispetto delle tradizioni culturali popolari, risultino finalizzate anche allo sviluppo turistico del nostro territorio e con evidente ricaduta sul tessuto economico commerciale locale››. Nei fatti, il Comune, per le prossime festività natalizie, organizzerà ‹‹sul territorio (…)
L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI SUL GIORNALE IN EDICOLA

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright