Dieci righe e il resto in edicola (venerdì 12 VIII 2016)

Ciociaria Oggi K2

La grande truffa delle auto
Cash & Car Operazione della polizia stradale, 112 persone denunciate. Sgominato un sistema di frode da 600.000 euro Il meccanismo: documenti falsi per poter ottenere finanziamenti intestati a “teste di legno” e acquistare macchine

Il meccanismo ipotizzato dagli investigatori era il seguente: ottenere il finanziamento per l’acquisto di un’auto, intestandolo ad una persona nullatenente, grazie a documenti falsi prodotti da dipendenti di agen- zie finanziarie. L’operazione è stata denominata Cash and Car. A portarla avanti la Polizia Stradale di Frosinone. Centododici persone sono state denunciate, per un gigantesco sistema di frode da 600.000 euro. Le ipotesi di reato, oltre alla truffa, sono l’associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio, ricettazione, falso e sostituzione di perso- na. A tenere le fila erano i titolari di tre agenzie di servizio del territorio. Tutta la vicenda ha avuto inizio nel maggio 2012, quando improvvisamente ha iniziato a funzionare il segnale Gps di una Bmw X5 risultata rubata.

Eroe in divisa salva un bimbo
Un carabiniere di Vallerotonda ha strappato alla morte un piccolo di tre anni, in pericolo e privo di sensi A maggio aveva messo al sicuro ben otto persone gettandosi tra le fiamme. La sua comunità: «Siamo fieri di lui»

Lo ha fatto di nuovo. Ha salvato un’altra vita con professionalità e umiltà. E lo ha fatto sempre con la divisa che ha scelto e indossato. E che porta con onore. Il carabiniere-eroe è lo stesso uomo, originario di Vallerotonda, che a fine maggio si gettò tra le fiamme di una palazzina di Acerra mettendo al sicuro ben otto persone, di cui la metà bambini. Nei giorni scorsi, spinto dagli stessi valori e dalla medesima abnegazione, ha nuovamente messo a repentaglio la sua vita per quella di un piccolo di tre anni, rimasto solo in un appartamento ormai invaso dal fumo sprigionatosi da una pentola d’olio sul fuoco da troppe ore. Forte il plauso della sua comunità, emozionata nel poter ringraziare uno dei suoi figli migliori. Il consigliere comunale Di Meo: «Siamo tutti fieri di te».

Forza Italia sfida il Pd. La guerra dei leader
Abbruzzese: Ottaviani tra i migliori sindaci italiani

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare”. Le elezioni comunali di Frosinone rappresentano già l’appuntamento politico più importante della prossima stagione e lo si capisce dal fatto che i big dei partiti stanno prendendo in mano la situazione. È stato Francesco De Angelis, leader del Pd, a dire che «bisogna uscire dalla logica delle “magliette” delle aree di appartenenza, che i candidati alle primarie e alla carica di sindaco rappresenteranno tutto il partito». Ci sarà un summit dopo Ferragosto. È stato già fissato. Francesco De Angelis incontrerà il segretario cittadino Norberto Venturi per fare il punto della situazione. Le primarie si terranno (…)

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI SUL GIORNALE IN EDICOLA DOMANI OPPURE PUOI COMPRARE DA QUI UN EDIZIONE DIGITALE A 1€ A PARTIRE DALLE ORE 6

Provincia K2

‘Cash & Car’, 112 indagati
Sono a vario titolo accusati di riciclaggio, ricettazione, truffa, falso e sostituzione di persona. L’operazione ha avuto inizio con il ritrovamento di un’auto contraffatta

Si è conclusa dopo due anni d’indagine una vasta operazione condotta dalla Polizia Stradale di Frosinone terminata con ben 112 persone indagate, a vario titolo, per riciclaggio, ricettazione, truffa, falso e sostituzione di persona. L’operazione è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa in Questura. L’operazione, denominata “Cash & Car”, ha avuto inizio con il ritrovamento di un’autovettura Bmw X5 con targhe e telaio contraffatti.

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI NELL’EDIZIONE IN EDICOLA

«No all’immondizia di Roma»
“La capitale non può pensare di risolvere i suoi problemi riversandoli sulle province”. Sindaci pronti alle barricate. Polemiche a non finire.

Un polverone mediatico e polemiche a non finire. E’ quanto il sindaco di Roma Virginia Raggi è riuscita a raccogliere dopo il suo intervento in Campidoglio nel quale, nell’affrontare il problema dei rifiuti nella capitale, ha prospettato di potenziare la quantità di rifiuti da smaltire tramite gli impianti di proprietà di Acea sia a Orvieto e Terni che a San Vittore del Lazio dove Acea è proprietaria dell’impianto di termovalorizzazione. Sia dall’Umbria che dal Basso Lazio si sono immediatamente alzati cori di protesta.

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI NELL’EDIZIONE IN EDICOLA

Inchiesta K2

Salvati denuncia Raggi per abuso
Rifiuti da Roma: dopo le dichiarazioni in Campidoglio, scoppia la protesta dei sindaci ciociari. Forza Italia mobilita i suoi. Il no di Sacco, Salvati e Donfrancesco. Si oppongono anche D’Alessandro e Bucci

Cambiano le amministrazioni, cambiano i Partiti, ma Roma un anno si ed un anno anche, si trova alle prese con  un’emergenza rifiuti che puntualmente risolve smistandoli negli impianti delle province del Lazio. Stavolta è la Raggi (M5S) che diventata sindaco di Roma pare improvvisa- mente essersi dimenticata il leitmotiv del suo movimento “ogni provincia deve essere in grado di gestire i propri rifiuti” e, come i suoi predecessori, sceglie la via di “sbolognare” il problema sugli altri. La provincia di Frosinone potrebbe essere costretta ad andare in soccorso di Roma “incapace di gestire il surplus dell’immondizia (…)

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVI NELL’EDIZIONE IN EDICOLA

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright