I titoli dei giornali di domenica 18 marzo 2018

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina domenica 18 marzo 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina domenica 18 marzo 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

*

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

E la crisi resta… nell’Area
In Ciociaria cresce il tasso di disoccupazione. E l’agognata svolta purtroppo ancora non si vede. Il presidente di Unindustria Turriziani chiede un cambio di passo: «Bisogna accelerare sui finanziamenti»

SINOSSI
L’indagine condotta da “ Il Sole 24 Ore” sulle province nelle quali ricadono le Aree di crisi industriale complessa evidenzia per la Ciociaria, nel confronto decennale 2007-2017, una percentuale in diminuzione per quanto riguarda il tasso di occupazione (da 50,9% a 48,7%). In crescita, invece, l’export (da 2,5 a 7,4 miliardi di euro). Il tasso di disoccupazione passa dall’ 8,7% al 18%. Giovanni Turriziani, presidente di Unindustria Frosinone, analizza i dati e chiede un cambio di passo.

La stele scatena nuove “guerre”
Cassino. Il percorso della memoria con l’inaugurazione alla grotta Foltin provoca reazioni a catena. Interviene anche Zingaretti. Dom Ogliari non andrà. Dall’abbazia: nessun invito. L’associazione parla di un errore materiale e respinge ogni accusa

 

False dichiarazioni per ospitare profughi
Aquino. La polizia inchioda una donna: aveva “firmato” la presenza di 7 immigrati nella sua abitazione. Ma non era vero. Servivano ad aiutare cittadini extracomunitari ad avere un domicilio per il rinnovo del permesso di soggiorno

 

Camion in fiamme nella notte
Anagni. Il rogo all’interno della “Viscio Logistica”

 

Scatta il blitz nella villa del piacere
Gallinaro. Denunciato l’uomo di Picinisco che ha preso in affitto il locale. Indagini per ricostruire il giro d’affari. I carabinieri irrompono nell’alcova del sesso dove trovano le ragazze romene in compagnia dei clienti

 

Frosinone “spuntato”. È 0-0 con la Salernitana
Serie B Poche occasioni in un match bloccato a centrocampo. Empoli allunga in vetta ma Palermo non va oltre il pari a Novara

 

*

 

provincia-2(direttore Dario Facci)

Benvenuti al Sud
La Lega fa il pieno di voti in Ciociaria e arrivano le telecamere di Mediaset per capire perché. La troupe della D’Urso ha intervistato cittadini ed elettori

SINOSSI
Il consenso tributato alla Lega in provincia di Frosinone diventa un caso. Una percentuale altisonante che diventa il simbolo dello sbarco nel Lazio, per niente scontato, del partito di Salvini. E allora Mediaset ha inviato una sua troupe ad analizzare la faccenda, a toccare con mano un fenomeno che trasforma la percezione secolare di un territorio da sempre considerato moderato per antonomasia.

Per colpa di Mario?
L’editoriale del direttore Dario Facci * Ormai le elezioni sono come gli esami, non finiscono mai. La coda di quelle regionali e parlamentari è lunga come quella di un ramarro, c’è sempre qualcuno che vuole ricontare i voti, ha le sue ragioni o le sue reazioni. Non solo, ci mancava l’anatra claudicante a starnazzare nell’aula della Pisana e a ritardare la partenza della nuova fase, purché sia, purché nuova. (…)

 

La stele della discordia
Zingaretti censura il monumento con cui Cassino vuol ricordare i paracadutisti tedeschi

 

Il battesimo chic di ’O
Pregi, vizi e fantasie della “bella” società di provincia

 

Sfida all’ultimo sangue
Ecco il campionato dei macellai. Iniziativa della Federcarni di Confcommercio Lazio Sud. Battaglia tra 12 nazioni. ‘Lame’ ciociare e pontine nella squadra italiana che difenderà il tricolore a Belfast

 

Frosinone, ancora una frenata. Non basta una buona ripresa
Dopo un primo tempo da dimenticare, i canarini accelerano ma non riescono mai ad essere precisi. All’inizio decisivo il pressing della Salernitana, alla distanza pesano le assenze. I canarini non riescono a ripartire dopo il ko di Palermo e ora sono a -3 dall’Empoli

 

*

 

Messaggero K2(direttore Luciano D’Arpino)

Campo Zauli, stangata per gli atleti
Tariffe triplicate per accedere agli impianti nel capoluogo, ma gli utenti insorgono: «Strutture vecchie e danneggiate». Il Comune: «Servono risorse per la manutenzione»

SINOSSI
Sono amareggiati e infuriati gli sportivi che frequentano quotidianamente il Campo Zauli (ex campo Coni) di Frosinone. Non hanno digerito la delibera di giunta comunale con cui è stato deciso di portare le tariffe per frequentare il campoda 40 euro annuali a 10 euro al mese. Gli utenti denunciano le cattive condizione delle strutture e lamentano l’assenza di servizi. La replica del Comune: «Importi ragionevoli, servono maggiori risorse per sostenere i costi di manutenzione»

Il parco, le strisce blu e i furti: i conti non tornano
L’editoriale del direttore Luciano D’Arpino * Zero. Zero. Zero. Zero. Non è la ristampa del libro di Saviano sulle rotte della droga, ma sono i numeri del segnatempo posto davanti al futuro parco del Matusa a Frosinone. Dovrebbero scandire i tempi dei lavori del cantiere e, invece, dallo scorso ottobre sono desolatamente fermi. A inizio febbraio sia il sindaco Nicola Ottaviani che l’assessore ai Lavori pubblici Fabio Tagliaferri avevano ribadito: (…)

 

Disagi alla Saf, affondo di Ottaviani
Conferimenti dei rifiuti a rilento, il sindaco del capoluogo: «Altro che Comuni morosi, si dica la verità su assunzioni e costi d’esercizio». Migliorelli: «I rallentamenti dovuti a debiti con la discarica Mad, stiamo risolvendo il problema». Esposto contro l’ampliamento

 

Stele di guerra, gaffe e polemiche
Oggi l’inaugurazione, smentita l’annunciata partecipazione di dom Ogliari. Le scuse degli organizzatori: «È stato un disguido». Zingaretti: «Iniziative come queste sono da condannare». Il sindaco D’Alessandro invita ad annullare la cerimonia

 

Il Frosinone s’ingabbia da solo, pari amaro
Il Frosinone abulico e timoroso nel primo tempo e più reattivo nella ripresa non riscatta la sconfitta di Palermo e viene bloccato sul pari casalingo dalla Salernitana. Nonmancano le recriminazioni in casa giallazzurra, anche per un rigore reclamato e non concesso. In vetta l’Empoli allunga.

 

*

Latina Oggi K2(direttore Alessandro Panigutti)

Crepe nell’impero dei Cinque Stelle
Caos politico. La luna di miele grillina finisce dove l’ascesa al potere era iniziata. Il feudo a sud di Roma comincia a scricchiolare. A Pomezia la maggioranza si dimette e manda a casa il sindaco «incorruttibile», a Nettuno gli assessori rimettono le deleghe

 

La marijuana in tabaccheria
Al via anche a Latina la commercializzazione della pianta con Thc a 0,2%. Le confezioni disponibili anche nei distributori automatici. Comprare resta un rischio

 

Ecoambiente, countdown sull’acquisto
Rifiuti. La tegola dell’inchiesta di Catania potrebbe scoraggiare Angelo Deodati dall’esercitare la prelazione. Entro la fine del mese si saprà se la società Paguro avrà ottenuto l’aggiudicazione definitiva del 51%

*

Il Tempo K2(direttore Gianmarco Chiocci)

I politici perdono tempo? E al governo ci va Cantone
Se i partiti continuano a litigare rischiano grosso. Pronto l’esecutivo del Presidente da affidare al capo dell’Anac

 

Povero Brunetta. In FI lo detestano e incolpa Il Tempo
Se questo è un capogruppo * di Gian Marco Chiocci * Non era nostra intenzione scendere al suo livello ma, viste le castronerie dettate alle agenzie di stampa, ci vediamo costretti a rispondere al nervosissimo Renato Brunetta. Il quale, nel suo solito e incontrollato delirio di onnipotenza, evoca «un medesimo disegno criminoso» da parte de Il Tempo e di Libero «in un attacco concentrico » del Gruppo Angelucci a Forza Italia e in particolare a lui medesimo, che comicamente si autodefinisce, «il più scomodo degli esponenti» azzurri. Dimenticavamo: come (…)

*

il-giornale (direttore Alessandro Sallusti)

Le bugie della Lega
Il detto e non detto. Il Carroccio apre a un governo coi 5 Stelle per la legge elettorale, ma sarebbe un esecutivo a tutti gli effetti

di VITTORIO MACIOCE * Quello che la Lega non dice. Giancarlo Giorgetti non improvvisa mai le sue mosse. Non parla a caso e spesso i suoi silenzi sono più importanti delle parole. È un tessitore che sa quando indossare la giacca giusta per rassicurare rivali, alleati e chi non si fida di Salvini. È l’uomo che di solito sta dietro il palco e ci mette la faccia quando l’orizzonte è indefinito o bisogna prendere tempo. In tutti gli altri casi ci pensa Matteo, il frontman, quello che si prende applausi o insulti. Allora quando Giorgetti appare (…)

L’ex Br da vergogna: «Vittime? Un mestiere»
Balzerani contro la figlia di Moro

 

*

(direttore Maurizio Belpietro)

Famiglie e imprese: pioggia di tasse
Multinazionali: 10 miliardi di sconti

Mentre i nostri governi aumentano le imposte anno dopo anno, spuntano decine di «trattative» coperte tra le maxi aziende e lo Stato per stabilire quanto pagare. Per loro, l’Italia è diventata un paradiso fiscale

 

Ratzinger furioso: ecco la lettera censurata
Benedetto demolisce i libri sulla teologia di Francesco: «Danno spazio a chi attacca il magistero»

 

*

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright