È la stampa, bellezza (i titoli di lunedì 28 VIII 2017)

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina e anticipati da Alessioporcu.it

 

 

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Prostitute nelle mani del racket
Frosinone Il questore Santarelli: i clienti alimentano la criminalità, lo sfruttamento e lo spaccio di droga. Indagini serrate dei carabinieri per risalire all’autore dell’omicidio di Gloria Pompili, la giovane uccisa di botte

SINOSSI
Picchiate, minacciate, costrette ad abortire. E a volte anche uccise. Come è accaduto per Gloria Pompili. Il questore Filippo Santarelli parla delle prostitute e della lotta al mercato del sesso. Lo fa alla luce dei primi risultati delle ordinanze che intendono combattere il fenomeno anche da un punto di vista amministrativo. Il provvedimento, infatti, non punisce solo le lucciole, ma anche i clienti. E le prime multe già ci sono state. Il che ha portato anche a una diminuzione delle presenze sulle strade del sesso. Il questore evidenzia anche il fatto che, collegati allo sfruttamento, ci sono altri reati.

 

Incappucciata la stele degli stupri

Pontecorvo. Coperto nella notte da Forza Nuova il cippo dedicato alle truppe coloniali francesi protagoniste delle marocchinate. I militanti affiggono uno striscione per sollecitare ancora una volta la rimozione del monumento. Si riaccende il dibattito

SINOSSI
Incappucciata la stele della vergogna. Nella notte a Pontecorvo i militanti di Forza Nuova hanno coperto con un sacco nero il monumento dedicato alle truppe coloniali francesi. Un modo per chiedere con forza la rimozione della stele che già in passato ha diviso e fatto discutere. Tutto questo a pochi giorni dallo spettacolo teatrale “ Ninetta e le altre – Le marocchinate del ’ 44” che andrà in scena proprio a Pontecorvo, in uno dei territori maggiormente colpiti da quelle brutali violenze.

 

Le elezioni si vincono al centro. La sfida di Tajani parte da Fiuggi

Verso il voto Mario Abbruzzese illustra i temi della convention di settembre. Due giorni
per dibattere del futuro dell’Europa e della prossima campagna.

 

Manager vittime degli hacker/

Furto d’identità e di profili Facebook: sempre più spesso dietro richieste estorsive. Nel mirino i colletti bianchi. Due le denunce presentate alla polizia. Molti gli avvocati in difficoltà per i “cavalli di Troia” digitali che annullano i dati

 

Incendi, distruzione totale

Il Cassinate brucia da giorni. Un vasto rogo ha colpito monte Cairo dopo quasi un secolo: spettacolo apocalittico. Vigili del fuoco e protezione civile a guardia delle case a Villa Santa Lucia. La pioggia aiuta a spegnere le fiamme a Viticuso

 

Il messaggio del Frosinone è chiaro: la squadra è da vertice

Serie B. A Vercelli dimostrazione di grande compattezza.

 

 

provincia-2

(direttore Dario Facci)

Adesso prendiamoli
E’ vera emergenza, i piromani vanno fermati. Montagne e colline di mezza provincia non hanno pace. Il fuoco viene appiccato anche nei centri storici. Ora basta!

SINOSSI
Non resta che sperare nella pioggia. Come a Viticuso, dove un vero aiuto contro il fuoco è arrivato da un provvidenziale acquazzone. L’emergenza incendi sta diventando molto seria. Troppo seria. Bruciano colline e montagne. I roghi sono dolosi. C’è la mano dei piromani. Negli ultimi giorni hanno preso di mira i centri storici. A Frosinone gli episodi sono quotidiani. E’ ora che si mettano le mani su questi pazzi. In cenere anche una fattoria. Le fiamme non danno tregua

 

Latina beffa Frosinone e tenta di rinnovare il Cda

Accorpamento delle Camere di Commercio. Latina vuole rinnovare il Cda, ma è vietato. L’accorpamento con l’ente ciociaro è ormai irreversibile: ma Zingaretti ha avviato la procedura per le elezioni. Insorge Forza Italia

 

Sequestrate 35mila uova sospette

Preoccupazione nel Cassinate dopo un’operazione del Nas dei Carabinieri. L’operazione ha riguardato un’azienda che ha sede in un vicino Comune del casertano e rifornisce varie attività

 

Non una donna ma un fantasma

L’Opinione di Lidano Grassucci * Mica tutte le morti sono eguali, alcune sono meno eguali delle altre, sono da celare.

 

Commosso saluto al principe Ruffo. Il ricordo della città

Paliano. Cerimonia di addio al parco de La Selva. Tante le autorità presenti

 

Frosinone, un bell’inizio Un potenziale notevole e la giusta voglia di fare

Calcio. Serie B. La vittoria di Vercelli regala tranquillità e certezze alla squadra allenata da Longo
Calcio. Nola vince al Tomei ma per bianconeri la forma è eccellente. A dispetto della sconfitta subita in amichevole il Sora continua a far progressi

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Gloria, una schiava scomoda
Omicidio Pompili: i carabinieri indagano su chi sfruttava la ragazza alla quale era stato sottratto il telefono. I soldi che guadagnava finivano nelle mani di altri

SINOSSI
Hanno lavorato anche nel fine settimana gli investigatori che stanno cercando di dare un nome e un volto all’assassino di Gloria Pompili, la ragazza di 23 anni di Frosinone Scalo, barbaramente pestata e morta a Prossedi. Ufficialmente Gloria dava “una mano” nelle frutterie che la zia e il suo compagno gestiscono tra Campo di Carne e Lavinio. In realtà era costretta a vendere il suo corpo per vivere. Per chi lavorava? Gli investigatori non hanno trovato un rapporto di conto corrente o libretto postale, nulla. Una specie di “fantasma” dal punto di vista finanziario. Non aveva soldi con sé nel momento in cui è spirata e a quanto pare non è che di solito ne avesse. Possibile che dava tutto a eventuali “protettori”?

 

Novantenne cade nel pozzo e muore. Lo ritrova il figlio

Fontechiari. L’anziano si era allontanato intorno alle 8 per una passeggiata e controllare la campagna

 

«Geniale e incompreso», la Selva abbraccia il suo Principe sognatore

Paliano. Tra le querce e il cinguettio degli uccelli salutato dai familiari e dagli amici più cari: così il principe Antonello Ruffo di Calabria, scomparso il 24 agosto, si è congedato dalla sua Selva.

 

Le fiamme avvolgono Monte Cairo

Disperato il sindaco di Villa S.Lucia: «Per tutto il giorno ho chiesto elicotteri o canadair, ma mi hanno risposto che non ci sono». Iannarelli: «Le fiamme sono quasi certamente di origine dolosa». Rischio di esplosione dei numerosi residuati bellici presenti in zona

 

Frosinone, prova di forza

Longo: «La predisposizione al sacrificio mi fa ben sperare per il futuro». Ciofani: «Non deve mai mancare la passione». Paganini fiducioso dopo il colpo a Vercelli nella gara d’esordio: «Ottimo avvio, abbiamo dato tutto e giocato bene anche in dieci».

 
 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Un movente difficile da decifrare
Il giallo Gli investigatori al lavoro per ripercorrere le ultime ore di vita della 23enne di Frosinone tra testimonianze e indizi. Nell ’omicidio di Gloria Pompili ci sono diversi tasselli da ricomporre per scoprire i motivi della violenta aggressione

SINOSSI
Rimettere insieme tutti gli indizi, le testimonianze e i riscontri per arrivare a scoprire perché Gloria Pompili è stata ammazzata di botte. È questo il lavoro che, dalla notte compresa fra il 23 e il 24 agosto, stanno portando avanti i carabinieri, con l’ obiettivo di conoscere il movente della violenta aggressione che ha portato alla morte della 23enne di Frosinone, avvenuta sulla 156 dei Monti Lepini, a Prossedi. Le indagini proseguono senza sosta e nel massimo riserbo: vanno ricostruite nel dettaglio le ultime ore di vita della ragazza per arrivare a individuare la persona che ha sferrato calci e pugni contro di lei. Colpi talmente violenti da romperle una costola e da causare la perforazione di polmoni, fegato e milza

 

L’adunata di Casapound

L’evento Dall ’8 al 10 settembre militanti e simpatizzanti del movimento di destra si ritroveranno nel capoluogo per il raduno nazionale dal titolo: “Direzione rivoluzione”

 

Cassa Edile, la versione della difesa

Nei giorni scorsi il gip Valeria Chirico aveva convalidato il provvedimento d’urgenza disposto dalla Procura. Il legale dell’ex presidente ha presentato una memoria difensiva al pm sostenendo l’insussistenza delle accuse.

 

Inquinamento e siccità. L’Amaseno in agonia

Priverno Parco fluviale, l’ultima proposta per tentare di salvarlo

 

Latina ko a Ostia. L’Aprilia passa ancora ai rigori

Coppa Italia

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Tra gli sgomberati 20 «jihadisti»
Okkupazioni Gruppo di rifugiati «attenzionati» dall’Antiterrorismo per radicalismo
Danni per 16 milioni in via Curtatone. Ecco la mappa degli altri 75 stabili da liberare

 

Il dossier degli ex M5S su Lemmetti

Siluro da Livorno per l’assessore

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Ordine dei giudici:prima i migranti poi la proprietà

Liberi di occupare le case. Le toghe rosse proteggono gli abusivi e il governo paralizza gli sgomberi

 

Macron si è già sgonfiato: precipita la sua popolarità

A distanza di tre mesi dall’incoronazione all’Eliseo, con numeri da record, Macron è al suo personale minimo storico. Secondo un sondaggio realizzato dall’istituto Ifop il 57% degli intervistati si è detto insoddisfatto, e solamente il 40% soddisfatto. Si tratta di un calo di popolarità di ben 24 punti, il calo più drastico di qualsiasi altro presidente francese prima di Macron.

 

Bugie su sbarchi e accoglienza: ecco le 10 fake news di Saviano

La disinformazione del guru rosso

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright