Dieci righe e il resto in edicola (lunedì 5 IX 2016)

Provincia K2

Giovane stuprata, è mistero
Denuncia di una ventenne trovata nella notte a Ferentino. La ragazza sarebbe stata violentata da diversi giovani

Stuprata dal branco. Le notizie sono ancora frammentarie, come pure le verifiche da parte dei carabinieri della Stazione di Ferentino e della Compagnia di Anagni. Per ora c’è la denuncia di una ragazza di vent’anni trovata nella notte tra sabato e domenica nella zona di Forma Coperta. E’ proprio da qui che è infatti partita prima una chiamata al 118 e poi al 112. Gli operatori sanitari e i carabinieri l’hanno trovata in lacrime e in stato di shock.

 

Ex distaccamento dei Vigili del Fuoco, arrivano i profughi
Sora. Ne erano previsti 60, per ora saranno solo una ventina

A Sora ne arriveranno una ventina, dovevano essere il triplo». Il sindaco Roberto De Donatis, è il caso di dirlo, fa il pompiere e getta acqua sul fuoco. Ieri nell’ex sede dei Vigili del Fuoco, in via barca San Domenico, più di qualcuno ha notato un furgone bianco ed alcuni operai muniti di attrezzi entrare sul piazzale della struttura, che è privata, e si è chiesto cosa stesse accadendo. In città, come un po’ ovunque, il dibattito sull’accoglienza dei profughi, è di stretta attualità tra favorevoli e contrari e così, anche se non c’è nessun allarme, affiorano le prime perplessità. «Nei giorni scorsi (…)

 

Sull’acqua rischiamo grosso
Come nel 2009 con Iannarilli, ora con Ottaviani: all’orizzonte 80 milioni di debiti. La delibera approvata venerdì non congela un bel niente, anzi dà forza alle richieste di Acea su aumenti e maxi conguaglio

La delibera approvata dall’assemblea dei sindaci dell’Ato5 venerdì sera non ‘congela’ un bel niente. Anche perché da gennaio 2016 stiamo già pagando un aumento ‘provvisorio’ della tariffa idrica pari al 9% rispetto a quella 2015. L’1% in più rispetto al massimo ora applicabile (8%) se fossero state definite le tariffe. E lo continueremo a pagare. Semmai, al contrario, costituisce un buon presupposto affinché l’Autorità per il servizio idrico (l’Aeegsi), a cui compete fissare le tariffe, faccia definitivamente proprie le proposte tariffarie di Acea Ato5. Quello che si voleva evitare. La situazione nella migliore delle ipotesi; Nella peggiore delle ipotesi; La delibera votata venerdì sera; Il provvedimento è né più né meno quello che nel 2009; Il tutto, nonostante, che anche allora, Iannarilli garantì che non ci sarebbe stato alcun conguaglio (…)

GLI ARTICOLI COMPLETI LI TROVI NELL’EDIZIONE IN EDICOLA

 

 

Il Tempo K2

Virginia non farci rimpiangere Disastro – Marino
L’editoriale di Gian Marco Chiocci

E ora? Dove sono i coretti sull’onestà, la lapidazione giacobina, l’invocazione del tutti a casa? Quanto accaduto alla giunta di Virginia Raggi, con l’ultima tranciata giudiziaria sull’assessore ai rifiuti, dimostra tutti i limiti del progetto. Non stentiamo a immaginare quale sarebbe stata la mobilitazione pentastellata di fronte a un’amministrazione guidata da Roberto Giachetti o da Giorgia Meloni qualora avessero avuto lo stesso, traumatico, «inizio-non inizio» fra dimissioni rumorose e iscrizioni sul registro degli indagati. Sarebbero stati sit in, campagne web, comizi, forse una spettacolare calata a Roma di Beppe Grillo che invece ora, quando il mare mosso intralcia la navigazione del suo sindaco (…)

 

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI NELL’EDIZIONE IN EDICOLA OPPURE PUOI COMPRARE DA QUI UN NUMERO DIGITALE A PARTIRE DALLE ORE 6

 

il-giornale

 

Tenete i cretini fuori da Internet
L’Editoriale di Alessandro Sallusti

Sono stato da spettatore alla festa de Il Fatto Quotidiano che si è tenuta nel weekend alla Versiliana di Forte dei Marmi. Bravi, non c’è che dire. Il dibattito era quello sui «social network», quelle strane cose che si chiamano Facebook e Twitter, per intenderci, ma non solo. Sul palco Marco Travaglio, Pietrangelo Buttafuoco e Andrea Scanzi. Tanta roba, direbbero i giovani frequentatori di questi continenti virtuali, i cui capi sono più potenti del più potente capo di Stato. Convitato di pietra, Enrico Mentana, il primo che ha avuto il coraggio di dire apertamente una cosa che anche io penso da tempo, esattamente che in Rete circola più spazzatura che informazione, più odio che solidarietà, più ignoranza che intelligenza, più nazisti che democratici. Non so se da qualche parte esista (…)

GLI ARTICOLI COMPLETI LI TROVI NELL’EDIZIONE IN EDICOLA

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright