E’ la stampa, bellezza (i titoli di sabato 24 XII 2016)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Shopping e calcio, caos assicurato
Frosinone. Uno stadio blindato e il traffico per gli ultimi acquisti natalizi rischiano di paralizzare la parte bassa della città. I commercianti, che avevano provato a far rinviare l’evento, tremano per la riduzione degli incassi. Navette per i tifosi locali

SINTESI * La corsa all’ultimo regalo di Natale e la partita di calcio. Sarà una Vigilia da bollino rosso quella che vivrà la parte bassa del capoluogo. Oggi è in programma Frosinone-Benevento, una partita a rischio che richiede di conseguenza chiusure del traffico e divieti di sosta per garantire la sicurezza degli spettatori. Sicurezza rafforzata anche per l’allarme terrorismo scoppiato dopo l’attentato di Berlino. I commercianti, da mesi sul piede di guerra, temono una debacle. E anche per questo avevano ottenuto, ieri sera, di poter restare aperti fino alle 23. Tutta l’area intorno allo stadio sarà off-limit.
 

Natale senza stipendi. Né regali
L’emergenza Le operatrici della mensa di Cervaro vantano quattro mensilità. A Cassino commercianti disperati. Tanti commessi non ricevono la paga e scattano le vertenze con i sindacati. Aumentano le famiglie che bussano alla Caritas

 

Salvati condannato e rifinanziato
San Giovanni Incarico. Sul fronte penale il pm di Cassino ora solleciterà il rinvio a giudizio per il presidente. La Corte dei Conti chiede 208.580 euro all’Antica Terra di Lavoro. Intanto arrivano altri soldi. Pubblici

 

Pd, indovina chi viene a cena
Frosinone. Verso le elezioni Riunione prenatalizia con sorpresa: oltre a Fabrizio Cristofari c’è anche Norberto Venturi. Il tema dominante è stato quello dell’unità. Sulle alleanze con Area Popolare e Psi grandi manovre in corso

 

Una denuncia ogni tre giorni
Pontecorvo. Amministrazione sotto assedio: sono già 100 gli esposti presentati. Dalla procura al Tar, è un continuo. Il sindaco: accuse infondate, solo perdite di tempo

 

Battere le streghe. Il brindisi migliore per questo Natale
Il momento Alle 15 i canarini secondi ricevono il Benevento terzo. Un successo sarebbe fondamentale per la classifica e… non solo. Per il Frosinone è il momento di tornare a vincere al Comunale. La sfida Alle 15 i canarini ricevono la visita del Benevento. Il successo sul campo amico manca dal 13 novembre quando i giallazzurri superarono per tre a uno l’Ascoli

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

Tasse comunali, c’è la rottamazione
E Iniziativa della Giunta del sindaco Ottaviani

SINTESI * Il Comune di Frosinone decide di ‘rottamare’ le cartelle dei tributi locali. Un’iniziativa presa a seguito della conversione in legge, nelle scorse settimane, del cosiddetto Decreto fiscale che dà, appunto, facoltà ai Comuni di applicare una simile procedura anche i propri crediti non riscossi. In una nota dal Comune spiegano: «Dopo l’approvazione della legge che prevede la rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia (Legge n. 225/2016), alcuni Comuni hanno voluto utilizzare la facoltà di attivare una procedura similare, anche per la rottamazione delle cartelle degli enti locali». La cosiddetta sanatoria non sarà, dunque, applicata soltanto agli avvisi targati Equitalia ma a tutte le ingiunzioni fiscali notificate, tramite proprio agente, dagli enti locali.
 

I dipendenti di Acea Ato5 scrivono ai sindaci: «Ma qualcuno pensa a noi?»
A rischio 250 posti. L’iniziativa: cartoline inviate o consegnate in tutti i Municipi ricompresi nell’Ambito. La revoca dell’appalto, infatti, obbligherà la società ad avviare tutte le procedure necessarie alla messa in liquidazione: a partire dalla chiusura dei contratti con i fornitori e con le ditte incaricate di manutenzione e lavori e al licenziamento dei lavoratori, che non hanno al momento alcuna garanzia in merito all’eventuale riassunzione con il
nuovo soggetto gestore.

 

Equitalia pignora anche oggetti di culto ortodossi
Cassino. Un 38enne pronto a fare ricorso contro il provvedimento. Si tratta di sei pendenti in oro tre dei quali terminanti con croci bizantine con punte ed apici bombati

 

Spesa della solidarietà: la Polizia di Stato consegna le buste
Beneficenza. La distribuzione in due strutture a Sora e Cassino

 

Il presidente Ciacciarelli: «Ha svolto un ruolo utile allo sviluppo agricolo»
Cassino. Il Consorzio di bonifica chiude dopo 65 anni di attività. Ricostruzione e sviluppo. «Abbiamo pianificato la nostra gestione guidati da obiettivi precisi come l’ottimizzazione dell’attività istituzionale di manutenzione idraulica e servizio di irrigazione, la razionalizzazione della spesa, la qualificazione e motivazione del personale, il recupero dell’evasione tributaria, la progettazione e richiesta dei finanziamenti

 

Calcio, Serie B. parla mister Marino. ‘Per vincere servirà una grande prestazione’.
E’ uno scontro diretto. Vincere può valere tantissimo. Frosinone-Benevento è una di quelle partite che può farti svoltare una stagione e può rappresentare già molto per quella che è la corsa alla promozione finale.

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Emigranti truffati dal promoter
Agente finanziario del capoluogo a processo per un raggiro ai danni di due anziani di Ferentino residenti in Svizzera. Il pm: «Si è appropriato indebitamente di 462mila euro»

SINTESI Agente finanziario di 41 anni, Alessandro Di Tomassi, originario di Ferentino ma residente nel capoluogo, a processo per appropriazione indebita e truffa ai danni di due anziani. La Procura, dopo le indagini svolte dalla Guardia di Finanza, ha disposto la citazione diretta a giudizio. L’accusa contesta un raggiro di 462mila euro. Sono i soldi che due anziani, originari di Ferentino,ma residenti in Svizzera dove hanno fatto fortuna nel commercio di carne, hanno consegnato al promoter, figlio di amici di famiglia, che all’epoca dei fatti lavorava presso un importante gruppo finanziario specializzato negli investimenti. Per anni i due anziani non hanno mai dubitato di nulla, poi una comunicazione della banca li ha messi a conoscenza del fatto che il conto si era sensibilmente ridotto

«Truffa e peculato con i rifugiati»
Il Gip ha disposto l’imputazione coatta per le irregolarità commesse nella gestione dei profughi tra il 2011 e il 2012. Il presidente dell’Unione dei Comuni Antonio Salvati e gli imprenditori Fratarcangeli e Cirilli verso il processo

 

Sorpresa, maxi taglio per l’assicurazione
Rinnovato il contratto che copre gli incidenti sulle strade con una polizza che costa tre volte di meno di quella del 2011. L’incarico assunto dalla Lloyd Assicurazioni per 298 mila euro, cinque anni fa l’amministrazione provinciale ne sborsò 900 mila

 

Camera di Commercio. Il presidente: «Il mandato finisce qui: non mi ricandido»
«Ho sempre fatto l’imprenditore e tornerò al mio lavoro. Durante i miei incarichi pubblici non ho mai abbandonato la mia azienda (anche a costo di alzarmi la mattina
alle 5) e il mio lavoro resta sempre al primo posto». Ma molti lo vedono in politica

 

Marino: «Scontro che vale doppio»
Oggi il Frosinone ospita, alMatusa, il Benevento in una gara che, secondo il mister Marino vale doppio. Confermato il modulo 3-5-2 con Soddimo al posto di Kragl.

 

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Il visto dell’Anac per la Ipogeo
Il caso cimitero Il ritardo nell’ampliamento ha fatto lievitare i costi e c’è il nodo delle comunicazioni relative ai dati anagrafici. La società aveva chiesto un parere da cui è scaturito il lungo elenco degli errori commessi dal Comune dal 2007

SINTESI * Una dettagliata e dura ricostruzione dell’Autorità Anticorruzione passa al setaccio il contratto che lega il Comune di Latina alla Ipogeo per la concessione dei servizi cimiteriali. E lo fa su richiesta del privato che aveva sollevato una serie di eccezioni circa l’applicazione del contratto in essere. Il giudizio dell’Anac è complesso ma anche impietoso verso l’ente che quando ha siglato l’accordo, nel 2007, non ha valutato attentamente i rischi e l’esposizione finanziaria cui sarebbe andato incontro. Il Comune, non ha «compiutamente ed approfonditamente valutato le criticità e le difficoltà che sarebbero potute derivare dalla ricostruzione dell’anagrafica delle sepolture»
 

Si sveglia in auto, denuncia l’abUSO
Latina Una ragazza ieri mattina si è presentata al Goretti: nessuna violenza. Ma la stessa cosa capita anche all’amica. Dopo la festa in un locale l’ultima bevuta con gli amici, poi il malore e i ricordi svaniscono. Al mattino i sospetti

 

Vigilia di Natale in campo
Calcio, serie BI nerazzurri di Vivarini di scena alle 15 al “Renato Curi” di Perugia. Intanto per lo stadio Francioni il Comune pretende i pagamenti oppure saranno guai

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Regalo di Natale
Il terrorista di Berlino ucciso dalla Polizia a Milano. Ferito un poliziotto. La Merkel e l’Europa ci ringraziano. Parla uno dei due eroi. L’agente colpito dal killer: «Voleva ammazzarmi»

 

Nomine e veleni House of Cards in Vaticano
Grandi Manovre (di Luigi Bisignani)

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Una bestia in meno grazie alla polizia
Il killer di >berlino ucciso a Milano. Amri morto in una sparatoria. Resi noti i nomi degli agenti eroi: è polemica. Caccia ai complici jihadisti in Lombardia. Ora l’Italia è nel mirino

 

Indagato Lotti, il «vice Renzi». Per il governo record di guai
Appalti truccati e soffiate. Altro schiaffo al governo Gentiloni. Dopo le polemiche sulla laurea di Valeria Fedeli e sulle frasi choc anti-giovani di Giuliano Poletti, il ministro dello Sport Luca Lotti finisce indagato per favoreggiamento e rivelazione di segreto d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti Consip. Lotti si difende: «Assurdo, parlerò con i pm»

 

 

verita

La Verità 
(direttore Maurizio Belpietro)

Uno di meno
Cercava il martirio, ha trovato la giustizia: a Milano. Ma c’è poco da festeggiare. I controlli in Europa non funzionano. E l’Italia pare essere la centrale del terrore

 

Da Lotti ai generali, la rete che spia per Renzi
Secondo le accuse, il neoministro (indagato) e alcuni alti ufficiali dei carabinieri informavano gli interessati sulle mosse dei pm nei loro confronti. Una fuga di notizie che «La Verità» ha rivelato in anticipo. E che ci ha fatto finire nel mirino: intercettati anche noi

§

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright