E’ la stampa, bellezza (i titoli di sabato 28 I 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Avvelena il compagno per l’eredità
Morolo. Ivana Carboni è stata condannata a tre anni e otto mesi di reclusione per il tentato omicidio di un commerciante. La donna somministrava potenti farmaci all’anziano. La prima sezione della Corte d’Appello di Roma ha confermato la sentenza

SINTESI
Voleva ucciderlo per l’eredità. Gli aveva somministrato potenti farmaci tanto da fargli rischiare la vita. Lei, Ivana Carboni, 45 anni, di Morolo, è stata condannata per tentato omicidio nei confronti del compagno, un noto commerciante benestante, M.E, di 79 anni. I fatti risalgono al 2013, quando la donna venne arrestata dai carabinieri. Stando alle accuse, la compagna mescolava con il cibo e le bevande molte dosi di tranquillanti, tanto che l’anziano era stato costretto a diversi ricoveri. I familiari insospettiti riuscirono a verificare che i malori non erano giustificati da una precisa patologia della quale il loro parente poteva soffrire. La donna venne condannata in primo grado dal tribunale di Frosinone. Ieri mattina la Corte di Appello di Roma ha confermato la pena.

La truffa dei corsi fantasma

Formazione professionale: imprenditrice di Cassino nella rete della Guardia di Finanza di Roma. Tra gli otto indagati tre funzionari della Regione. Le società sparivano dopo aver incassato la prima tranche dei fondi

 

Smog, nuovo record di sforamenti

Il fenomeno Le centraline di rilevamento Arpa registrano numeri da brivido a Frosinone, Ceccano e Alatri. La situazione della Ciociaria sotto la lente di Assogasliquidi. L’allarme del coordinamento dei sindaci

 

Ultimatum scaduto. Ora Tullio Di Zazzo è pronto a parlareE intanto Fardelli annuncia che si ricandida in Regione

 

Volano gli stracci tra Pd e Forza Italia

Al vetriolo la prima seduta del Consiglio Provinciale di Frosinone

Ritorno al successo

Serie B Dopo due ko consecutivi il Frosinone batte il Brescia con un gol di Ariaudo. Nel finale di gara Bardi compie due interventi miracolosi che salvano il risultato. Un Frosinone dai due volti riesce a tornare a quel successo che mancava da due giornate. Dopo un primo tempo dominato dalla formazione di Marino, che sbaglia un rigore con Daniel Ciofani e poi trova il vantaggio con Ariaudo, nella ripresa i canarini arretrano troppo il baricentro e il Brescia nel finalechiama Bardi a due interventi miracolosi. Grazie a questa vittoria la squadra giallazzurra agguanta momentaneamente lavetta della classifica in attesa che scendano in campo Verona e Spal.

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

re per una notte
Il Frosinone batte il Brescia e torna primo in attesa di Verona e Spal. Decide Ariaudo
Sbaglia Ciofani. Salva Bardi. Ora il Latina

SINTESI
Gli uomini di mister Marino regolano le rondinelle di misura e si riportano in vetta alla
classifica di serie B, in attesa degli altri incontri in programma. Sei minuti di recupero
hanno tenuto con il fiato sospeso tutti i tifosi accorsi al Matusa. Il prossimo turno previsto dal calendario vede la trasferta per l’atteso derby contro il Latina.

 

Truffa da 800mila euro sui corsi di formazione

Cassino. La Guardia di Finanza indaga 8 persone tra le quali una nota imprenditrice. Presunta collaborazione criminosa fra imprenditori e tre funzionari della Regione. La Tributaria di Roma ha chiuso accertamenti su corsi di formazione e indagato otto persone fra le quali la titolare di una ditta della Città

 

Insediato il Consiglio provinciale. Le deleghe della squadra Pompeo

Politica. Prime schermaglie nell’aula di Palazzo Iacobucci. Il presidente presenta le linee programmatiche del suo secondo governo. Via libera con la convalida degli eletti e la presentazione delle deleghe. Osservato un minuto di raccoglimento in occasione della Giornata della Memoria. “Il Pd come Frankenstein”. Per ‘Possibile’ un’occasione persa.

 

Tentò di uccidere il suo amante, donna condannata

Morolo. Il caso è stato definito dai giudici della Corte d’Appello di Roma: amante diabolica, condanna in Appello. I giudici romani confermano la pena inflitta a una quarantacinquenne. In primo grado ebbe tre anni e otto mesi di reclusione

 

«Che cosa stanno bruciando in quell’impianto?»

Interrogazione di Frusone sul termocombustore di San Vittore. Frusone punta il dito sul notevole quantitativo di scorie pericolose prodotte a San Vittore. Il sindaco di Colfelice, Donfrancesco: «I problemi alla Saf denunciati da tempo e noti a tutti»

 

Tanti piccoli Archimede

Cassino. Ieri la premiazione all’Università

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

«Procedure corrette alla Saf»

I legali della società pronti a contestare l’interpretazione del consulente della Dda sui codici dei rifiuti pericolosi. Vicano: «Il tempo ci darà ragione». Il Cda resta in carica

SINTESI
Il pool difensivo della Saf, la società pubblica che gestisce l’impianto di trattamento rifiuti di Colfelice, affila le armi dopo i sequestri disposti dal Tribunale di Roma su richiesta della Dda nell’ambito dell’operazione “Maschera”. I legali, in particolare, punteranno a smontare la tesi del consulente tecnico della Procura sull’interpretazione dei cosiddetti codici a specchio, pericolosi e non. Tesi su cui si basano le principali contestazioni nei confronti non solo della Saf, ma anche della Mad, la società che gestisce la discarica di Roccasecca.

 

Il presidente Pompeo: «Tutte le condizioni per un lavoro ottimale»

Prima seduta del nuovo Consiglio dopo le elezioni dell’8 gennaio. Al termine sono state ufficializzate le deleghe. E «Possibile» accusa

 

Di Zazzo non sarà sostituito

La Giunta, dopo la revoca delle deleghe all’ex sindaco, resterà con sei assessori. Non ci sarà alcun rimpasto. D’Alessandro: «Ai membri dell’esecutivo ho chiesto di farmi partecipe dei loro progetti nel rispetto delle regole»

 

Coldiretti, Greco neo direttore

L’uscente De Ciutiis seguirà Mattia presso la direzione regionale

 

Frosinone batticuore, Bardi blinda la vetta

Il Frosinone piega il Brescia a fatica e torna al comando: decide Ariaudo. Daniel Ciofani sbaglia un rigore e non sfrutta la ribattuta del portiere

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Ferrazzano rilancia su Cusani
Tiberio Il gip concede i domiciliari all’indagato di Nettuno che ha ammesso i fatti sul sistema scoperto dai carabinieri. L’imprenditore chiama in causa il sindaco di Sperlonga. Ieri al Riesame il pm ha depositato l’interrogatorio

SINTESI
La posizione processuale di Armando Cusani si complica sulla scorta dell’ interrogatorio a cui è stato sottoposto nei giorni scorsi Mauro Ferrazzano che davanti al pm sembra che abbia rinforzato una parte del castello accusatorio. Ieri al Tribunale del Riesame di Roma il pm Valerio De Luca, titolare dell’ i nchiesta, ha depositato il lungo interrogatorio di Ferrazzano nel tentativo di irrobustire le accuse. La difesa di Cusani invece ha presentato delle indagini difensive chiedendo la scarcerazione del proprio assistito e in sub ordine gli arresti domiciliari. I giudici scioglieranno la riserva entro il 31 gennaio. Intanto il gip ha concesso a Ferrazzano gli arresti domiciliari

 

Eternit a Sant’Angelo, indagine chiusa

Gaeta Le verifiche avviate dalla Finanza nel 2014 su delega della Procura di Cassino. Così distrutta un’area di pregio. Manutenzione mai effettuata nel complesso storico di Monte Orlando, le accuse al funzionario regionale

 

Latina Calcio dall’antimafia

La Commissione parlamentare ascolterà le società finite nel mirino dei magistrati per avere un quadro chiaro sul rapporto tra club, tifoserie e criminalità. Tutto parte da Torino

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Trasporti da comiche e immigrati a peso d’oro
Soldi buttati. A Roma una metro europea solo tra 80 anni. E per l’accoglienza spesi 200 milioni senza alcun controllo

 

Cristian, il rom che terrorizza la Capitale
Zingaro inseguito per un giorno intero dalla polizia tra spari, investimenti, risse nei campi e in ospedale

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Italia fuori dall’euro. Il dossier scuote il potere
Lo scoop de Il Giornale. Europa, economisti e banche si preparano a Italexit. E Padoan gela Renzi: no a guerre con Bruxelles

 

Centrodestra in piazza. E il listone unico fa implodere il Pd
Oggi Salvini e Meloni a Roma

 

 

verita

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

Expo, l’appalto che puzza di bruciato. Un’altra tegola sul sindaco di Milano
Dopo l’inchiesta giudiziaria, si muove Cantone, sollevando pesanti dubbi sul contratto per il rivestimento del Padiglione Italia: «Perplessità di assoluta gravità», scrive. Eppure tutti parlano soltanto della Raggi…

 

La Nigeria espropria il mega giacimento dell’Eni
Decisione dal tempismo sospetto dei giudici: la nostra compagnia petrolifera e la Shell non possono più estrarre

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright