I titoli dei giornali di martedì 20 marzo 2018

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina martedì 20 marzo 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina martedì 20 marzo 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

*

provincia-2(direttore Dario Facci)

La ronda si fa tecnologica
Frosinone. Alcuni residenti creano una chat su Whatsapp per lanciare l’allarme contro i ladri. Con il social sventato già un colpo. L’idea è stata di alcuni frusinati residenti nel triangolo compreso tra via Pratillo, via Faito e Colle del Vescovo. Zona dove negli ultimi giorni, con diversi precedenti anche nelle settimane trascorse, si sono verificati diversi tentativi di furto. Alcuni purtroppo andati a buon fine, altri fortunatamente sventati.

 

Autenticazioni, al via il processo
Comunali 2015, alla sbarra 4 ex consiglieri provinciali. Sotto la lente della magistratura la raccolta firme per le candidature comunali. I giudici dovranno decidere sull’autenticità degli atti, l’azione giudiziaria partì da una denuncia. Verranno ascoltati vari politici con incarichi anche provinciali

 

Strisce blu. Studio legale chiede gli atti
Frosinone.Il silenzio dell’amministrazione rotto da un vero ‘difensore civico’. Perlini indossa la toga L’avvocato chiede gli atti per verificare la correttezza dell’operazione

 

Piazza Diamanti e quel palazzo che fa paura
Frosinone. La struttura versa in condizioni tali da renderne a rischio la stabilità. I residenti: “Qualcuno intervenga prima che accada qualcosa di irreparabile”

 

L’orgoglio del Rettore per rilanciare l’ateneo
Cassino. Cassino. Ieri la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico. «Dai momenti di sconforto la prova della robustezza»

 

Verso la sfida di Terni con la voglia di riscatto
Serie B. Il Frosinone torna oggi a lavorare

 

*


(direttore Stefano Di Scanno)

Inneggiarono a Kappler, Ferraro li fermò
Lo striscione dei reduci negli anni 70′. Dopo il week end infuocato viene fuori che la stele ai parà risulta priva di autorizzazioni e già si parla di una imminente rimozione. Gli interventi del generale Firtz, del presidente Anpi Morsillo, di Battisti e Di Giorgio

 

Sbattuti in prima pagina per colpe non certo nostre
Il rettore Betta, durante la cerimonia di inaugurazione del 39^ anno accademico, mette i paletti tra l’attuale e la passata gestione dell’Ateneo. «Il governo – ha scandito – ha saputo riconoscere il cambio di rotta». Incremento delle immatricolazioni

 

I Rolex vanno a ruba. Terzo furto… per strada
Cassino/ Cronaca. Ieri mattina altro colpo in via Marconi. La vittima, un 70enne, è stata avvicinata da una giovane che chiedeva informazioni. Le forze dell’ordine invitano a tenere alta la guardia

 

Cinque viados nella casa del sesso. Nei guai locatario e proprietaria
Ferentino/ Cronaca. L’appartamento era frequentato anche da professionisti ed operai di età compresa tra 25 e 50 anni. I denunciati dovranno rispodere di favoreggiamento della prostituzione

 

Polizia locale impiegata nei controlli notturni
Frosinone/ Comune. «Si tratta di un’ipotesi, inizialmente da sperimentare, che potrebbe facilitare la prevenzione dei piccoli reati»

 

Basket, harakiri Virtus Rossoblù sconfitti in casa della Costa d’Orlando
Spazio Sport. I rossoblù giocano ai livelli abituali soltanto il terzo e il quarto periodo ma non bastano per avere ragione della compagine di coach Condello

*

 

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

Casa del sesso piena di trans
Irruzione dei carabinieri in un appartamento con cinque brasiliani dediti alla prostituzione. Uno di loro aveva preso in affitto il locale di via Stazione: denunciato insieme alla proprietaria dell’immobile

SINOSSI
I carabinieri tenevano sott’occhio l’appartamento da un po’. Avevano notato l’anomalo via vai di uomini e auto diretti in quella casa di via Stazione. E ieri mattina è scattato il blitz nell’alcova a luci rosse. Alcuni residenti della zona avevano segnalato ai militari lo strano “traffico”. I carabinieri del Comando stazione di Ferentino hanno attivato meticolosi servizi di osservazione che li hanno portati a concentrare leattenzioni in particolare su una casa dove si esercitava la prostituzione, con la presenza soprattutto di transessuali brasiliani.

Casse vuote, si spengono i lampioni
Alatri. La Corte dei conti chiede al Comune di rispettare i parametri del piano di riequilibrio e impone la dolorosa scelta. Il provvedimento riguarderà le aree periferiche. Dovranno essere disattivati migliaia di punti luce

 

Ieri proclamati gli eletti. Ora la Giunta
Regione. La Corte d’Appello ufficializza la presidenza. E ora c’è anche il Consiglio

 

L’assessore Tagliaferri minaccia le dimissioni
Frosinone. L’assessore all’ambiente e al welfare: «Non mi riconosco nella linea dell’amminis trazione». Il nodo sui fondi per l’assistenza domiciliare: «Se non verrà data copertura lascerò l’incarico». Una grana per Ottaviani

 

Polveri sottili giù. Ultimi giorni di targhe alterne
Frosinone. Dopo l’ultima domenica ecologica il pm10 registra una diminuzione dei valori comunque entro la norma. Il problema resta grave in tutta la provincia anche se rispetto al 2017 Frosinone e Ceccano hanno 15 sforamenti in meno

 

Per Ariaudo solo un leggero infortunio
Frosinone – Calcio. Ieri la risonanza fatta al ginocchio ha mostrato soltanto una distrazione di primo grado al legamento collaterale esterno

*

 

Messaggero K2(direttore Luciano D’Arpino)

La stele per i parà sarà rimossa
Cassino: dopo le dure polemiche e le proteste dell’Associazione Partigiani, il sindaco ordina di smantellare il monumento dedicato ai soldati tedeschi. Manca anche il permesso del prefetto

SINOSSI
A Cassino la stele dei parà tedeschi verrà tolta e l’area ripulita dalla vegetazione e dai rifiuti e così anche l’ampia grotta. Lo ha annunciato il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro dopo l’annullamento di domenica della inaugurazione della stele in via Di Biasio dove, durante la seconda guerra mondiale, c’era il comando militare del capitano nazista Ferdinand Foltin, comandante della prima divisione dei paracadutisti germanici. Tra l’altro mancava l’autorizzazione del Prefetto.

Il rettore: «Dodici mesi sofferti, ma superati con orgoglio»
Cassino. Orgoglio. E’ la parola chiave, o meglio, il sentimento su cui ha
imperniato il rettore Giovanni Betta la relazione della cerimonia di inaugurazione del XXXIX anno accademico

 

Casa a luci rosse con trans, due denunce
Ferentino. Blitz dei carabinieri in un villa: nei guai un brasiliano e una donna del capoluogo

 

Rifiuti alla Saf, risolte le criticità
Colfelice. Ieri coda di camion davanti all’ingresso, ma la società spiega: «Abbiamo dovuto smaltire le giacenze dei giorni scorsi». Ampliamento discarica Mad, il sindaco di Roccasecca rilancia la richiesta di convocazione di un tavolo tecnico

 

Stadio, vertice in Regione. Si punta a sbloccare l’impasse sulla strada
Frosinone. Via per l’accesso dei tifosi ospiti, il Comune cerca di accelerare. Va ripresentata l’istanza con opere realizzate ed alberi da tagliare

 

Frosinone, ora undici finali per la A
Se si analizzano le ultime sei stagioni, mediamente alla seconda classificata sono stati necessari 21 punti per salire direttamente. Il Frosinone deve veramente pensare di disputare undici finali, ritrovare umiltà, compattezza e puntare deciso alle prime due posizioni

 

*

Latina Oggi K2(direttore Alessandro Panigutti)


Archivio di bimbi sul pc, arrestato
Aprilia.
L’uomo, un cittadino romeno incensurato, è detenuto ai domiciliari. Gli investigatori hanno sequestrato il computer. Venticinquenne intercettato dalla polizia postale: deteneva e condivideva file con materiale pedopornografico

 

Tenta di comprare la pattuglia
Minturno. Un uomo di 52 anni arrestato per tentata corruzione. Fermato dai carabinieri per strada consegna il libretto dell’auto con dentro 100 euro. «Prendetevi un caffè»

 

Bimba morta in corsia, parlano i medici
In aula. Il processo per il decesso della piccola di nove mesi ricoverata al Goretti e poi trasferita al Gemelli. Il racconto di due testimoni: non si poteva operare. Interrotta la deposizione della mamma che sotto choc ha pianto

*

Il Tempo K2(direttore Gianmarco Chiocci)

Così ci fregano sulla Tari
La Raggi sbandiera la riduzione della tassa sui rifiuti a Roma ma il trucco c’è (e si vede pure). Per finanziare il mini-calo il sindaco toglie le agevolazioni e introduce l’imposta sulle case sfitte. Per 2 centimetri di neve (già sciolta) la Capitale paga 80 milioni di danni

 

Svolta nel giallo di Pescara. L’alibi del cugino non regge
Si diceva fosse andato negli Usa il giorno prima del delitto. Ma è partito l’indomani

*

il-giornale (direttore Alessandro Sallusti)

Gli spioni di facebook
Terremoto in rete. Utilizzati i dati di 50 milioni di utenti. Lo scandalo fa crollare in Borsa il colosso dei social network

 

A rischio le 14esime dei pensionati
Emergenza conti. Le stime del Fmi: «La Fornero non basta, servono tagli»

 

*

(direttore Maurizio Belpietro)

Abbuffata di nomine alla faccia del voto
Dal Cnel al Coni servizi. Gentiloni si comporta come se lui e i suoi ministri non fossero stati sonoramente bocciati nelle urne. Dopo il raid per i vertici delle forze dell’ordine e dei servizi segreti, domani e venerdì nuova infornata

 

L’inchiesta non ferma gli affari dei Renzi
Mentre si avvicina l’interrogatorio di babbo Tiziano, continuano le manovre sulle aziende

 

*

(direttore Claudio Cerasa)

Sharia e cash. 140 mila euro, 100 mila firme e complotti per fare di Tariq Ramadan il “martire islamico di #MeToo”
Roma. La prima colletta aveva messo insieme 107 mila euro. Adesso ne arriva un’altra che, in meno di quarantotto ore, ha racimolato già 30 mila euro. Obiettivo: trovare altri 150 mila euro. Tutto per la gloria e l’innocenza dell’islamologo Tariq Ramadan, in custodia in Francia dall’inizio di febbraio per le accuse di stupro, tra cui uno su una donna disabile (per ora sono quattro in tutto, fra Francia e Stati Uniti)

 

La differenza tra un vaffa e un governo
Lega e M5s sono il governo naturale. Ma se l’accordo dovesse saltare al Pd verrà chiesto che fare con i grillozzi. E per dimostrare che il grillismo è pericoloso non basta dire no. Serve metterli a nudo su questi tre punti

 

*

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright