Il lascia e raddoppia di Forza Italia

CORRADO TRENTO per CIOCIARIA EDITORIALE OGGI

Il “lascia o raddoppia” di Forza Italia si giocherà sull’esito delle elezioni comunali di Cassino, Sora e Alatri.

Nel caso di vittoria in tutti e tre i Comuni sarà impossibile mettere in discussione il coordinatore Pasquale Ciacciarelli. Nel caso di sconfitta totale, invece, neppure il consigliere regionale Mario Abbruzzese riuscirebbe a blindarlo. Mentre nell’eventualità di un 2-1 o di un 1-2, la partita interna proseguirebbe ai tempi supplementari.

Intanto però giugno è lontano e il coordinatore regionale Claudio Fazzone ha annunciato un vertice in provincia. Per cercare di “recuperare” Alessia Savo, ma anche per fare il punto della situazione.

Alcuni gradirebbero comunque l’azzeramento dei vertici politici.

Il coordinatore Pasquale Ciacciarelli sta preparando le contromosse, a cominciare dal forte legame con i giovani del Partito.

La tensione però si respira. Alessia Savo, vicecoordinatore provinciale dimissionario, ha chiesto un gesto forte: la rottura dell’alleanza alla Provincia. Nessuna risposta ufficiale, ma i segnali sono arrivati lo stesso: “Fuori dalla Provincia? Beh, allora fuori da tutto, anche dall’Asi e da altri enti intermedi”.

Infine, il gruppo di Frosinone chiede spazio. Probabilmente per riequilibrare i rapporti con il cassinate.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright