E’ la stampa, bellezza (i titoli di giovedì 9 III 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

La Ciociara non si tocca
Durissime reazioni sulla possibilità di trasformare il film sulle marocchinate in una pellicola hard. Sit-in di Gioventù nazionale a Castro dei Volsci. Insorgono diversi sindaci e la Spilabotte scrive a Franceschini

SINOSSI
È uno schiaffo pesante, quello che la Ciociaria riserva al regista del remake in salsa hot del film “ La Ciociara” . La fiction hard del capolavoro di Vittorio De Sica, interpretato magistralmente da Sophia Loren e ispirato al romanzo di Alberto Moravia, finita nel mirino di Emiliano Ciotti, presidente dell’ associazione “ Vittime delle Marocchinate” , ha generato la sollevazione dei ragazzi di Gioventù Italiani e di quelli di Forza Nuova. Ma anche la dura presa di posizione del presidente della Provincia e dei sindaci di Frosinone, Esperia e Pontecorvo. A muovere critiche pure il presidente dell’ ordine provinciale dei medici, Fabrizio Cristofari. Per tutti quella pellicola è una squallida offesa alle vittime di una tragedia.

Inchiesta elettorale agli sgoccioli

In fase di conclusione l’indagine avviata dalla procura della Repubblica. A ore l’ultimo adempimento investigativo. Per gli inquirenti il quadro appare chiaro alla luce degli elementi raccolti fino a questo momento. Non si escludono altri risvolti

 

Buco milionario. I dipendenti: vogliamo vedere gli F24 dal ’90

È la richiesta che la Cisl ha formulato al direttore generale. Enorme la voglia di conoscere la verità sul buco milionario per i contributi Inps non versati

 

Si finge rapinato per incassare soldi

Supino. Aveva raccontato di essere stato minacciato e derubato di 13.000 euro. Assicuratore denunciato. A finire nei guai è stato un quarantaseienne che ha inventato il colpo per ottenere un indennizzo

 

Stalking, lo denuncia ma lo frequenta

Cronaca Lei una cinquantenne, lui un professionista trentenne del Cassinate che ha ricevuto l’ordinanza a San Valentino. L’uomo in aula ha dimostrato che la relazione è andata avanti anche dopo la segnalazione della donna

 

Mister Marino ha le idee chiare in vista del Bari

Il Frosinone aumenta il ritmo per tornare al successo. L’allenatore dei canarini contro i pugliesi vuole schierare l’undici tipo

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

Simula una rapina per disperazione
Finisce nei guai un agente assicurativo deferito dai carabinieri. Protagonista un 46enne che aveva raccontato di essere stato aggredito da un uomo che armato gli aveva portato via tredicimila euro

SINOSSI
Denuncia una falsa rapina e finisce nei guai. La vicenda ha visto protagonista un 46enne di Supino, agente assicurativo. L’uomo lo scorso mese si era recato presso la Stazione dei carabinieri di Supino per denunciare una rapina di cui sarebbe stato vittima all’uscita del suo ufficio

Incuria e cumuli di rifiuti: un viaggio nell’indecenza

L’incredibile spettacolo sull’Asse attrezzato di Frosinone e sulla via Morolense. Una situazione al limite della sopportazione che reclama decisi interventi

 

La Giunta ha approvato la nuova pianta organica con 57 posti vacanti

Cassino. Mancano molti funzionari e due dirigenti. La pianta organica che prevede una dotazione di 273 dipendenti. Quelli in servizio sono appena 216, ne mancano 57 con molti vuoti tra le figure apicali. Negli ultimi mesi non sono mancati rapporti molto conflittuali

 

Tir deviati da Frosinone. La risposta negativa del sindaco Fiordalisio

Patrica. “La scelta di Ottaviani è avventata e comporterà disagi”. per il sindaco “E’ paradossale predisporre delle misure per fronteggiare le problematiche legate alla delicatissima situazione ambientale dei nostri territori, credendo che sia un confine geografico a tener racchiuso l’inquinamento”.

 

Nel nome di Benedetto

Bruxelles. Accesa la fiaccola della pace con il presidente Antonio Tajani. Firmato ieri presso il Parlamento Europeo il gemellaggio tra le città benedettine di Cassino – Norcia – Subiaco

 

calcio. Serie B. Contro il Bari tabù da sfatare per i Giallazzurri. Mai vinto al San Nicola. Pronti a cambiare rotta

Campionati Universitari. Il Cus Cassino a tutta velocità verso Catania. Volley e calcio a cinque le formazioni protagoniste

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

«Donne, non abbiate paura»
L’appello del prefetto e del questore in occasione dell’8 marzo: «Reati in diminuzione ma in tante non denunciano». Ottaviani e Cristofari contro il film «la Ciociara» in versione porno

SINOSSI
Ogni tre giorni e mezzo avviene, in media, l’omicidio di una donna in ambito familiare , mentre ogni giorno, sempre ai danni di donne, si registrano 23 atti persecutori, 28 maltrattamenti, 16 episodi di percosse, 9 violenze sessuali. Questi i dati a livello nazionale. Nella provincia ciociara, almeno apparentemente, le cose sembra che vadano meglio: diminuiscono i reati di percosse e lesioni, i maltrattamenti in famiglia sono stati 121 nel 2014, 107 nel 2015, 90 nel 2016. Ma si tratta di dati estrapolati dalle denunce presentate.

 

«Neurochirurgia? Bene, ma subito»

Le associazioni : «Non possiamo rischiare che arrivi un primario senza reparto»
 

Segnaletica stradale illeggibile e caos nelle indicazioni

Orientamento a ostacoli per gli automobilisti che arrivano in città. Tra le poche direzioni chiare c’è quella per lo stadio
 

Rifiuti, operazione «Maschera», dissequestrati beni e quote di otto società

Si tratta di ditte conferenti immondizia alla Mad di Roccasecca, finita nell’inchiesta della Dda insieme alla Saf di Colfelice
 

Frosinone studia per centrare l’impresa

Soddimo esulta con i suoi compagni di squadra dopo una vittoria. A Bari partirà titolare e Marino spera che la sua fantasia aiuti il Frosinone a vincere per spiccare il volo.
 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Lo stalker era pronto a uccidere
Terracina L’arrestato già fermato per atti persecutori era controllato dal commissariato. I timori di un’escalation per la festa della donna. La polizia sventa le mire omicide e suicide di un operaio di 55 anni. Da tempo molestava la sua ex moglie: trovate armi e lettere

SINOSSI
Lo hanno perquisito e trovato in possesso di due pistole, di cui una artigianale, nascoste nella macchina. Un operaio di 55 anni, già noto alle forze dell’ ordine per atti persecutori nei confronti della ex moglie, è stato arrestato dalla polizia del commissariato di Terracina nella tarda serata di martedì, alla vigilia della festa della donna. Stando a quanto ricostruito dagli investigatori durante le indagini, è stato sventato un tentativo di omicidio e suicidio. Insieme alle armi, in macchina gli agenti hanno trovato anche due lettere con cui l’ uomo si rivolge ai figli e ai familiari e spiega i motivi di un gesto estremo. Indizio chiaro secondo gli inquirenti, che ipotizzano un piano criminale da parte dello stalker.

 

Un ponte per la salvezza

Latina Calcio Il Tribunale decide oggi sul fallimento e sull’offerta di Mancini. Non si esclude un esercizio provvisorio affidato al curatore. L’appello del sindaco
 

Cade dal tetto della stalla, straziato nel miscelatore

La tragedia. Vittima Gianni Ceccato di 64 anni, stava riparando il tetto
 

Multa a due indiani, poi la concussione

Sabaudia I fatti avvenuti tre mesi fa, consegnati 400 euro in contanti. Adesso verifiche per capire se ci sono stati altri episodi. I lavoratori immigrati controllati da due vigili urbani su cui ora indagano i carabinieri. Non esiste il verbale
 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Un governatore all’amatriciana
Il centrodestra pensa al sindaco Pirozzi per vincere le regionali 2018 del Lazio. Forza Italia e FdI d’accordo. Zingaretti indeciso se ripresentarsi e Grillo punta a…

 

«Noi, italiani senza casa alloggiati al campo rom»

Agli zingari villette con giardino. Solo un container per 3 famiglie romane

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Gli stipendi segreti dei grillini
Altro che «3mila euro al mese», i soldi dei big da Di Maio a Di Battista. Ecco i veri costi del super aereo di Renzi. Uno studio di un ex collaboratore del Movimento 5 Stelle svela i veri stipendi dei big grillini. Altro che 3mila euro al mese, al netto delle somme versate alle piccole imprese come da statuto, Luigi Di Maio guadagna più di 7mila euro e Alessandro Di Battista quasi 5.500. Ne costa invece 76mila al giorno l’aereo di Stato voluto dall’ex premier Renzi: in un anno ha volato soltanto 13 volte. Curiosità: Alfano lo ha preso sei volte.

 

Follia del Tar: vietato espellere i clandestini spacciatori
Il Tar della Liguria ha dichiarato illegittimo negare il permesso di soggiorno a un extracomunitario condannato (due volte) per spaccio senza valutarne i legami familiari. I giudici amministrativi di Genova hanno perciò annullato un decreto (…)

 

 

verita

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

Da quando suo figlio diventò premier papà Renzi ha moltiplicato gli introiti
Il fatturato delle sue aziende era precipitato a meno di 2 milioni nel 2013, ma è arrivato a 7 nel 2015. E sul caso Consip viene smentito dal sindaco di Rignano: «Mi ha confessato di aver incontrato Romeo»

 

L’Ue: immigrati via. L’Italia: ci vuole il mago
Ennesimo intervento europeo a favore dei respingimenti. Ma il nostro governo non ci sente

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright