E’ la stampa, bellezza (i titoli di venerdì 27 I 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Gioielliere picchiato e rapinato/

Armati di pistola fanno irruzione nell’oreficeria Cinelli a Monte San Giovanni Campano e ripuliscono la cassaforte Il titolare prima viene minacciato da uno dei due e poi brutalmente malmenato. Dopo l’allarme scatta la caccia all’uomo

SINTESI
Hanno agito in due e con tanta violenza. Un rapinatore è rimasto all’esterno del negozio a bordo di una Fiat Uno, l’altro, incappucciato e con una pistola in pugno, ha fatto irruzione nella gioielleria Cinelli di Porrino, in località Ciccarelli. In quel momento, le 18.30 di ieri, all’interno c’era il solo titolare. Alla vista del malvivente, l’uomo ha cercato di reagire ma il rapinatore lo ha minacciato e scaraventato a terra con violenza facendolo sbattere ripetutamente sul pavimento. Una ferocia inaudita che ha costretto il titolare a desistere da ogni tipo di reazione e ad aprire la cassaforte. Il rapinatore è così riuscito ad impossessarsi di numerosi oggetti preziosi per un valore di circa 50.000 euro e a fuggire via con il suo complice dileguandosi a bordo di un’auto probabilmente rubata

 

Getta finto acido sulla sua rivale

Ausonia La titolare di una merceria di Castelnuovo chiama i carabinieri e denuncia di essere stata aggredita. Sull’episodio indagano i carabinieri che non escludono alcuna pista. Neanche quella passionale

 

De Angelis con Orfini. Si parte

Il leader provinciale del Pd fa un passo decisivo per la candidatura alle politiche. E dice: non temiamo il voto Endorsement a Cristofari: «A Frosinone il candidato a sindaco è lui e vincerà con il sostegno di tutti. Basta voci»

 

Si sgomita per un seggio/

Anche in provincia di Frosinone è partita la corsa per un posto al sole in Parlamento Con il proporzionale saranno decisive le preferenze sul territorio. Il miraggio del capolista. Effetto Zingaretti: urne vicine pure alla Regione. Il punto Il profilo nazionale del Governatore aumenta le possibilità di consultazioni anticipate

 

La sanità a portata di… casa

Partirà al SS. Trinità il servizio sperimentale della radiologia domiciliare, presentato ieri dal dottor Luigi Macchitella Il primo in Italia ad effettuare anche le ecografie. «La tecnologia ci consente di essere vicini ai cittadini» ha detto il commissario

 

Per battere il Brescia ci vuole un Frosinone tutto cuore e grinta

La sfida Alle 20,30 i canarini in campo al Comunale contro le rondinelle. Per Daniel Ciofani e Co. è di fondamentale importanza ritrovare il successo

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

Ora i tre punti
Questa sera l’anticipo contro il Brescia al Matusa. Marino chiede l’urlo dei vecchi tempi e la passione dei tifosi per ripartire dopo la beffa di Chiavari. Una vittoria e il primo posto in classifica almeno per una notte

SINTESI
Due sconfitte consecutive da cancellare. Il Frosinone vuole ripartire e l’occasione è ghiottissima, perché il Brescia, avversario comunque ostico, ha dimostrato di avere le polveri bagnate, soprattutto fuori casa. La giovane banda di Brocchi può stupire ma anche emozionarsi nel catino bollente del Matusa. Marino chiede l’urlo dei vecchi tempi e la passione dei tifosi per ripartire, dopo la beffa di Chiavari. Una vittoria e il primo posto in classifica, almeno per una notte. La missione del Frosinone è chiara. Battere il Brescia per riprendersi la scena.

 

Rapina a mano armata

Monte San Giovcanni Campano. Svaligiata nel pomeriggio di ieri una gioielleria di Porrino. Sono all’incirca le 18,30 quando due individui raggiungono la località monticiana a bordo di una utilitaria. Ne scendono e si avviano verso la gioielleria. Entrano nel locale spacciandosi per comunissimi clienti. Non è naturalmente così.

 

Pompeo presenta la squadra

Provincia. Assegnate le deleghe, oggi il prima riunione del nuovo Consiglio provinciale. Il presidente: “Ci sono tutte le condizioni per affrontare questi ultimi due anni di consiliatura in maniera ottimale”

 

Macchitella resta al suo posto

Zingaretti conferma il commissariamento dopo la sentenza del Tar. Critico il consigliere regionale Mario Abbruzzese: “Sarebbe stato molto meglio se si fosse proceduto alla nomina definitiva di un direttore generale”

 

Città più videosorvegliata d’Italia

Frosinone. Installate trecentoventi telecamere per ‘nuovi occhi’ sulle strade. “Chi entra a Frosinone è giusto che sia avvertito della circostanza che per la sicurezza collettiva i comportamente che dovessero risultare in contrastro con le leggi saranno osservati”

 

Ora D’Alessandro è sindaco abusivo

Cassino. Per Sebastianelli senza i voti di Di Zazzo non sarebbe stato eletto

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

«Rifiuti, Comuni truffati»
La Dda: «L’inefficiente trattamento dell’impianto della Saf ha fatto aumentare i conferimenti nella discarica Mad». Caso compost: «Gli enti hanno pagato un servizio svolto solo in parte»

SINTESI
Ruota attorno al rapporto tra l’impianto della Saf di Colfelice e la discarica della Mad di Roccasecca il filone dell’inchiesta “Maschera” culminata ieri con il sequestro di nove impianti e l’iscrizione sul registro degli indagati di 31 persone. La Dda di Roma, sulla scorta delle indagini del Gruppo Forestale Carabinieri e delle perizie del consulente tecnico, contesta alla Saf e alla Mad di aver organizzato in concorso un ciclo dei rifiuti abusivo. E farne le spese sarebbero stati i Comuni in quanto danneggiati dall’inefficiente trattamento dell’impianto di Colfelice che ha fatto aumentare il peso dei rifiuti conferiti in discarica. La Saf inoltre, come da contratto sottoscritto con i Comuni, si è fatta pagare un servizio, la lavorazione dei rifiuti organici per la produzione di compost, che però sarebbe stato svolto soltanto in minima parte. Ci sono poi i dettagli sul sistema dei codici a specchio che avrebbe procurato profitti da un lato e risparmi dall’altro notevoli. Intanto l’assessore regionale Mauro Buschini viene messo alle strette dall’opposizione sul caso Marzi e sulla mancata convocazione della commissione per discutere del piano rifiuti.

 

Aeroporto, Scalia sceglie l’abbreviato. Subito la sentenza

Il senatore sentito dal Gup. Nel processo anche gli ex presidenti Picano e D’Amico

 

Mercato, esordio tra dubbi e polemiche

I residenti della zona di piazzale Europa: «Bloccati in casa, impossibile uscire con l’auto». Tensione con i vigili urbani Gli ambulanti: «Carenza di parcheggi e la gente va via, dislocazione dei banchi dispersiva. Meglio al Casaleno»

 

I raggi? Ora si fanno anche in casa

Progetto sperimentale nel Distretto «C» di Sora: gli esami a favore, per lo più, di malati oncologici e delle persone anziane. Macchitella: «La Regione ha finanziato nuove assunzioni», intanto protestano gli addetti alla manutenzione: venerdì prossimo sciopero

 

Di Zazzo cacciato, il sindaco tiene per sé le deleghe

Cassino. Il ribelle Sebastianelli attacca

 

Gori, offerta dalla Cina

L’Henan Jianye offre dai 2 ai 3 milioni al Frosinone e un contratto principesco al centrocampista che ha preso tempo. Intanto Marino lancia la sfida al Brescia: «Stasera dovremo tornare alla vittoria ma senza farci prendere dalla frenesia»
 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

I nuovi clan in giacca e cravatta
La relazione della Dia Gli affari criminali di Cosa nostra, camorra e ‘ndrangheta. Sottolineato anche il peso della malavita locale. Un numero sempre maggiore di professionisti e colletti bianchi al servizio delle cosche che operano in provincia

SINTESI
Un esercito di colletti bianchi, di professionisti e imprenditori, si è messo al servizio delle mafie. Un fenomeno rilevante nel Lazio, evidenziato dalla Dia nell’ultima relazione presentata al Parlamento, in cui tale particolare viene indicato come la fonte principale di guadagno per i clan dopo quella storica del narcotraffico. Analizzati gli affari portati avanti tra Aprilia e il sud pontino da Cosa nostra, dalla ‘ndrangheta e dalla camorra. L’Antimafia ha dato però peso notevole anche al ruolo assunto dalla criminalità locale, spesso coinvolta nei business dell’illecito dalle organizzazioni mafiose tradizionali. Ipotesi confermate da diverse operazioni di Polizia, a Formia e non solo.

 

Pirata preso dopo un anno

Sezze Arrestato il 27enne Mauro Leggeri con l’accusa di aver investito ed ucciso l’86enne Onorina De Benedittis nel novembre del 2015. Era scappato dopo l’incidente

 

L’estorsore aveva versato gli assegni

L’indagine al bivio Un aspetto non quadra: gli effetti ottenuti sotto la minaccia della pistola erano stati depositati. Oggi l’interrogatorio in carcere di Gianluca Tintisona, accusato di avere preteso denaro da un commercialista

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

La legge elettorale delle Olgettine
Proprio quando l’Italicum modificato dalla Consulta lo rende indispensabile per un governo il Cav indagato ancora per Ruby a 23 anni dalla discesa in campo e a ridosso di Strasburgo

 

Pericolo valanghe a ridosso dell’hotel»
La delibera su Rigopiano che avvertiva del rischio. La turbina dei soccorsi? Eccola, ferma in garage. È guasta dallo scorso 6 gennaio. Poi ne spunta un’altra…

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Dossier choc dell’alta finanza: uscire dall’euro conviene
Per Mediobanca l’Italexit ci farebbe guadagnare 8 miliardi
Europa cinica: il terremoto lo pagate voi

 

Se il sosia colpevole salva l’innocente
Storia da romanzo al carcere di Bari.

 

 

verita

La Verità 
(direttore Maurizio Belpietro)

Tutti i paradisi fiscali dei renziani
Gli attentati contro Andrea Bacci portano gli inquirenti ad accendere i riflettori sull’amico dell’ex premier. Intrecci societari con molti altri imprenditori vicini al Giglio magico. Hanno una caratteristica in comune: basi in Lussemburgo, Cipro e Panama

 

Cassazione a gamba tesa: sì alle adozioni gay
Il presidente Canzio chiede al Parlamento di approvare la norma stralciata. Riparte la battaglia

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright