E’ la stampa, bellezza (i titoli di venerdì 3 II 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Consorzi, la pacchia è finita
La svolta Ieri l’insediamento del commissario regionale Raffaele Maria De Lipsis al vertice dei tre enti di bonifica. Nel mirino i bilanci: «C’è un pareggio ma è un artificio». Riflettori anche sulle assunzioni al Valle del Liri

SINTESI
Il pasticcio delle assunzioni e dei bilanci. Non è andato tanto per il sottile il nuovo commissario straordinario dei Consorzi di bonifica della provincia di Frosinone, Raffaele Maria De Lipsis, nella presentazione del nuovo assetto dell’ente. Al fianco del commissario l’assessore regionale all’ambiente e ai rifiuti, Mauro Buschini. Obiettivo razionalizzazione le spese e l’efficientamento dei servizi. In Ciociaria fusi il consorzio A Sud di Anagni, Conca di Sora e Valle del Liri di Cassino. Il compito del commissario sarà quello di “sistemare” i conti, partendo dal nodo delle assunzioni contestate al presidente di Cassino, Pasquale Ciacciarelli. Ovvero la stabilizzazione di 34 dipendenti e le assunzioni ex novo di altri cinque bocciate prima dalla Regione e poi dal Tar. Dubbi anche sui bilanci dei tre enti.

 

«Commercianti, denunciate»

Cassino Vittime della “strategia del terrore” e con la paura di parlare. L’appello del procuratore D’Emmanuele ad avere fiducia. «È necessario che i fenomeni estorsivi vengano alla luce». E giovedì arriva Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia

 

Democrat a nervi scoperti

Riunione con Fabrizio Cristofari e molti big per decidere sulla candidatura e soprattutto sulla lista. Il segretario Norberto Venturi va via dopo pochi minuti, Michele Marini ancora una volta non si presenta

 

D’Alessandro si fa… in sei

Cassino. Assume tutte le deleghe dei due assessori, uno cacciato e l’altra dimissionaria
Ora deve scegliere i successori: «Con fretta ma senza fretta». I detrattori sparano a zero

 

Quando la droga è un affare di famiglia

Ferentino. Serra con 15 piante di marijuana in un’abitazione. Arrestati madre, padre, figlio e nuora: tutti disoccupati. I carabinieri hanno trovato anche piante essiccate pronte per il mercato e una pistola lanciarazzi

 

Tutti a centrocampo i dubbi d’abbondanza di Pasquale Marino

In difesa conferma in blocco dei “cinque” visti con il Brescia. In attacco Dionisi, reduce da squalifica, tornerà a fianco di Daniel Ciofani. L’avversario: mister Vivarini studia le mosse Per l’attacco idea Buonaiuto

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

Derby con polemica biglietti
Calcio. Per la partita con il Latina restano fuori numerosi tifosi di due club storici. Centinaia di iscritti si sono trovati a dividersi appena 13 tagliandi

SINTESI
A poche ore dall’inizio della partita più attesa del Campionato, i tifosi canarini criticano le modalità di acquisto dei preziosi tagliandi. Alla fine è stata disdetta la prenotazione di due pullman con la perdita della relativa caparra. Per i supporters fortunati che potranno andare, ritrovo fissato per domani mattina alle 9 in piazzale Europa dove troveranno la scorta della Polizia.

 

Droga a conduzione familiare

FERENTINO Arrestate quattro persone di uno stesso nucleo trovate con 7,5 chili di marijuana. Lo stupefacente era nascosto in una serra. Ritrovata anche una pistola calibro 22

 

Tagli ai Consorzi, lavoratori a rischio

Si è insediato ieri mattina il commissario degli enti di bonifica di Cassino, Sora e Anagni. Lavoratori… bonificati. In 5 rischiano il posto, altri 25 di perdere la stabilizzazione. »Sarà rivisitata l’intera gestione dei consorzi di bonifica della Provincia di Frosinone, se occorreranno saranno fatti tagli». Raffaele Maria De Lipsis, commissario dei tre enti di bonifica di Cassino, Sora e Anagni, lo ha detto chiaro e tondo.

 

Anche i cittadini devono vigilare sulla legalità

Cassino. Incontro in Ateneo con Cantone e don Luigi Merola

 

L’assessore Di Giorgio invia una Pec al sindaco e rassegna le dimissioni

Cassino. Sorpreso D’Alessandro che tiene la delega al Bilancio. Le reazioni. Affondo del consigliere Sebastianelli che attacca il sindaco: «E adesso a chi toccherà?». L’ex sindaco Petrarcone scuote i consiglieri comunali di maggioranza. «Ora alzate la testa, smettetela di assistere»

 

Due feriti sulla 155

Alatri – L’incidente nel tardo pomeriggio. Una delle vittime è rimasta incastrata nel suo veicolo. Necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco. A scontrarsi frontalmente sono state una Audi A3 e una Fiat Uno che ne sono praticamente uscite distrutte. Due i feriti: uno in codice giallo l’altro in codice rosso trasportati a Frosinone all’ospedale Spaziani.

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Arrestata un’intera famiglia
Ferentino, blitz dei carabinieri in un appartamento vicino alla Casilina: trovata una piantagione di quindici piante di marijuana. Valore: oltre novemila euro

SINTESI
Un’intera famiglia, marito 50enne operaio saltuario, la moglie casalinga, il figlio con la moglie di quest’ultimo, 25enni, disoccupati, sono stati arrestati mercoledì sera a Ferentino dai carabinieri. I quattro sono accusati di “detenzione illecita di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di arma comune da sparo”. Il blitz è avvenuto in una abitazione popolare non lontana dalla Via Casilina. Un blitz avvenuto durante lo svolgimento di specifici servizi di contrasto alla vendita ed al consumo di sostanze stupefacenti. I militari stanno passando al setaccio la zona delle case popolari, la zona Scalo ed il centro storico. Le attenzioni dei carabinieri nella serata di mercoledì si sono concentrate in particolare nella zona attorno alla Casilina dove ci sono diversi palazzi popolari e dove c’è il sospetto di attività di spaccio di sostanza stupefacente. Aseguito di una perquisizione domiciliare i carabinieri, rinvenivano, in una stanza dell’appartamento, predisposta a serra, con tutto il materiale occorrente, ben 15 piante di marijuana di diversa altezza e del peso complessivo di 7,5 kg oltre a materiale utile per il confezionamento, bilancini, sacchi di plastica e carta

 

Piazza aperta alle auto allo Scalo e meno tributi: pressing sul sindaco

Il Psi chiede di riaprire al traffico via Don Minzoni per arrivare direttamente alla stazione: «Poche presenze e attività penalizzate». Abbassamento delle imposte ed eliminazione della piazza posta di fronte alla chiesa della Sacra Famiglia al quartiere Scalo. Sono queste le due istanze pervenute ieri sul tavolo del sindaco Nicola Ottaviani a firma delle associazioni dei commercianti e del partito socialista.

 

La droga torna centrale per i clan, allarme della Dia

La Direzione investigativa antimafia analizza anche la Ciociaria. «La presenza di sodalizi campani appare ormai consolidata». Sotto la lente anche gli appalti: «Tra le tecniche utilizzate quella del tavolino: rotazione illecita»

 

Consorzi bonifica, linea dura del commissario: ora bilanci veri

Recupero dei tributi evasi, riduzione dei costi di gestione e revisione delle piante organiche con l’obiettivo di riportare i bilanci al pareggio effettivo perché adesso è solamente fittizio. Ossia sono in pareggio ma è un artifizio. E’ in sintesi il messaggio lanciato ieri da Raffaele Maria De Lipsis, commissario nominato dalla Regione Lazio per procedere all’unificazione dei Consorzi di Bonifica ‘Valle del Liri’ di Cassino, ‘Sud di Anagni’ e ‘Conca di Sora.

 

Frosinone e il derby, la carica dei tifosi

Sale la febbre per il derby di domani a Latina. Oggi, per la seduta di rifinitura, il Matusa sarà aperto ai tifosi. In porta giocherà Zappino, in avanti rientrerà Dionisi

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Calcio e debiti, il derby tra soci
Club nerazzurro Da ieri i nuovi soci sono formalmente in sella: la camera di Commercio ha registrato la cessione. La I.E.S. denuncia: siamo stati tratti in errore, volevano scaricare su di noi le loro responsabilità. Ma Aprile li smentisce

SINTESI
Ogni parola aggiunta finisce per complicare il quadro già grigio sullo stato dei rapporti tra soci vecchi e nuovi del Latina calcio. Nel corso di una conferenza indetta ieri per parlare di calcio mercato, Benedetto Mancini ha cercato di spiegare che non c’è nessun tentativo di fuga o di presa di distanze dalla compagine sportiva da parte dei soci della IES srl, ma non ha fatto alcun cenno alla diffida con cui la settimana scorsa la stessa srl ha comunicato a Maietta ed Aprile che l’atto sottoscritto dal notaio è da ritenersi nullo, e che la struttura societaria del Latina Calcio è da ritenersi inalterata rispetto al passato. Caustica la replica di Aprile: si chiamano fuori, ma intanto vendono i calciatori. La guerra è appena iniziata.

 

Tiberio, round al Riesame

L’inchiesta. Ieri sono stati discussi a Roma i ricorsi di Masi, Volpe e De Biaggio. Il pm ha depositato alcuni documenti, la decisione dei giudici è prevista per oggi

 

Arrestata Katia Bidognetti, gestiva il clan

Cronaca Ieri mattina il blitz a Formia ordinato dal gip di Napoli dopo una lunga indagine della Dda. Soldi e sentimenti, la manager con delega del padre Francesco. I dialoghi in carcere, i rapporti con la sorella

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Raggi allo stadio terminale< La sindaca dice no all’impianto della Roma ma è nei guai per una polizza di 30mila euro da Romeo (assunto al triplo dello stipendio). Indagini su altre «assicurazioni» tra i 5 stelle. Interrogata dai magistrati per otto ore. È l’inizio della sua fine e di quella di Grillo?/p>

 

Dieci domande a Virginia (di Gian Marco Chiocci)
Cara Sindaco. Sappiamo quanto siano stati difficili gli ultimi giorni (per non parlare dei primi, dalla monnezza ai frigoriferi, sic!) con queste storielle di chat, dossieraggi, tradimenti, mignottate, veleni a cinque stelle. Immaginiamo pure quanto ieri sia stato umiliante, da avvocato prima ancora che da sindaco, ritrovarsi a tu per tu con un pm che ti martella di domande. Ci è dunque ben chiaro il suo imbarazzo, e quello di chi la telecomanda, nel non saper più come uscire da una strada che otto mesi fa sembrava (…)

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Una polizza vita uccide la Raggi

Aria di dimissioni: al sindaco un’assicurazione da 30mila euro pagata da Romeo, poi promosso capo di segreteria

 

La vendetta è il demone di chi non trova più risposte (di Vittorio Macioce)
Ci sono domande che speri di non farti mai. Muore la donna che ami. Muore sull’asfalto di un incrocio maledetto, per un semaforo non visto, per distrazione, per disgrazia, perché la vita e la morte sono tiri di dadi. Che succede? Che scatta? Che fai? La verità è che non (…)

 

 

verita

La Verità 
(direttore Maurizio Belpietro)

Occhio ai nostri soldi
I giochini elettorali del Rottamatore ci hanno portato sull’orlo della procedura di infrazione. Tradotto, la patrimoniale sui conti correnti è un rischio concreto

 

Sistema mafioso per spartirsi appalti in Rai
L’accusatore dello scenografo del Festival: «Il 5% ai funzionari. Tangenti anche a un politico»

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright