E’ la stampa, bellezza (i titoli di lunedì 3 IV 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Gli indagati sono otto

Omicidio Morganti. Sale il numero delle persone finite nel mirino della procura della Repubblica. Sulla porta del Miro spunta uno strano biglietto. E un profilo fake su Facebook infanga Emanuele

SINOSSI
Sale il numero degli indagati per l’omicidio di Emanuele Morganti. L’identificazione dell’ottavo uomo è avvenuta nelle ultime ore. Gli interrogatori si susseguono. A finire sotto torchio è stata un’ altra persona di Alatri, ascoltata per diverse ore. L’unico a dire la verità, per il momento, è il corpo di Emanuele, attraverso le prime risultanze della consulenza medico- legale, dalla quale emerge che l’arma usata per colpirlo è compatibile con uno sfollagente o una chiave a L. E c’ è pure chi ha creato un profilo fake su Facebook, nel quale si sostiene che il ragazzo ucciso cedeva droga ai minorenni. Un modo per depistare le indagini? E nelle ultime ore è spuntato uno strano biglietto sulla porta del Miro.

 

Abbruzzese: ribaltiamo il Pd

Frosinone. La sfida. Il leader di Forza Italia: «Invocano il senso di responsabilità solo quando hanno bisogno di un salvagente». «Le comunali di Frosinone rappresenteranno un “laboratorio” pure nella prospettiva regionale e nazionale. Messaggio chiaro ad Alfredo Pallone: l’orizzonte dei Popolari Europei può essere decisivo

 

Pd, pochi ma renziani/

Cassino. Fardelliani e mosilliani fanno stravincere l’ex premier con l’85%. Emiliano supera Orlando. Resta il nodo iscritti: alle urne solo in 471 su 1.150. L’ombra del tesseramento gonfiato aleggia. Alle urne solo il 41% dei tesserati: un dato importante nell’analisi globale

 

Firme in Comune. Finisce oggi il Martini bis

Fiuggi

 

L’incubatore del polo tessile annega nei rifiuti

Sora

 

Il Frosinone vuole una notte magica per volare in classifica

La gara. Alle 20,30 i giallazzurri ospitano al Comunale l’Avellino. In caso di successo i canarini allungherebbero a +5 su Spal e Verona. L’avversario. Novellino punta sull’ex di turno Daniele Verde

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Dario Facci)

C’è un altro indagato
Omicidio di Alatri. Si tratta di un uomo che era presente al momento dell’aggressione. La fidanzata di Emanuele in Tv: “L’hanno colpito con un oggetto blu”

SINTESI
Un’altra persona, un uomo presente al momento dell’aggressione a Emanuele Morganti, è stata iscritta nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Frosinone che indaga sull’omicidio del giovane di Alatri deceduto a seguito dei feroci colpi ricevuti fuori da un music club della città. Gli investigatori sarebbero giunti ad identificare l’uomo a seguito degli ultimi accertamenti finalizzati a ricostruire il contesto in cui si sarebbe innescata l’aggressione.

 

Due risse in poche ore in pieno centro

Cassino. Putiferio in piazza Labriola. Una chiamata anonima allerta la Polizia

 

Nuova sede per la municipale

Frosinone. Inaugurazione ieri mattina del sindaco Ottaviani alla presenza del Prefetto e delle autorità civili e politiche. I locali ospitano anche la Protezione civile. Il caso. Il complesso ex Enal in abbandono

 

Francesco De Angelis: “Lavoreremo al recupero del sito della ex Videocon”

Il presidente dell’Asi replica alle critiche dell’Ugl. «Nonostante l’imprevisto dell’incendio dello scorso febbraio, il Consorzio non è stato fermo. Infatti, abbiamo avviato tutta una serie di procedure propedeutiche alla pubblicazione del bando».

 

Fabrizio Martini è “caduto” ed è già bagarre

La crisi a Fiuggi tra terme e strategie elettorali. Si apre una fase di dialogo tra le anime politiche che muta totalmente gli equilibri noti finora

 

Insidia Avellino, Frosinone devi vincere

Questa sera al Matusa i giallazzurri devono riallacciare subito il filo dei successi. Turnover per Marino, dentro Russo, Gori, Kragl e forse Mokulu. Ospiti con mille al seguito

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Omicidio, ottavo indagato
Si allarga l’inchiesta sul delitto di Emanuele Morganti, ad Alatri oggi arriva il Ris. Controlli amministrativi sul «Mirò» e sui buttafuori: solo uno aveva il patentino

SINTESI *
Si allarga l’inchiesta sull’omicidio di Emanuele Morganti, il giovane massacrato una settimana fa fuori da un locale di Alatri. C’è un ottavo indagato e si tratta di un uomo che era presente al momento dell’aggressione. La sua identificazione è avvenuta nelle ultime ore nel quadro degli accertamenti disposti dal procuratore di Frosinone Giuseppe De Falco. I carabinieri hanno anche sequestrato un oggetto in ferro e sono in corso gli accertamenti per verificare se sia quello con cui è stato inferto il colpo fatale alla testa di Emanuele. E oggi i carabinieri del Ris effettueranno un sopralluogo sia all’interno del club “Mirò” che all’esterno in piazza Regina Margherita dove è avvenuto il pestaggio. Sarà ispezionata anche l’auto contro cui il giovane ha battuto. Intanto emergono dettagli sul servizio di sicurezza svolto dai buttafuori

 

Nuova maxi sede per i vigili urbani

Oltre duemila metri quadrati, due saloni per i centri operativi e tecnologie avanzate nei locali di piazza Europa. I locali, oltre a 41 agenti e 100 volontari della Protezione civile, ospiteranno anche il numero unico per l’emergenza

 

Violenze: la ragazza accusa il padre, il medico lo scagiona

Colpo di scena durante il processo, il ginecologo in aula esclude i rapporti

 

«Frosinone, gara cruciale: devi vincere»

«Vincere anche per mettere pressione alle inseguitrici». Così il tecnico Pasquale Marino carica il Frosinone in vista del match di stasera al Matusa contro l’Avellino. Via al mini turnover: da subito dentro Gori, Russo e Kragl

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Stalking sulla maestra «severa»
caso Il 10 marzo la sentenza per i fatti in piazza Dante, ora l’esposto per la diffamazione sul social network Facebook. Una delle insegnanti condannata dal Tribunale per i maltrattamenti denuncia il papà di un bambino della scuola

SINOSSI
Una delle maestre della scuola di piazza Dante condannata per i maltrattamenti, ha denunciato per stalking e anche diffamazione attraverso il social network Facebook, un papà di uno dei bambini della scuola frequentata dal figlio. E’ l’ ultima appendice di una vicenda iniziata un anno e mezzo fa quando la maestra insieme ad un’ altra collega era stata indagata dalla polizia per maltrattamenti. In un secondo momento il gip aveva emesso un provvedimento cautelare con la sospensione per un anno dal servizio. Il 10 marzo il Tribunale ha emesso la sentenza: il papà che è stato denunciato si era costituito parte civile nel processo.

 

Bambino nel pozzo, è gravissimo

Velletri Il gesto coraggioso del nonno: si è calato con un tubo d’irrigazione e lo ha portato in salvo. Indagini in corso. Giocava con la sorellina, a 23 mesi è finito nell’acqua dopo un volo di sei metri ed è quasi annegato

 

Il verde pubblico è sbiadito

In pessime condizioni il Parco Comunale di Latina, critica la situazione anche nelle altre aree del centro cittadino, per lo più abbandonate e trascurate

Il concorso ippico incanta la provincia

Cisterna Il 1° Gran Premio vinto da Filippo Martini di Cigala su DejàVù

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Uffici e affitti della Regione I conti non tornano più
In canoni 47mila euro al giorno: speso un milione in più. E gli altri enti non sono meglio: per l’ex Provincia sede da 200 milioni. Salatissimo il conto finale degli affitti degli enti locali e, soprattutto, alla fine le cifre non tornano. È aumentato del 6,8% il costo delle locazioni della Regione nel 2016. Un milione e 91mila euro di spese in più sostenute per l’affitto dei 19 immobili condotti in locazione, fra i quali le 5 direzioni regionali di via del Tintoretto, del Serafico, del Pescaccio, di via Mafai e di via Capitan Bavastro

 

«Giù le tasse». Loro parlano, il Fisco stanga
In arrivo una mazzata da 75 miliardi. Torna di moda lo slogan «meno tasse». Ha iniziato il Cav che vuole togliere il bollo auto, seguito dal premier Gentiloni e dalla Boschi. Solo promesse. Dal 2001 le imposte sono cresciute sempre. E nei prossimi 3 anni. Unimpresa stima una maxi stangata di 75 miliardi di euro

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Far West di Stato
La politica non garantisce la legittima difesa, intanto un altro commerciante viene ammazzato da un delinquente. Fate presto

 

Tanto rumore per scoprire che l’antiRenzi non esiste (di Vittorio Macioce)
Qualcuno a sinistra comincia a pensare che sia una sentenza del destino: moriremo renziani. Nulla è servito. Non la bocciatura al referendum. Non la scissione della ditta. Non le prediche dell’Europa e neppure i conti che non tornano. Non le promesse tanto al chilo, così grasse che non si possono mantenere. Non i silenzi imbronciati di madama Boschi. Non l’addio a Palazzo Chigi. Non i baffi di D’Alema e la sobria guida di Gentiloni. Non la rinuncia del Nazareno, il passo indietro furbo da segretario del Pd e perfino gli affari della Consip: nulla riesce a oscurare l’ottimismo di Matteo. La realtà è che il Pd non riesce a trovare un’alternativa a Renzi. È, per loro, il migliore dei leader possibili e non importa che incarni la maschera di questi tempi piccoli. Quando si va alla conta il ragazzo di Rignano vince praticamente senza sudare. Il primo round delle primarie (…)

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright