E’ la stampa, bellezza (i titoli di lunedì 13 II 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Senza lavoro e con le tasche vuote
La provincia di Frosinone sprofonda verso il sud. Il tasso di occupazione generale raggiunge solamente il 50,2%. Le donne pagano il prezzo più alto: stipendi inferiori di 300 euro. Il 40% della popolazione giovanile è ancora a spasso

SINTESI
Una fotografia impietosa sul mondo dell’occupazione. In particolare per quel che riguarda chi non lo cerca più, le donne e giovani. L’ha scattata l’osservatorio dei consulenti del lavoro. In provincia di Frosinone il tasso generale di occupazione, su una popolazione compresa tra i 15 e i 64 anni, arriva solamente al 50,2%. E per quanto riguarda il confronto di genere, emerge che gli uomini che hanno un lavoro raggiungono il 61,7% del campione preso in esame; mentre le donne si attestano a un misero 38,7%. Si tratta di uno squilibrio ancora piuttosto pesante.

 

La movida corre… a tutto gas

Cassino Nel weekend viale Dante, via D’Annunzio e via Pascoli diventano un circuito da rally che fa infuriare i residenti. Cani antidroga in piazza Labriola fiutano la “roba” e i ragazzi fuggono: controlli e denunce. Lancio di bottiglie in via Del Foro

 

Cade dalla finestra mentre pulisce

Cronaca Settantacinquenne di Colli trasferita in elicottero al policlinico Umberto I di Roma con un grave trauma cranico. L’incidente domestico ieri alle 11: forse un malore improvviso o la perdita di equilibrio la causa del violento schianto a terra

 

Minacce armate per un debito

Bussa a casa e inizia a pretendere una somma di 100 euro mai saldata: poi estrae una pistola
La donna, terrorizzata, chiama i carabinieri. Denunciato un quarantanovenne: trovata in cucina l’arma giocattolo

 

Meno occupati e salari bassi. La crisi non conosce fine

Una ricerca dell’osservatorio dei consulenti del lavoro evidenzia dati choc. Frosinone è al trentaseiesimo posto in Italia per la mancata partecipazione al lavoro

 

Il Frosinone è capolista in maniera del tutto meritata

Serie B Il punto dopo il successo con il Carpi e il primato conquistato

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

Cade dal balcone. E’ grave
Monte San Giovanni Campano. L’incidente si è verificato ieri mattina nella contrada di Colli. La vittima, una donna di 75 anni, immediatamente elitrasportata presso l‘ospedale Umberto I di Roma

SINTESI
Una donna di 75 anni è precipitata, ieri mattina, giù dal balcone della sua abitazione sbattendo violentemente la testa sull’asfalto. L’incidente si è verificato nella contrada Colli. La donna sarebbe caduta mentre stava lavando i vetri delle finestre che affacciano sul balcone stesso. E’ stata immediatamente trasportata con l’elicottero presso l’ospedale Umberto I di Roma.

 

Debito non saldato, minacciata con la pistola

Cassino. on aveva onorato un piccolo debito. Il creditore si stizzisce e la minaccia con una pistola. A segnalarlo è stata una donna di 42 anni che ha chiesto l’intervento dell’Arma dopo il gesto del suo conoscente.

 

Furto di rame all’ex Solac. Due in manette

La coppia è stata sorpresa mentre tranciava i cavi elettrici. I carabinieri di Frosinone, hanno arrestato un 30enne di Monte San Giovanni Campano ed un 28enne di Alatri.

 

La gratuità dell’amore

A Frosinone e Alatri la venticinquesima Giornata del malato. Lo sguardo di Gesù su chi soffre. Nella cattedrale di Frosinone la celebrazione Eucaristica del Vescovo Ambrogio Spreafico. Una giornata per riflettere. Una giornata per porsi domande. Cercare risposte. Una giornata comunque per ribadire l’importanza dell’impegno nella sofferenza.

 

Vittime dell’amianto. Esposto dell’Ona contro la Fiat

Cassino. L’Osservatorio nazionale rende pubblica la segnalazione relativa a diversi casi di mesotelioma e altre gravi patologie. Verrà depositata un’altra denuncia-querela a carico degli amministratori Fiat. «Questa volta – annuncia l’organizzazione – è morto un operaio montatore di Ferentino, che ha lavorato una vita nello stabilimento Fiat di Cassino. E’ solo
l’ultimo dei caduti.

 

Calcio. Serie B. Cinico e spietato è il nuovo Frosinone. Terza vittoria di fila

Volley. Sora sconfitta a Milano ma muove la classifica. Tie Break fatale per la Biosì

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

La città si svuota: è scontro
Nel 2016 Frosinone ha perso altri 216 abitanti. I candidati a sindaco: «Mancano le condizioni per restare». Ottaviani: «Problema vecchio, bisogna calmierare i prezzi delle case»

SINTESI
Il calo continuo della popolazione a Frosinone (meno 200 residenti in un anno) e che porta il capoluogo ad avere poco più di 46 mila abitanti sta scatenando un vespaio di polemiche. L’opposizione attacca il sindaco Nicola Ottaviani ritenuto corresponsabile di una città che perde abitanti a vantaggio delle realtà limitrofe. La perdita di abitanti dipende da tanti fattori dichiara il candidato sindaco del centro-sinistra Fabrizio Cristofari. Intanto il mercato immobiliare dove rispetto ai comuni vicini i prezzi sono troppo alti. Poi la situazione ambientale con il problema dell’inquinamento che certo non aiuta.

 

Due giocatori del Cassino aggrediti a Pomezia, rissa sfiorata

La squadra di calcio del Cassino è stata aggredita da alcune persone tra cui il giocatore Valle dell’Unipomezia nel parcheggio dello stadio della città romana al momento di salire sul pullman. E’ quanto hanno dichiarato gli accompagnatori della compagine cassinate.
 

Lei non paga, lui estrae la pistola

Ha impugnato una pistola – rivelatasi poi a gas – e ha cercato di farle onorare il debito che vantava, ma lei per niente intimorita ha chiamato i carabinieri. E’ successo a Cassino, dove un uomo di 49 anni del posto, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato a piede libero
 

Aggiornamento alle ore 07:00/

 

«Frosinone, ora gestisci l’entusiasmo»

Il Frosinone è capolista e il patron Stirpe predica concentrazione: «Questo da un lato fa piacere, dall’altro aumenta le responsabilità, crea pressioni e legittime aspettative».

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Progetti in ritardo, milioni in bilico
Il caso L’iter imposto dal bando per la mobilità sostenibile e per l’inclusione sociale sta mettendo in difficoltà il Comune. Diciassette interventi finanziati con 18 milioni di euro dello Stato, ma deve essere tutto pronto entro il 28 febbraio

SINTESI *
Nuove infrastrutture, progetti di mobilità sostenibile, programmi per l’ inclusione sociale, riuso di strutture edilizie destinate alla cultura. C’ è di tutto nel pacchetto ambizioso dei 17 interventi che hanno avuto accesso ai 18 milioni finanziati dallo Stato, la carta vincente di cui l’ amministrazione Coletta si è giustamente fregiata a pochi mesi dal suo insediamento per dimostrare di avere le carte in regola per attrarre finanziamenti e realizzare opere. Ma questo risultato dietro il quale c’ è il lavoro coordinato dagli assessori Leggio e Buttarelli rischia di crollare come un castello di carta di fonte alla realtà dei tempi e delle risorse necessarie per portarlo a compimento.  

 

Travolto dalla motozappa, muore

Il dramma Tragedia ieri sera nelle campagne di Aprilia, perde la vita un uomo di 53 anni, inutili i soccorsi. La dinamica dell’incidente è ancora in fase di ricostruzione

 

Undicenne si getta dalla finestra di casa/

Anzio In camera c’era un biglietto per i genitori. I carabinieri stanno cercando di fare luce sulle cause del gesto. Un ragazzino ha tentato il suicidio lanciandosi nel vuoto e facendo un volo di otto metri. È ricoverato a Roma
 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Virginia, almeno caccia questi
La sindaca che non riesce a licenziare Berdini butti fuori gli okkupanti
Siamo andati nei 77 palazzi dell’orrore (rischiando le botte): tra degrado, crimine e kapò rossi

 

L’eterno ritorno del tiro al massone
Dopo la caccia ai nomi dei “fratelli” ora c’è chi invoca la chiusura delle logge

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Renzi – Berlusconi, via alla partita a scacchi.
Matteo si dimette dal Pd e apre a larghe intese. Il Cavaliere frena Salvini. Dopo il terremoto referendum-Gentiloni, la politica si riprende la ribalta. E lo fa con i suoi due protagonisti indiscussi, Renzi e Berlusconi. Il primo oggi si dimetterà da segretario del Pd ed aprirà il congresso. E, per minacciare chi vuole liquidarlo, apre alle larghe intese con Forza Italia dopo il voto. Il Cavaliere, da parte sua, frena sulle urne e mette il veto a Salvini candidato.

 

Perché il Papa anti-Medjugorje rischia lo scisma
È inutile girare intorno a ciò che è chiaro: questo Papa non ama Medjugorje. La Madonna «capufficio postale» che manda ogni giorno messaggi cui si riferisce è proprio quella bosniaca (anche se di etnia croata). E forse ha proprio deciso che il tempo è maturo per prendere in mano la patata (…)

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright