È la stampa, bellezza (i titoli di sabato 23 IX 2017)

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina sabato 23 settembre 2017 e anticipati da Alessioporcu.it

 

Ciociaria Oggi K2

(direttore Alessandro Panigutti)

«Volevano fotografarmi nuda»
Casting a luci rosse. Parla una delle ragazze contattate dai sottufficiali dell’Aeronautica che si fingevano talent scout. Il racconto su location e proposte “spinte”, i pagamenti senza fattura e gli inviti al mare. C’è anche un’indagine militare

SINOSSI
Casting hard: parla una delle ragazze contattate dai due sottufficiali dell’aeronautica che si spacciavano per fotografi professionisti. Intanto sarebbe scattata anche un’indagine interna dell’Aeronautica militare. La ventenne racconta come i due uomini l’abbiano avvicinata sui social network, con la promessa di una folgorante carriera nel mondo delle passerelle e dello spettacolo. I due sottufficiali le chiedono anche di posare nuda dietro un compenso di 250 euro. La giovane si rifiuta. Intanto gli inquirenti, che stanno lavorando nel più stretto riserbo, dovranno appurare anche se nel giro erano coinvolte minorenni.

 

Muore dopo tre giorni di agonia

Cassino. Andrea Coletta, 33 anni, non ce l’ha fatta e ieri si è spento a Roma. La famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi Intrappolato tra le lamiere dopo uno schianto con l’auto del vice sindaco. La procura apre un fascicolo per omicidio colposo

SINOSSI
Andrea si è spento a Roma ieri mattina. I familiari hanno deciso di donare gli organi del giovane. La procura del tribunale di Cassino ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, come di prassi nel caso di incidenti mortali. Saranno gli inquirenti a ricostruire quanto accaduto in via Appia martedì pomeriggio, quando le due auto, quella di Andrea Coletta e quella del vicesindaco Carmelo Palombo, si sono scontrate.

 

L’orrore negli occhi dei bimbi di Gloria

Omicidio Pompili. Uno dei figli della donna ha rivelato di aver visto chi ha picchiato a morte sua madre. LL’inchiesta condotta dal pm Luigia Spinelli svela inquietanti retroscena sulla tragica fine della ventitreenne

 

Lo scatto degli industriali

Il tema della ricostruzione del post terremoto filo conduttore della tradizionale cena nella sede dell’Eur a Roma Lo slogan: «Il futuro è in costruzione, si può fare». Il presidente Zingaretti: «Tanta strada percorsa, ma non bisogna mollare»

 

Turriziani sprona: «Ora è il momento di reinvestire»

L’intervista. Parla il presidente di Unindustria Frosinone: «Per il territorio ci sono opportunità da cogliere al volo»

 

Il giorno e l’ora della verità

Cassino. Crac finanziario Il 28 alle 12 D’Alessandro sarà davanti al collegio della Corte dei Conti
La salvezza passa per una interpretazione della sentenza e per uno scorporo da 7 milioni di euro. Troppe ombre e due versioni contrastanti. Petrarcone: «Si prosegua con il risanamento» Pesanti critiche al sindaco e nuove polemiche per la sala. E in assise compare un punto a discussione segreta. Per ora il default non è calendarizzato per il 29 settembre

 

Canarini a Perugia per proseguire la corsa in testa

Serie B. Alle 15 il Frosinone capolista solitario sarà ospite della terza. Ben quattro le novità iniziali rispetto alla formazione che ha vinto ad Ascoli

provincia-2

(direttore Dario Facci)

Città al buio per spacciare
Frosinone. L’Amministrazione comunale pronta a presentare una denuncia in Procura. Cavi elettrici tagliati al parco delle Colline. Lampioni ‘incappucciati’ nella zona dei Cavoni Lampade schermate

SINOSSI
È bene che certi traffici non vengano (e non avvengano) alla luce. Per questo la pubblica illuminazione, in alcune zone del capoluogo, è finita nel mirino di chi preferisce agire e operare nella penombra, se non proprio nell’oscurità. Guasti improvvisi alla rete, danneggiamenti, fili tagliati. Ma anche pali incappucciati e plafoniere schermate. Il Comune di Frosinone ha chiesto una redazione alla società che gestisce la pubblica illuminazione e prepara una denuncia da depositare in Procura.

 

Spese elettorali. La Corte dei Conti chiede le carte

Frosinone. La Corte dei Conti ha chiesto l’invio della documentazione. I rendiconti mai pubblicati. L’istanza formulata dal Collegio di Controllo è stata consegnata al presidente della massima assise Adriano Piacentini. Il provvedimento è quello che riporta la numerazione 53/2017/CSE e la firma del presidente del Collegio di controllo sulle spese elettorali, Rosalba Di Giulio.

 

Furto con scasso in gioielleria

Alatri. I ladri hanno agito di notte in pieno centro storico. I cittadini chiedono maggiori controlli. Ironia della sorte: a poche ore dalla riunione sul potenziamento del Corpo di Polizia locale è stato messo a segno un furto in pieno centro

 

Travolto dal treno Giovane fontanese in gravi condizioni

Sora. Il 19enne di Fontana Liri finito contro il treno è stato trasferito a Roma. Dopo l’intervento chirurgico al Santissima Trinità le condizioni del giovane restano molto critiche

 

Donati gli organi di Andrea

Nell’incidente è rimasto coinvolto anche il vice sindaco Palombo. Il 33enne si è spento ieri a Roma dove era stato trasferito dopo lo schianto lungo la via Appia

 

Quando i formaggi fanno ‘Cheese’

Agricoltura. Aziende ciociare protagoniste a Bra. Proprio nella cittadina del Cuneese riparte, dopo il lancio con Mc Donald’s, l’idea del ‘panino ciociaro’ quale cibo ‘da strada’ salutare e ideale.

 

Frosinone col Tridente per vincere ancora

Serie B. Al Curi di Perugia i canarini cercano un successo che valga la fuga. Longo si affida ai suoi tre attaccanti per provare a far male all’undici di Giunti

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Stadio, lunedì ultimo sopralluogo
Si attende il via libera definitivo dei vigili del fuoco dopo le osservazioni sulle barriere. Intanto altri interventi nelle aree esterne prima dell’inaugurazione di giovedì prossimo

SINOSSI
Intoppo barriere per il via libera definitivo allo stadio Benito Stirpe. Se ne riparlerà lunedì. Poi la società dovrà trasmettere alla Lega l’intera documentazione per l’ultimo parere.Per quanto riguarda i lavori ieri si è proceduto ad installare i primi betafence alle spalle della tribuna est. Dietro la tribuna si sta procedendo ad asfaltare il piazzale ed ultimare le recinzioni mentre si stanno ultimando le opere di rifinitura all’interno della “pancia” con gli ultimi arredi in vista dell’inaugurazione di giovedì prossimo.

 

Nuovo stadio: nuovo sopralluogo e lunedì il via libera finale

Frosinone. Prescrizioni dei vigili del fuoco sulle barriere. Ieri è iniziata la posa dei betafence per evitare contatti tra le tifoserie

Scontro, Andrea non ce l’ha fatta

Cassino. L’incidente in cui è rimasto ferito il vice sindaco: inchiesta per omicidio colposo. Il giovane, di Cassino, è spirato all’alba di ieri all’ospedale Umberto I di Roma, dove i medici lo avevano sottoposto anche a un intervento chirurgico. Andrea a bordo di una Fiat 600 si è scontrato con un Freemont Fiat guidato dal vicesindaco di Cassino, Carmelo Geremia Palombo.

Gloria, un fondo per il futuro dei figli

A un mese dal delitto della ragazza, don Ermanno D’Onofrio con la fondazione benefica ha avviato una raccolta di denaro. Il sacerdote dà la disponibilità del sodalizio per un supporto educativo dei bimbi. Si punta anche a ottenere un risarcimento

Debiti, la minoranza Pd attacca il sindaco

«Il primo cittadino non sa fare i conti perchè ancora non sa se il risanamento si può fare in 30 anni o in 10». Intanto D’Alessandro è tornato al Ministero per le linee guida da applicare per poter assumere nella fase di predissesto

 

«Per vincere servirà il miglior Frosinone»

Oggi rivive una sfida che negli ultimi anni ha appassionato i tifosi e ha regalato emozioni. Perugia e Frosinone si ritrovano di fronte in un match d’alta classifica. Due rivali che tornano a darsi battaglia in campo. Longo, consapevole delle insidie della gara, chiede massima attenzione.

 

 

Latina Oggi K2

(direttore Alessandro Panigutti)

Gloria picchiata davanti ai figli

Omicidio Pompili. I risvolti dell’inchiesta sul delitto della 23enne di Frosinone trovata morta a Prossedi. I due indagati inchiodati da una testimonianza e altri riscontri. La difesa adesso punta ad una consulenza

 

SINOSSI
A riferire le botte che subiva la mamma è stato uno dei figli di Gloria, la donna di 23 anni di Frosinone morta lo scorso 23 agosto a Prossedi mentre tornava da Anzio. Le indagini condotte dei carabinieri del Comando Provinciale, anche con il supporto di intercettazioni telefoniche e ambientali, hanno permesso di «riscrivere» la storia personale di Gloria Pompili, costretta a prostituirsi per portare avanti la famiglia. La donna proprio il giorno dell’omicidio, poche ore prima di morire è stata anche immortalata da una telecamera ad Anzio e aveva dei lividi sul fianco. La difesa dei due indagati che sono finiti in carcere intanto punta ad una consulenza

 

Le minacce di Melchionna

Inchiesta Gaeta Calcio. Il direttore sportivo pur di riavere indietro gli assegni degli “stipendi” era arrivato a dire «Vi sparo in testa» a quattro giocatori della squadra

 

Cocaina ed erba in camera del pusher

L’arresto. L’operazione dei carabinieri del Reparto territoriale e il maxi sequestro in un’abitazione presa in locazione. Pedinato da Aprilia ad Anzio, 38enne arrestato con 25 chili di marijuana e un etto di polvere bianca

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Fico secco
Bavaglio a 5 stelle Di Maio non è ancora leader e già purga i nemici Alla festa grillina censurato il rivale Roberto. Beppe tace (e acconsente)

 

Prove di patto tra patrioti per il governo

Al via la kermesse di Fratelli d’Italia

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Sorpresa, Grillo va giù
Oggi festa a 5 Stelle. Fiducia al 16%, scoppia il caso Fico. E il leader si fa da parte. Ad Atreju prove di centrodestra unito

 

Il piano di sinistra e sindacati: tass all’1% per case e conti
Cresce il deficit e c’è voglia di patrimoniale

 

 

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

L’Ue ordina: più potere ai musulmani
Bruxelles ci avvicina alla Mecca. Commissionato un sondaggio da cui risulta che gli islamici insediati in Europa non si sentono benvoluti. Pronti
i rimedi: punire più severamente chi li «discrimina» e accelerare la formazione di partiti che si rifacciano ad Allah

 

«I vertici di Pop Vicenza finanziavano il Pd»
Verbale svela i rapporti con il tesoriere del partito. Che ora è nella commissione d’inchiesta sulle banche

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright