I titoli dei giornali di mercoledì 28 febbraio 2018

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina mercoledì 28 febbraio 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina mercoledì 28 febbraio 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

*

Messaggero K2(direttore Luciano D’Arpino)

Ghiaccio, le scuole restano chiuse
Gelate e temperature popolari, è ancora allerta. Oggi niente lezioni nel capoluogo e in altri 16 Comuni. Strade interdette a Ferentino. Prevista un’altra nevicata, ma lieve

SINOSSI
Ghiaccio e gelo sono le insidie del dopo neve. Per questo anche oggi le scuole resteranno chiuse in 17 Comuni, compreso il capoluogo. Nei centri vanno avanti gli interventi di pulizia delle strade, anche se, come a Frosinone, non sono mancate proteste dei cittadini che ieri lamentavano la presenza di neve e ghiaccio su stradine e marciapiedi. A Ferentino, intanto, il sindaco, con un’ordinanza, ha chiuso alcune strade alle auto e ai pedoni. Acea Ato 5 ha ribadito l’invito a proteggere i contatori.

 

Duplice omicidio. All’assassino inflitti trent’anni
Duplice omicidio in cava: 30 anni a Giuseppe di Bello. Questa la condanna che la Corte d’assise d’Appello ha inflitto al 38enne di Coreno accusato di aver assassinato a colpi di pistola i fratelli Pino e Amilcare Mattei, imprenditori del Perlato. L’omicidio risale al novembre del 2014. Ieri mattina, dopo la condanna all’ergastolo, in primo grado, si è concluso il processo d’Appello e al corenese è stata ridotta la pena perché i giudici hanno ritenuto le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti

 

Saxa Grestone: a fine anno prodotti i primi sampietrini
Un lungo applauso dei lavoratori ha salutato l’ingresso nella sala dell’assemblea sindacale dell’imprenditore Francesco Borgomeo che da domani sarà ufficialmente il nuovo proprietario dell’ex Ideal Standard di Roccasecca, ora denominata Saxa Grestone. E fuori dallo stabilimento c’è già la nuova targa.

 

Mega piano edilizio Bacucco, è scontro
Patrica. Il programma prevede oltre 150 case, cinema, albergo, polo fieristico. In cambio un campus scolastico e bonifica. Per Comune e privati è una chance di recupero, ma il comitato “Buon Governo”: «Il cambio di destinazione d’uso non si può fare»

 

Mobilità scaduta e tirocini mai fatti, vertice in Regione
Giornata decisiva oggi per 800 ex lavoratori ciociari in mobilità ai quali nel 2017 è scaduto l’ammortizzatore sociale. Oggi in Regione Lazio, l’Ente di via della Pisana, le organizzazioni sindacali della Provincia di Frosinone e le associazioni datoriali si siederanno attorno ad un tavolo per parlare del futuro occupazionale in Ciociaria

 

Ciofani e Ciano salvano il Frosinone
Termina 2-2 la sfida tra Cremonese e Frosinone allo stadio Zini.Untempo a testa per le due squadre con la Cremonese avanti 2-0 nel primo tempo e poi raggiunta dai ciociari nella ripresa (grazie all’ingresso di Ciofani, nella foto, e Ciano). Pareggia anche la capolista Empoli

 

*

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

Una provincia sotto zero
Maltempo. Il ghiaccio e le temperature arrivate anche a meno 9 hanno creato disagi. In tilt la circolazione ferroviaria. Per oggi temperature in risalita, ma si teme altra neve nella notte. E molti sindaci chiudono ancora le scuole

SINOSSI
Frosinone tra le città più fredde d’Italia. Ieri il ghiaccio ha creato non pochi problemi soprattutto di mattina presto e in serata. Per oggi si prevede un rialzo delle temperature, ma nella nottata potrebbe cadere altra neve. Fino a ieri, comunque, la protezione civile non si sbilanciava in attesa di quantificare il rialzo delle temperature. Se saliranno si avrà pioggia, altrimenti sarà neve. Tanti problemi per i collegamenti ferroviari. Il 50% dei convogli é stato soppresso. Cancellati i collegamenti della Roccasecca-Avezzano.

Mattei, trent’anni per due omicidi
I magistrati di secondo grado non confermano l’ergastolo per Di Bello, imputato per la morte di Pino e Amilcare. Meno di due ore di discussione, l’attesa snervante e la rabbia dei familiari. In aula forti reazioni: «Questa non è giustizia»

SINOSSI
Trent’anni di reclusione per Giuseppe Di Bello, unico imputato per la morte di Pino e Amilcare Mattei. Questa la decisione dei giudici della Corte d’Assise d’ Appello di Roma che ieri non hanno confermato l’ergastolo deciso in primo grado. Una giornata difficile per i familiari e gli amici dei due imprenditori di Castelforte uccisi nella loro cava di Coreno nel 2014.

Ecco il sampietrino. Arriva Saxa Grestone
Roccasecca. L’imprenditore Borgomeo ha incontrato i lavoratori. Illustrato il piano industriale e il futuro dello stabilimento

 

Aspettano da undici anni l’Appello
Cassino. Coinvolti in quindici in una maxi inchiesta per ricettazione e appropriazione indebita: dieci restano al palo. Solo per cinque è arrivata la prescrizione. L’avvocato D’Alessandro: «Una durata irragionevole del processo»

 

Sequestro milionario allo strozzino
Ferentino. Il provvedimento è stato deciso dal tribunale di Frosinone nei confronti dell ’imprenditore usuraio. L’uomo dopo la condanna si è visto bloccati terreni, unità immobiliari, auto, conti correnti e quote societarie

 

Ciofani accende la luce. E il Frosinone si risveglia
Serie B. Cremonese avanti grazie a due rigori consecutivi. Poi entra il capitano e conduce la squadra al pareggio: 2-2

 

*

 


(direttore Stefano Di Scanno)

Delitto Mattei, uno sconto inaccettabile
Il caso che sconvolse il cassinate. La famiglia di Pino ed Amilcare sconvolta per lo sconto di pena riconosciuto all’imputato, a cui la Corte di Appello di Roma ha tramutato l’ergastolo in una condanna a 30 anni, riconoscendogli le attenuanti generiche

 

Il miracolo di san-pietrino
Strette di mano, sorrisi e abbracci ieri durante la visita di Francesco. Borgomeo, presidente della Saxa Gres, agli operai dello stabilimento roccaseccano che da oggi saranno ex lavoratori Ideal Standard

 

Usura, condanna e maxisequestro da 5 milioni ad imprenditore
Ferentino/ Cronaca. Le Fiamme Gialle hanno accertato la sproporzione tra i redditi dichiarati dal nucleo familiare e il tenore di vita condotto. Sigilli ai fini della confisca a terreni, immobili, auto, conti correnti per un valore superiore a 5 milioni di euro

 

Cimitero di Caira sommerso dai rifiuti: l’indignazione dei cittadini
Cassino/ Degrado. Senza custode e senza servizi manutentivi il camposanto della frazione cassinate versa in uno stato preoccupante. Residenti in rivolta: «I nostri cari non meritano tutto ciò, ma in comune nessuno sembra preoc- cupato di questo stato di cose»

 

Fiaccola benedettina accesa a Norcia, tutti gli eventi
San Benedetto.

 

Calcio / Frosinone, Ciofani e Ciano riprendono la Cremonese nel secondo tempo: 2-2 allo Zini
Spazio Sport. Punto d’oro per la squadra di mister Longo, le cui rotazioni non hanno funzionato. Con l’entrata in campo dei titolari la musica è cambiata

*

 

provincia-2(direttore Dario Facci)

Uomini che odiano le donneDa Frosinone, Cassino e Sora storie di maltrattamenti, violenze e ossessioni. Prescrizioni dei giudici ignorate. Ritornano a infierire

SINOSSI
Amori che non iniziano mai. Amori che finiscono. Amori che si ammalano. Storie di uomini che perseguitano le donne. Che sono violenti, a volte ossessivi. Denunciati e allontanati dai giudici spesso ignorano i provvedimenti restrittivi e tornano ad essere aguzzini. Uomini che spesso fanno del male non solo alle madri dei loro figli ma, seppur involontariamente, anche agli stessi bambini. Tre storie che arrivano dal Frusinate, dal Cassinate e dal Sorano.

Un volto nuovo. Un’altra sfida. La stessa anima
L’editoriale del direttore Dario Facci. * ggi trovate La Provincia con un volto diverso. Abbiamo rinnovato la sua grafica, lavoriamo a rendere più fruibili e immediati i suoi contenuti ma l’anima, quella che ha sempre caratterizzato questo giornale (la vicinanza alla nostra gente e alle sue istanze piccole e grandi, al territorio che vogliamo contribuire a valorizzare in tutte le sue capacità e le sue bellezze), non muterà mai. Si tratta di un’eredità importante che consideriamo un (…)

 

Maltempo, è ancora allerta
Ad Arce due anziani sono stati portati in salvo dai carabinieri. A Frosinone, una falsa ordinanza su rischio neve e chiusura delle scuole crea il caos sul web. Il Comune si rivolge alla Procura della repubblica chiedendo la punizione dei responsabili

 

Trenta anni a Giuseppe Di Bello
Ritenuto colpevole dell’omicidio dei fratelli Pino e Amilcare Mattei nella loro cava nel novembre 2014

 

Più forti dei rigori “generosi”
Il Frosinone pareggia 2-2 a Cremona, reagendo al doppio vantaggio grigiorosso

 

*

 

Latina Oggi K2(direttore Alessandro Panigutti)

Condanna con lo sconto: 30 anni
Delitto Mattei La Corte d’Assise di Appello cancella l’ergastolo per Giuseppe Di Bello, il 37enne che uccise i due proprietari di una cava. Attenuanti equivalenti alle aggravanti, così l’omicida evita il carcere a vita. Reazione in aula dei familiari delle vittime

 

Pontina e M5S: la Lombardi esce di strada
La candidata alla Regione Lazio non vuole la Roma-Latina

 

«Rida, ora i decreti ingiuntivi»
Aprilia. Ristoro non versato nelle casse comunali da un anno a mezzo, Porcelli incalza il sindaco: «Basta con gli annunci, Terra compia un atto concreto »

*

Il Tempo K2(direttore Gianmarco Chiocci)

A Roma si balla il buca buca
La neve e il ghiaccio hanno dato il colpo di grazia alle strade della Capitale: diecimila voragini! Strage di sospensioni e cerchioni. E il piano di rattoppi annunciato dal Campidoglio non si vede. Ma la Raggi rovina la vita a un automobilista su tre: «Via i diesel dal centro»

 

Habemus piazza. Il centrodestra finalmente unito
Domani a Roma i tre leader insieme per portare alla vittoria la coalizione

*

il-giornale (direttore Alessandro Sallusti)

«Nell’urna Allah vi vede Islamici, votate a sinistra»
Appello degli islamici. I musulmani punteranno sul Pd: scegliete chi vuole lo ius soli

 

Scalata mondiale a Sky. Trema lo squalo Murdoch
La sfida di Comcast

*

(direttore Maurizio Belpietro)

Da quando c’è lui i treni non partono più
Disgrazia delirio. Pochi centimetri di neve bloccano da due giorni il traffico ferroviario e aereo. Il ministro fa finta di nulla ma è il responsabile: negli altri Paesi non succede

 

La lezione del rom: «Giusto picchiare i prof»
«Ho insegnato a mio figlio come si fa», spiega l’uomo che ha preso a schiaffi un insegnante a Treviso

 

*

(direttore Claudio Cerasa)

Piccola riflessione attorno a un numero magico. Tutti vogliono il 40 per cento. Ma c’è solo un 40 per cento che fa bene all’Italia
C’è un numero importante, un numero magico, che in questa campagna elettorale si trova al centro di molte strade, di molte traiettorie, di molti sogni, di molti incubi, di molte speranze. Quel numero è ovviamente il quaranta, inteso come quaranta per cento, e giocare oggi con questo numero ci aiuta a capire molte cose sui giorni che ci separano dal voto del 4 marzo e forse anche su quelli immediatamente successivi.

 

Il pericoloso placet di Mattarella al M5s
Nel 2013 Napolitano impedì a Bersani di formare un governo con i grillini e salvò l’Italia. Oggi il nuovo presidente rischierebbe grosso dimenticando la storia da cui proviene e normalizzando il partito del vaffanculo

 

*

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright