E’ la stampa, bellezza (i titoli di lunedì 27 III 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Ucciso per un cocktail
Alatri. Emanuele Morganti non ce l’ha fatta: è morto ieri sera all’Umberto I. Donati gli organi. Raffica di interrogatori: la procura indaga per omicidio. La rabbia della gente che vuole giustizia

SINTESI
Un cocktail. Preso per sbaglio. Pensava fosse per lui. Invece era di un albanese. È iniziata così la lite all’interno del circolo Arci Mirò music club di Alatri, finita con la morte di Emanuele Morganti. Il ventenne è deceduto alle 21 di ieri sera all’ospedale Umberto I di Roma. Troppo gravi le ferite riportate a seguito del violento pestaggio. Ad aggredirlo, all’esterno del locale di piazza Regina Margherita, forse una ventina di persone. Il ragazzo è stato preso a calci e pugni e poi colpito anche con una spranga di ferro. Il branco ha agito in maniera violenta. Senza pietà. Ora la Procura sta indagando per omicidio. Ieri, dopo una raffica di interrogatori, il sostituto procuratore Vittorio Misiti ha concentrato l’attenzione su nove persone, tra giovani e adulti

Nasce la figlia ma lui resta alle slot

L’uomo “m a l at o” di gioco d’azzardo rimane seduto davanti alle macchinette mentre la moglie dà alla luce una bambina. L’operaio perde uno dei momenti più importanti della sua vita a causa della dipendenza. È allarme per il fenomeno in aumento

 

Urbanistica, nulla si muove

Continua lo scontro tra professionisti e dirigenti del settore per la lentezza nel rilascio delle autorizzazioni. Nonostante le rassicurazioni fornite dal sindaco Ottaviani e dall’assessore Gagliardi nessuna soluzione in vista

 

Didattica sul web e non solo. Arriva Luca Abete

Grandi novità in arrivo all’università di Cassino e del Lazio Meridionale.

 

Il Piatto D’Oro inebria tutti

L’evento La manifestazione giunta alla IX edizione ha ospitato tutti gli chef della trasmissione Cibum in onda su Teleuniverso. Per la prima volta la maratona culinaria si è svolta nell’istituto San Benedetto. Un imperdibile appuntamento con il gusto

 

Missione compiuta. Frosinone torna primo

Serie B I canarini battono 2-0 la Spal a Ferrara. E si riprendono la vetta allungando anche sul Verona (+4). Il Frosinone torna dalla trasferta di Ferrara con tre punti che si traducono nel ritorno al vertice della classifica di Serie B: succede tutto nel secondo tempo, la sblocca Ciofani, la sigilla Ariaudo. I canarini allungano sul Verona, fermato al Bentegodi dal Pisa (1-1).

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

Emanuele è morto. caccia ai responsabili
Alatri. Non ce l’ha fatta il ventenne aggredito selvaggiamente nella notte tra venerdì e sabato. Inutili gli sforzi dei medici romani. Ricerche serrate dei carabinieri. I cittadini chiedono giustizia immediata. Tantissime le reazioni: “Chi sa deve parlare”

SINTESI
Ha lottato tantissimo. Non è stato purtroppo sufficiente. E’ morto Emanuele Morganti, il 20enne di Tecchiena di Alatri rimasto vittima di un pestaggio nella notte tra venerdì e sabato. Dalla serata di sabato le speranze si erano quasi del tutto affievolite. Il suo cuore fortissimo continuava a battere quando ormai però i medici non potevano fare davvero più nulla per salvarlo. E’ morto al Policlinico Umberto Primo di Roma.

Ammazza che roba!

Nello stadio ferrarese il Frosinone regola la Spal con un perentorio 2 a 0. Entusiasmo alle stelle tra i tifosi che ricevono l’abbraccio dei giocatori sotto il loro settore Canarini in gol con Ciofani e Ariaudo

 

Tenta di corrompere un perito della procura. Imprenditore a processo

Cassino. Ha offerto 150mila euro per aggiustare una causa

 

«Equitalia, solo disservizi»

La Casa del Consumatore denuncia la disorganizzazione dello sportello di Frosinone. Vittorio Perifi: “Incapacità organizzativa e nessun rispetto per l’utenza: non è possibile stoppare
le prenotazioni delle prestazioni alle 10.20 perché c’è troppo afflusso. E’ un’assurdità!”

 

Finanza di progetto. Scontro tra De Donatis e l’ex sindaco Tersigni

Sora. Dopo il convegno dell’altro giorno. «Gli errori del passato». Partenariato pubblico – privato: De Donatis li ricorda a Tersigni. Immediata la replica del sindaco al suo predecessore dopo il convegno dell’altro giorno sulla Finanza di Progetto

 

Successo annunciato per la Giornata Fai. Monumenti presi d’assalto

La “Firenze della Ciociaria” incanta centinaia di turisti. In migliaia in Città per la seconda Giornata di Primavera dei Fai

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Pestato dal branco, è morto

Alatri: inutili i tentativi dei medici del Policlinico di Roma: Emanuele Morganti è spirato
nel pomeriggio. I carabinieri hanno interrogato decine di ragazzi: sei gli indagati

SINTESI
Emanuele Morganti, il giovane massacrato a colpi di spranga in pieno centro ad Alatri venerdì sera, non ce l’ha fatta e, in una atroce coincidenza, la notizia è arrivata ieri in serata, proprio nel giorno in cui si festeggiava il Santo che porta il suo nome. Il passaparola è iniziato immediatamente facendo il giro della città che da quarantotto ore era in apprensione per le sorti del ventenne. Già gli animi in città e sui “social” si erano scaldati tanto che la fiaccolata/manifestazione promossa per domenica è stata rinviata. Finora nessun indagato

 

Il latitante voleva fuggire all’estero

Il camorrista Alessandro Menditti era evaso dal carcere di Frosinone e si era andato a nascondere nel suo paese. L’uomo è stato trovato dai carabinieri e bloccato in una casa in costruzione a Recale in provincia di Caserta

 

Nuovo stadio, un modello da visitare

Nei prossimi giorni i responsabili di squadre della massima Serie esamineranno l’impianto di ultima generazione

 

Atto di forza, Frosinone capolista

La SerieB ha una nuova capolista: il Frosinone, che ha vinto per 2-0 lo scontro diretto a Ferrara contro la Spal con i gol di Daniel Ciofani e Ariaudo. É stata una vera e propria prova di forza

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Delitto Esposito, sentita una donna
Cronaca Si fa più forte la pista del denaro legata all’ambiente della prostituzione. Da oggi altri interrogatori ed esame delle immagini. Giovane rumena nei giorni seguenti alla scomparsa ha usato il bancomat di Umberto per un prelievo nella zona di Fondi

SINTESI
C’è una pista straniera nell’ in – chiesta sull’ omicidio di Umberto Esposito, il sarto di 81 anni ucciso e il cui corpo è stato trovato morto venerdì sera in un uliveto a La Fiora, vicino a Terracina. La strada investigativa che percorrono i carabinieri si inserisce in un contesto più ampio e articolato che riguarda ragazze dell’ est europeo che si prostituiscono. Il primo riscontro che è arrivato è quello relativo ad un prelievo con il bancomat della vittima; a presentarsi allo sportello di un istituto di credito è stata una giovane donna romena, adesso ascoltata dagli investigatori. E poi ci sono le società della vittima intestate ad un’ altra giovane romena. A questo punto la pista privata e quella professionale sembrano intrecciarsi

 

Una consulenza di troppo

Giudiziaria. Chiesto il giudizio per Raphael Rossi, amministratore della Formia Rifiuti Zero
L’accusa: ha costituito una società ad hoc per ottenere un incarico dalla MessinAmbiente

 

Aveva dieci chili d’hashish, arrestata

Fondi La donna si è agitata ad un posto di blocco durante un controllo dei carabinieri, poi la perquisizione a casa. A finire nei guai un’estetista di 47 anni: nascondeva lo stupefacente diviso in panetti nell’armadio di casa

Nerazzurri, un altro pareggio deludente

Calcio, Serie B In dieci i pontini hanno difeso lo 0-0 con la Pro Vercelli

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Roma senza capitale
Pil giù, consumi che non ripartono, investimenti al palo: radiografia di un declino. Da Almaviva a Sky, aziende in fuga al Nord: avanti così e resteranno solo i ministeri

 

Lite per una donna. Ragazzo ventenne ucciso dal branco
Tragica rissa ad Alatri

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Pensioni, le nuove regole
Addio anticipato, lavori usuranti, contributi statali: arrivano i decreti. E senza i voucher abbiamo perso 300mila posti di lavoro

 

Così l’Italia coltiva i nemici in casa
Espulso imam che rifiutò la cittadinanza. E il Pd vuole lo ius soli

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright