E’ la stampa, bellezza (i titoli di giovedì 2 III 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Ragazzino umiliato dalla prof
Cronaca. Studente di dodici anni di Cassino costretto dall’insegnante a pulire la pipì dal pavimento dopo aver sporcato il bagno. Nessun commento dall’istituto: oggi la visita del sindaco. Genitori divisi sull’accaduto e perplessi sul ruolo educativo della scuola

SINTESI
Studente umiliato dall’insegnante. Una verità scomoda quella emersa a margine di un episodio ancora da definire, che ha messo in discussione, prima di ogni altra cosa, il ruolo educativo della scuola. Se fossero confermati tutti gli elementi, così come emersi nelle scorse ore, la vicenda sarebbe durissima da digerire. Per genitori e insegnanti. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, sembrerebbe che il ragazzino, dopo aver fatto pipì fuori dal water, sia stato costretto a pulire il pavimento. Prima, però, la stessa prof avrebbe paventato la possibilità di sottoporre tutti «al test del Dna» per individuare il “colpevole”.

 

Non facciamo la fine di Amatrice

Il caso La provincia di Frosinone è un’area dove eventuali scosse telluriche potrebbero provocare morte e distruzione. Un pool di esperti esaminerà le criticità e gli eventuali interventi da assumere per evitare danni a cose e persone

 

Debiti, un vertice con il ministro

Ateneo Ieri il rettore Betta ha consegnato tutta la documentazione al Miur: fissato per martedì 7 marzo un incontro con la Fedeli. Domani al Campus un evento promosso dalla Cisl con i dipendenti: parteciperanno Coppotelli e il direttore Inas di Frosinone

 

Assunzioni, meglio i tecnici

Lo studio Le previsioni occupazionali di Excelsior: due terzi dei contratti saranno per impiegati ed operai. Di difficile reperimento risultano invece le professioni intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione

 

Offese social, condannato

Sant’Andrea Frasi contro una ditta vincitrice di un appalto. A scriverle un consigliere. Per il giudice i post su Facebook hanno “diffamato” la società. E al politico toccano le spese legali

 

Soddimo out per almeno due settimane

Calcio. Serie B. Tegola per il Frosinone dopo la gara di Perugia

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

Acqua, la spunta Iannarilli
L’ex presidente di Ato aveva fatto causa ad Acea. Ora il gestore è pronto a chiedere il doppio. Acea non incasserà i 10,7 milioni di euro stabiliti dall’accordo firmato da Scalia

SINTESI
Il Tribunale civile ha annullato il decreto ingiuntivo con cui Acea aveva chiesto all’Ato5 il pagamento dei 10,7 milioni di euro concessi a copertura dei maggiori costi reclamati per la gestione 2003-2005 e previsti dalla transazione firmata nel 2007 dall’allora presidente Francesco Scalia. Quel provvedimento era stato impugnato dal successivo presidente Antonello Iannarilli. Il gestore idrico, però, ora avverte che se salta quell’accordo chiederà la somma piena: oltre 21 milioni di euro.

 

Cristofari-Iacovissi sempre più vicina la sigla dell’accordo

Questa sera riunione dei Socialisti per gli ultimi dettagli. Il candidato alle prossime elezioni amministrative Fabrizio Cristofari risponde alla lettera aperta dell’ex vice sindaco della Città, Marco Ferrara. Non sembra essere interessato alla campagna elettorale l’ex sindaco di Frosinone Michele Marini.

 

Domani sciopero alla Ideal Standard

Roccasecca. Proclamato dall’Ugl per chiedere garanzie sul futuro dello stabilimento. Enzo Valente: «Ci sono segnali inquietanti che confermano i nostri dubbi». I due tavoli che si sono tenuti al Ministero dello sviluppo economico, il primo a Gennaio e il secondo lo scorso 22 Febbraio, non lasciano presagire nulla di buono visto che l’azienda non ha presentato alcun piano industriale

 

Riapre l’impianto di Castellaccio. Residenti preoccupati

Paliano. Nel 2013 un incendio distrusse la struttura per la produzione di Cdr immettendo nell’atmosfera sostanze inquinanti

 

Museo, bando irregolare

Sora. Lo sostiene il sindaco: «Per il direttore nuova procedura». Il museo cittadino, a oggi, risulta letteralmente “svuotato” di tutte le sue attività di valorizzazione dello stesso, a partire dalle attività di tirocinio, attività con i più piccoli, mostre di vario genere, eventi musicali, teatrali e aperture notturne.

 

Lunedì contro il Cittadella per riprendere la corsa

Il pareggio di Perugia conferma la forza e lo spessore tecnico della squadra di Marino. La tappa del Renato Curi era infatti da considerarsi tra le più ostiche di questa parte finale di campionato, vuoi per la forza reale della formazione di Cristian Bucchi, che in casa in questa stagione ha perso soltanto due volte

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Case popolari, guerra tra poveri
Sono 250 gli alloggi dell’Ater occupati abusivamente e 30 le denunce presentate ogni anno per gli ingressi forzati, ma tempi e burocrazia proteggono i prepotenti

È una guerra tra poveri, ma a rimetterci sempre sono quelli che pazientemente aspettano l’assegnazione degli alloggi popolari rispettando la graduatoria. Assegnazione che non arriva mai o nella migliore delle ipotesi dopo anni di attesa. Anche a causa di coloro che gli alloggi se li prendono con la forza e calpestano la legge. Sono 250 le case dell’Ater occupate abusivamente in provincia di Frosinone

 

La Monti Lepini resta pericolosa: «Subito stop ai mezzi pesanti»

La richiesta arriva dalle famiglie delle vittime della strada: «Serve anche la rotatoria all’uscita del casello autostradale»

 

Contratto sui rifiuti, Roccasecca e Colfelice pronti a lasciare la Saf

Finora solo 50 su 91 Comuni ciociari hanno firmato Sacco e Donfrancesco: «Noi ai rifiuti di altre province»

 

Frosinone, la piaga del secondo tempo

Bella e propositiva nel primo tempo, bruttina e difensivista ad oltranza nel secondo: è il copione del Frosinone capolista. A certificare i cali di rendimento al rientro dagli spogliatoi sono i numeri

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Di Maio resta senza patrimonio
Sabaudia La misura riguarda immobili, terreni, negozi, magazzini, quote societarie e veicoli per milioni di euro. La Cassazione respinge l’istanza di revoca della confisca avanzata dall’imprenditore alla luce di sentenze d’assoluzione

La confisca dei beni di Salvatore Di Maio è definitiva. La Cassazione ha confermato la misura respingendo l’istanza di revoca presentata dall’imprenditore campano da anni residente a Sabaudia. Il ricorso era stato promosso sulla scorta della sentenza del 2013 della Corte d’Appello di Napoli che ha assolto Salvatore Di Maio da alcune accuse che gli venivano contestate e dichiarato la prescrizione per altre ipotesi di reato. Nei tre gradi di giudizio l’istanza di revoca è stata respinta. La confisca riguarda un patrimonio dal valore di circa trenta milioni di euro, con immobili e terreni tra Sabaudia e Terracina, negozi, magazzini, quote societarie e veicoli.

 

Corruzione per le patenti

Nettuno Arrestati l’ex assessore Pitò e il funzionario della Motorizzazione di Roma Pizzi. L’indagine della Squadra Mobile di Latina risale al 2015, intercettati i loro colloqui

 

Cassintegrato arrotondava con la droga

Cisterna L’uomo, un operaio, è stato seguito e controllato per giorni prima del blitz decisivo dei carabinieri. Una perquisizione consente di scoprire 700 grammi di hashish nell’abitazione di un 57enne

 

Incendio da Italcarni, danni all’azienda e disagi sulla 148

Aprilia Rogo nel capannone in via delle Valli, distrutte due celle frigorifere

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Il ballo del massone
A 25 anni dal blitz del pm Cordova, Rosi Bindi sequestra gli elenchi degli iscritti alle logge. Adesso tremano migliaia di «fratelli». Lo sfogo, a Il Tempo, dei tre principali Gran Maestri

 

Arrestato l’imprenditore Romeo
Nell’inchiesta Consip spunta il codice Bocchino

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Papà Renzi nei guai seri: «Si faceva promettere soldi»
L’accusa dei pm: influenzava appalti. In cella l’imprenditore Romeo. Caos Pd, compravendita di tessere. Inchiesta in arrivo

 

Meno tasse e più sicurezza. Così l’America tornerà grande
Il primo discorso del presidente degli Stati Uniti d’America Donald J Trump

 

 

verita

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

Un pizzino dell’arrestato fa tremare i due Renzi
L’imprenditore campano avrebbe pagato tangenti in cambio di informazioni sugli affari gestiti da Consip, società statale che si occupa di appalti pubblici. In ballo il più grosso bando di gara d’Europa: 2,7 miliardi. Secondo i pm, due iniziali dell’appunto strappato porterebbero al padre dell’ex premier e al ministro Lotti

 

Lega calcio nasconde le carte di Tavecchio
Diffida alla «Verità» che chiede perché da 17 anni le polizze siano in mano all’amico del presidente

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright