E’ la stampa, bellezza (i titoli di venerdì 17 II 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Prima assume e poi chiude
Il caso. I concorsi banditi dalla XV Comunità montana “Valle del Liri” di Arce suonano come “l’ultima infornata”. La decisione del presidente Gianluca Quadrini scatena la bufera. Per l’Uncem Lazio sono quantomeno inopportuni

SINTESI
Una decisione che solleva dubbi e perplessità. È quella assunta dal presidente della XV Comunità Montana, destinata, come le altre, a trasformarsi in Unione dei Comuni. Ma, nonostante tutto, assume. E pochi lo sanno. Nove posti a tempo indeterminato tra funzionari, istruttori amministrativi e videoterminalisti. La notizia sarebbe a dir poco sensazionale se non suonasse quantomeno inopportuna. In provincia di Frosinone gli enti locali che assumono a tempo indeterminato sono una rarità. Se a farlo poi è un ente montano, potrebbe venire da pensare che si tratti di una burla.

 

Fca, inizia una nuova primavera

Piedimonte San Germano. Oggi, dopo ben 8 anni, cessano gli ammortizzatori sociali: da lunedì i 4.300 operai tornano regolarmente in fabbrica. Già assunti 280 giovani: tra marzo e giugno altri mille ingressi. Ma nell’indotto non tutti festeggiano e alla Ceva è ancora sciopero

 

Cristofari costringe il Pd a sostenerlo

Frosinone. Il presidente dei medici la spunta sulla nomina dei primari provvisori e rilancia la candidatura. Prevalgono i criteri del merito e della competenza. I Democrat adesso fanno a gara per blindarlo

 

Agente aggredito da una baby gang

Castelnuovo Parano Un poliziotto della penitenziaria sorprende in casa i ladri: botte da orbi da parte dei giovanissimi. Tre rapine in meno di due mesi tra Pontecorvo e il Cassinate, oltre a furti continui. Sale il livello d’allerta

 

Polveri sottili: raggiunti 35 sforamenti

Frosinone

 

«All’Arena Garibaldi senza fare calcoli ma decisi a vincere»

Ariaudo «Non dovremo commettere l’errore di sottovalutare i toscani. Sarà una gara complicata da affrontare con grande concentrazione»

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

Schiuma sospetta, scatta l’allarme
Ferentino. Strane sostanze rilevate in un canale di scolo, indagano i Carabinieri forestali

SINTESI
L’allarme è partito nel primo L’pomeriggio di ieri. Un’evidente schiuma bianca sul corso d’acqua, segno di un possibile inquinamento. E subito sono scattate tutte le procedure di verifica e controllo. Siamo sulla Morolense, ai piedi del centro abitato di Ferentino. Zona Asi, dove insistono diverse realtà produttive. Il corso d’acqua, poche decine di metri più in là, sfocia direttamente nell’Alabro, un fiumiciattolo che dopo 15 chilometri si getta nel Sacco.

 

Senzatetto scambiato per fantasma

Cassino. Scoperto dal custode insospettito da strani rumori all’interno del camposanto

 

Nomina primari temporanei, Fabrizio Cristofari ha vinto la sua battaglia/

Frosinone. Soddisfatto il presidente dell’Ordine dei Medici. La Regione interviene sulla vicenda delle nomine temporanee. “Questo dimostra che i risultati conseguiti passano attraverso le scelte condivise”. La replica della Asl: “Per i nuovi incarichi esperienza e meriti”

 

Una super perizia per respingere tutte le accuse

Le indagini sulla Saf di Colfelice. La consulenza del professor Piero Sirini, un luminare dell’ingegneria ambientale, conterrebbe gli elementi necessari a dimostrare che tutto è in regola. La contromossa dell’avvocato Salera dopo il maxi blitz della Dia

 

Province, riforma da rivedere

Lettera appello di Pompeo e Amata al presidente dell’Upi. “Occorre un’azione comune per rimettere al centro dell’agenda politica il tema degli enti di area vasta”

 

Frosinone verso la gara col Pisa Squadra che vince non si cambia

Fallimento Latina Calcio. Chiesto l’esercizio provvisorio. I Pm non si sono opposti.

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Centro storico in abbandono
Al Corso tre attività e due bar chiusi nel giro di pochi mesi. Commercianti e residenti: «La parte alta della città è in agonia. Serve un rilancio vero e un maggiore decoro urbano»

SINTESI
Non ci stanno commercianti e residenti del centro storico del capoluogo. Troppe serrande abbassate e tante case vuote con fuori, affisso sulle porte, il cartello affittasi. Non solo: lamentano la carenza di parcheggi e di illuminazione pubblica, oltre allo stato in cui versano le strade. C’è anche chi teme lo spopolamento della zona più antica della città, una volta cuore pulsante del commercio e della vita quotidiana. In corso della Repubblica, ad esempio, un altro bar si appresta a chiudere i battenti sulla scia di altri negozi che di recente hanno lasciato il centro storico

 

Una discarica in mezzo alle case

La Consulta dell’Ambiente presenta una denuncia al sindaco e alla Procura: «Il torrente è un immondezzaio». Grossi: «Se il Comune non si attiva subito per rimuovere tutti quei rifiuti, avremo gravi danni all’ambiente»
 

L’indotto sciopera mentre la Fca continua ad assumere

Nella busta paga di febbraio i dipendenti della casa torinese troveranno un premio produzione di 1.230 euro
 

Troppi furti, il sindaco pensa alle ronde

L’escalation della microcriminalità allarma l’intero territorio di Patrica. Al punto che il sindaco sta organizzando delle squadre di cittadini che possano affiancare le forze dell’ordine.
 

«Ora prendiamoci i tre punti a Pisa»

Frosinone, Ariaudo suona la carica. Intanto Mamic ha firmato. Il difensore del Frosinone Ariaudo suona la carica: «La cosa importante è vincere dentro e fuori. Ora andiamoci a prenderci a tre punti a Pisa». Intanto ha firmato il croato Mamic

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Tutti d’accordo per il fallimento
Il caso Ieri l’udienza: si va verso il crac ma con la stagione garantita poi ci sarà l’asta. Mancini: era l’unica strada. Il Latina Calcio aderisce all’istanza della Procura, chiede l’esercizio provvisorio e propone l’acquisto. Oggi la sfida con il Novara

SINTESI
Il Latina Calcio ha aderito all’istanza di fallimento della Procura. La strada del club è quella del fallimento pilotato come era accaduto anche a Bari e ad Ascoli per salvare la stagione. La compagine societaria rappresentata da Benedetto Mancini ha chiesto l’esercizio provvisorio ottenendo l’ok dai pm. Entro il 27 febbraio la società dovrà presentare un piano al giudice Linda Vaccarella, poi sarà dichiarato con ogni probabilità il fallimento e il titolo andrà all’asta con la proposta d’acquisto formulata da Mancini. «Quella del fallimento pilotato è stata l’unica strada percorribile», ha detto il presidente nerazzurro. Ieri gli stipendi non sono stati pagati e il rischio è di una penalità, stasera intanto la delicata sfida con il Novara

 

Edilizia, i nodi passano al Tar

Giustizia I numeri dei contenziosi amministrativi illustrati ieri durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario. Cemento e appalti sempre in vetta ma ora c’è anche il Demanio
 

Quattro arresti per il rogo ai tir di rifiuti

Operazione «Truck on Fire» Svolta nelle indagini dei carabinieri sull’episodio di Fiano Romano del giugno scorso. In manette ad Aprilia due uomini e due donne che incendiarono dieci camion della Autotrasporti Cantelmi

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Indagato il papà di Renzi
Convocato dai pm per aver messo le mani su un appalto Consip
Casa di Monte Carlo, Fini teme l’arresto

 

Sicilia, 886 avvocati per riscuotere l’8% delle tasse evase
Buttafuoco: «Non meritiamo l’autonomia, commissariateci»

 

 

verita

La Verità 
(direttore Maurizio Belpietro)

Indagato babbo Renzi
Al padre dell’ex premier contestato il traffico d’influenze nell’inchiesta svelata dalla «Verità». Al setaccio i rapporti con Romeo, sospettato di pagare tangenti

 

Ma come sono Gentiloni a Palazzo Chigi con i re delle autostrade
Con un colpo di mano, il ministro Delrio stravolge il tanto decantato codice degli appalti di Raffaele Cantone e fa un favore grosso così ai gestori delle autostrade. Infatti i vari Gavio e Benetton potranno continuare a tenere per sé, senza gare, i lavori di manutenzione, che fanno eseguire a imprese di loro proprietà. Un favore milionario, passato senza che nessuno battesse ciglio, sindacati in testa, anche grazie al «ricatto occupazionale». E che spiega molto bene perché i gestori delle autostrade siano così generosi nel finanziare i partiti.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright