E’ la stampa, bellezza (i titoli di mercoledì 5 IV 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

L’indagato ha un nome
Omicidio Morganti È ufficiale l’iscrizione tra i sospettati di Michel Fortuna, frusinate di 24 anni. Nuovo sopralluogo in piazza del Ris. Venerdì accertamento sulla Skoda finita sotto sequestro

SINOSSI
Un’altra intensa giornata. Anche ieri il pool dei magistrati e i carabinieri che indagano sul delitto di Emanuele Morganti hanno effettuato un vertice prima del sopralluogo, nel pomeriggio, nella piazza dove si è consumata l’aggressione. In piazza, oltre ai magistrati, c’erano anche i carabinieri del Ris. Ricostruita la scena del crimine. Intanto è stato reso noto il nome dell’ottavo indagato, si tratta del frusinate Michel Fortuna, che sarebbe stato presente alla rissa.

 

Ricoverata, trasferita e “persa” tra gli ospedali

Ferentino. L’odissea di un’anziana che arriva allo Spaziani e finisce al Fatebenefratelli
all’insaputa dei suoi familiari che, invece, la cercavano in una casa di cura della capitale

 

Pd, Venturi avverte i leader: «Svegliatevi»

Frosinone. Il segretario del circolo Pd cittadino ricorda a tutti i big che senza un risultato alle Comunali anche la loro candidatura sarà meno solida

 

Tortoriello e quel concordato poco Gala…nte

Il commento del direttore Alessandro Panigutti

 

Movida pericolosa. L’ora dei divieti

Cassino Musica alle stelle e residenti esasperati ma anche alcol ai ragazzini e risse in centro. Il sindaco affina l’ordinanza. Bar e locali avvisati. Le sanzioni saranno più alte e si procederà alla chiusura temporanea alla prima reiterazione

 

Il Frosinone raggiunto in vetta dalla Spal. Ma allunga sul Verona

Calcio. Serie B. Nelle gare di ieri sera gli estensi hanno vinto e affiancato i ciociari
Verona sconfitto in casa dallo Spezia e ora distante tre punti da Ciofani e Co.

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Dario Facci)

Dolore e Passione
La Via Crucis si farà ma il messaggio sarà meno cruento. Dopo il delitto che ha sconvolto
l’intera Città si è deciso di rivisitare la rappresentazione

SINOSSI
La tradizionale rievocazione storica del Venerdì Santo ad Alatri si farà. Ha subito qualche modifica strutturale in due scene, ma si farà. Dal processo a Gesù è stata eliminata la scena della fustigazione. Il monologo di Giuda non si concluderà con l’impiccagione. Eliminata dal quadro. Fermo restando la ‘storia’ che non può essere modificata, gli organizzatori hanno rivisto tutta la rappresentazione cercando di rendere il messaggio meno cruento.

 

Contro la morte, la vita

L’editoriale del direttore Dario Facci. * Il tritacarne mediatico si è abbattuto su Alatri e sull’intera Ciociaria facendo stracci della sua immagine. Gli elementi di un caso ghiottissimo per le cronache avide di sangue e trivialità c’erano tutti: la mattanza di un ragazzo nelle serate della movida, l’alcol e chissà che (…)

 

Buon compleanno Klopman

Frosinone. Lo stabilimento festeggia 50 anni e punta a nuovi record. Clienti sparsi in 64 paesi, più di 400 dipendenti, un fatturato che supera i 120 milioni di euro. Una realtà di eccellenza nel panorama industriale italiano, proiettata in tutto il Mondo, ma con forti radici a Frosinone

 

Stelvio sorpassa Giulia

Secondo l’analisi del Sole 24 Ore. La partita decisiva è quella del suv che è auspicabile sfondi nel mercato americano. Così come ha più volte detto il manager Sergio Marchionne, anche in occasione della visita dell’ex premier Matteo Renzi, tutto è legato alle vendite. In Europa e negli Stati Uniti.

 

Precetto pasquale dei Militari

Frosinone. Celebrazione nella chiesa S. Maria Goretti

 

Rabbia e orgoglio, il Frosinone vuole ripartire

Serie B – I giallazzurri preparano la sfida con l’Ascoli. Volley – Sodalizio Diocesi e Biosì Indexa. Consegnati al Vescovo i primi risultati della ‘maglia solidale. Maratona di Roma – Boccadamo vince con la forza della solidarietà

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Pestato a morte da un terzo giovane
Alatri, un’altra persona indagata per omicidio. Il suo nome emerso dalle ultime testimonianze: avrebbe colpito Emanuele insieme a Castagnacci e Palmisani

SINOSSI

C’è una terza persona accusata di aver dato, insieme a Mario Castagnacci e Paolo Palmisani, gli ultimi fatali colpi ad Emanuele Morganti, il giovane ucciso dal branco ad Alatri. Si tratta dell’ottavo indagato di cui è stata data notizia nei giorni scorsi: a lui la Procura contesta il reato di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. Un posizione dunque più grave rispetto a quella dei quattro buttafuori e del padre di Castagnacci indagati per rissa. Il suo nome è spuntato grazie alle ultime testimonianze secondo cui avrebbe partecipato al pestaggio finale che è costato la vita al ventenne di Tecchiena.

 

Trasporto, la Geaf batte cassa al Comune per 561 mila euro/

Notificato il decreto ingiuntivo per fatture non pagate da parte del gestore del servizio ancora in proroga

 

Il sindaco sfiduciato: «Questioni di potere con la regia Pd». Costanzo: «Accuse infondate»

Fiuggi. Il sindaco di Fiuggi, sfiduciato, lancia bordate a destra e a sinistra, ma nel mirino di Fabrizio Martini c’è soprattutto il Pd.

Veleni all’ex Olivieri:
c’è ancora pericolo, interrotto lo scavo

Ieri sopralluogo sull’area di tecnici, vigili del fuoco e Procura: «L’attività è stata sospesa per questioni di sicurezza»

 

Il Frosinone resta sempre in vetta

Il pari del Frosinone al Matusa contro l’Avellino si rivela meno penalizzante per la classifica. La Spal vince (ma i canarini sono in vantaggio negli scontri diretti). Il Verona cade in casa. E Dionisi piace al Toro.

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Controllavano lo spaccio, 10 arresti

Gaeta. Indagini partite nel 2015. Il gip Lo Mastro: stratagemmi per evitare di essere pedinati. Nelle intercettazioni prove importanti. Smantellati due gruppi che gestivano ordini e vendite nella zona dei locali e davanti alle scuole. Due minori usati per le minacce

SINTESI
Ieri mattina all’ alba è scattata una maxi operazione del commissariato di Gaeta che ha visto finire in manette dieci persone, altre quattordici sono indagate a piede libero, tra cui due minori. L’ attivi – tà investigativa, battezzata col nome di «operazione Circe», ha preso il via un anno fa. E’ stato dunque stroncato un giro di affari da oltre un milione di euro di introito che veniva gestito da due gruppi di controllo in concorrenza tra loro ma anche contingenti e collaborativi nell’ acquisto e nello smercio di hascisc, marijuana e cocaina destinati ai giovanichefrequentano i locali notturni. La droga veniva spacciata anche all’ uscita delle scuole. I due minorenni venivano impiegati per le minacce ai consumatori inadempienti

 

Il corriere dell’eroina preso sul treno

Cronaca Operazione lampo, l’uomo residente a Casal di Principe aveva cucito gli involucri sulla biancheria intima. La polizia ha intercettato un ivoriano sulla tratta Roma-Napoli. Nascondeva 550 grammi suddivisi in 49 ovuli
 

Le estorsioni del boxeur

Sonnino Due vittime di soprusi hanno deciso di denunciare tutto ai carabinieri. Ieri la notifica della misura cautelare per Gaspare Stamegna e per altri tre complici

 

Nerazzurri, con il Bari altro boccone amarissimo

Serie B I pontini partono bene ma poi cedono nella ripresa: finisce 2-0

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Lazio, è qui la festa

Finisce 3-2 per la Roma la semifinale di ritorno di Coppa Italia che spedisce la Lazio in finale. Tre gol ai giallorossi non bastano. Si chiude anche la seconda era Spalletti: via a fine stagione

 

Sbarca nella Capitale la democrazia virtuale

Nuovo azzardo a 5 stelle: petizioni e referendum on line. Il tutto seguendo il modello della piattaforma grillina Rousseau

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Salvi i paperoni Rai

Fazio & c. esultano. Governo pronto a far saltare il tetto agli stipendi delle star. Pignoramenti per chi non rottama le cartelle

 

«Ladri liberi subito? È la legge…»

Allarme sicurezza. Caccia al killer di Budrio. L’ex Csm Roia: «Lo Svuotacarceri lega le mani ai giudici»

 

 

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

Abolita la cassa integrazione, Renzi produce 100.000 esodati

Da quest’anno in vigore le nuove regole sugli ammortizzatori sociali: i dipendenti di molte aziende in crisi o pericolanti non hanno più alcuna copertura. L’Ugl attacca: «Intere famiglie nel limbo, bisogna salvarle»

 

Arresti per le tangenti pagate dal colosso delle coop

Un imprenditore: «Funzionari Manutencoop dicono che per loro versare il 2% è normale». Il gip: «Ci sono le prove»

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright