I titoli dei giornali di venerdì 28 settembre 2018

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina venerdì 28 settembre 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina venerdì 28 settembre 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

*

*

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

La belva di Lanciano viveva qui

Alexandru Bogdan Colteanu aveva già colpito a Frosinone. Nel 2013 la rapina in casa del padre di Michele Marini. Dopo l’assalto nella villa del chirurgo si è rifugiato a Caserta dove è stato arrestato. Deve scontare una vecchia condanna

Serena è stata uccisa in caserma

Delitto Mollicone. Il Ris blinda la morte della studentessa nella stazione di Arce: la verità nella relazione depositata in procura. Le microtracce sullo scotch compatibili con la porta dell’alloggio di servizio e con una caldaia. Papà Guglielmo: «Non perdono»

Fca, nuovo stop produttivo a ottobre

Piedimonte San Germano. Martedì e mercoledì un fermo sulla linea della Giulietta. I cancelli resteranno chiusi per dieci giorni. A rischio il rientro degli interinali: la Fiom sollecita le istituzioni lanciando un forte appello a Di Maio

La villa della droga. Smantellata la banda

Un vero e proprio supermarket della droga nella frazione di Colli, a Monte San Giovanni Campano, aperto ventiquattro ore su ventiquattro. Con un sistema di videosorveglianza e i vicini pronti a dare l’allarme. A finire in manette Giuseppe Bottoni di 51 anni, Teresa Vispi di 52 originaria di Ceccano, Manolo Bottoni di 25, Franco Cinelli di 43 e l’albanese Saimir Shehaj di 40 arrestato a Isola del Liri.

Smeriglio indica la strada: «Rigenerare il centrosinistra»

Politica. Ieri tappa nel capoluogo per il vicepresidente della Regione Lazio

Longo, con il Genoa ultima chiamata

Serie A. In caso di sconfitta potrebbe pagare gli errori della campagna acquisti commessi da altri. Contattati alcuni tecnici. Qualcuno avrebbe rifiutato. I papabili: Iachini, Rastelli, De Biase e Nicola

*

 


(direttore Stefano Di Scanno)

Serena morì in caserma. «Adesso incarcerateli»

I Ris di Roma hanno depositato in Procura una relazione che conferma come la ragazza di Arce abbia trovato la morte nella stazione dei carabinieri del suo paese. Sul nastro che le avvolgeva il capo, tracce compatibili con la vernice della caldaia e il legno della porta dell’alloggio occupato dall’ex comandante. Il papà Guglielmo chiede giustizia subito

Bunker trasformato in piazza di spaccio: cinque in manette

Nei guai una coppia di Monte San Giovanni Campano, il loro figlio e altri due “complici” del posto, tra cui un albanese. Nel corso dell’attività investigativa sono stati sequestrati 360 grammi tra marijuana, hashish, crack e cocaina

Smeriglio rilancia il fronte civico

«La sconfitta del Pd e dei partiti di sinistra, punto di non ritorno»

La Lega si smarca e il sindaco cerca sponda nell’opposizione

Cassino / Politica & Polemiche. Sarebbero tre i consiglieri di minoranza pronti a sostenere la maggioranza in Aula in caso di necessità. Pronto il rimpasto in giunta Un professionista di Fontana Liri in pole per la poltrona di Schimperna. Staffetta in Forza Italia: Tauwinkelova e Evangelista pronti a scambiarsi i ruoli in assessorato e consiglio

Il Cosilam pronto alle barricate contro il Consorzio Unico

L’assemblea dei soci si è trovata compatta nel fare opposizione alla decisione di chiudere l’Ente

Panchina bollente

Frosinone, avvio da incubo. La panchina di Longo trema. Il tecnico canarino a rischio dopo il quinto kappao stagionale di mercoledì contro la Roma. Col Genoa potrebbe essere l’ultima spiaggia: Rastelli, Nicola e Zenga i possibili sostituti

*

 

Messaggero K2(direttore Luciano D’Arpino)

«Serena uccisa in caserma»

Depositata la relazione dei carabinieri del Ris: le tracce di legno e vernice, trovate sul nastro con cui venne legata la ragazza, riconducono alla stazione dell’Arma
 

La “belva” di Lanciano e i colpi violenti in Ciociaria

Alexandru Bogdan Colteanu, il romeno di 27 anni soprannominato la belva di Lanciano aveva lasciato il “segno” anche nel capoluogo ciociaro. Il quarto uomo arrestato per la rapina avvenuta ai danni dei coniugi Martelli, con lo stesso modus operandi, l’11 giugno del 201, a Frosinone colpì nella
casa del padre dell’ex sindaco Michele Marini.
 

Blitz nella casa-fortino per lo spaccio: arrestati in cinque

Monte San Giovanni Campano. Ai domiciliari marito, moglie, figlio e altre due persone. Altri indagati a piede libero, diciotto gli assuntori segnalati
 

Fca, troppe auto ferme nel piazzale: cig per dieci giorni

La produzione di Giulia, Suv Stelvio e Giulietta nello stabilimento Fca di Cassino si fermerà per dieci giorni dal 25 ottobre al 3 novembre «per contrazione del mercato», ossia per il calo delle vendite
 

Un’isola ecologica all’ex Mtc, al via il progetto

Frosinone. Comune e Consorzio Asi hanno siglato la convenzione per la destinazione dell’area, i lavori ora possono partire
 

Stirpe ai tifosi: «È colpa mia, ma ora aiutateci»

Ieri non è stata una giornata facile per il Frosinone all’indomani della pesante sconfitta del’Olimpico. Tra i tifosi serpeggia delusione per i risultati ottenuti, la squadra da stasera andrà in ritiro a Ferentino, con Longo atteso dalla gara verità, e il patron che scrive al popolo giallazzurro.
 

*

 

Latina Oggi K2(direttore Alessandro Panigutti)

Bimba bocciata, ispettori a scuola

E spunta l’esposto di un docente che aveva sollevato il caso di altri due alunni non ammessi in seconda elementare alla Fabiano. Dopo l’ordinanza del Tar che giudica fondato il ricorso dei genitori, parte anche l’inchiesta del Ministero dell’Istruzione

Danno erariale, Giunta assolta

Corte dei Conti L’esecutivo dell’amministrazione Di Giorgi era stato citato in giudizio per il caso della caserma dei carabinieri di Latina Scalo. Scagionati sindaco e assessori

Morto sul lavoro, ci sono tre indagati

Lenola. L’operaio, 52 anni, è caduto da un ponteggio. Cantiere sequestrato: accertamenti sulla dinamica. Si tratta del direttore dei lavori, del committente e del titolare dell’impresa edile. Disposta l’autopsia

*

 

Il Tempo K2

Il pacco di Roma

Grillini da matti: in Campidoglio dicono sì a fondi e poteri per la Capitale. Ma poi quando la stessa mozione arriva in Parlamento la fanno saltare

Manovra col trucco per andare alla guerra con l’Ue

Sforamento-monstre Accordo sul deficit al 2,4%. Certo il no di Bruxelles. E si potrà dare la colpa ai soliti «burocrati»

*

 

il-giornale (direttore Alessandro Sallusti)

Tria si arrende

Caos maanovra. Dopo minacce e ricatti il ministro dell’Economia cede alle pressioni di Salvini e Di Maio: sforamento del deficit al 2,4%. Paura per i mercati. Forza Italia lancia l’allarme: titoli di Stato in pericolo

Ponte, per Genova solo le briciole

Fuori Autostrade, spiccioli per il porto e non c’è ancora il commissario

*

 

(direttore Maurizio Belpietro)

Per cacciare l’uomo del ponte bisogna dargli altri 11 milioni

L’amministratore delegato di Autostrade non si dimette. E ora si scopre perché: clausola favolosa nel contratto. Finalmente il decreto: Aspi pagherà il viadotto ma non lo costruirà. Risarciti i mancati incassi ai commercianti

Il Parlamento boicotta la legittima difesa

Nel giorno in cui catturano la quarta belva romena di Lanciano e parte il processo all’oste reo di non essersi fatto uccidere, Pietro Grasso sgambetta l’iter della legge. Che ora chissà quando vedrà la luce

*

 

(direttore Claudio Cerasa)

Mentre il governo si prepara a far esplodere il debito pubblico, in Transatlantico compare Pomicino: “Questi fanno come noi”

“Mi accusano di aver fatto il debito pubblico, ma esattamente quello che fanno loro oggi”, dice con gli occhi iniettati d’ironia. “Questi del governo sono come noi negli anni Ottanta ”, aggiunge. E a questo punto il vecchio ministro andreottiano lascia seguire una pausa declamatoria. “Con una piccola differenza però…a quei tempi l’Italia cresceva del 2 per cento all’anno e noi dovevamo battere la super inflazione e il terrorismo”. Insomma Paolo Cirino Pomicino sta dicendo che Luigi Di Maio e Matteo Salvini, i proconsoli del governo del cambiamento, sono (…)

Non si scherza con il deficit di credibilità

Il cambiamento è il declassamento. La manovra, il ponte, Tria. La regola sfascista è che i contratti non valgono. Perché l’approccio scelto sulla legge di Stabilità potrà fare l’interesse di Salvini e Di Maio ma non quello degli italiani

*

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright