È la stampa, bellezza (i titoli di giovedì 5 X 2017)

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina giovedì 5 ottobre 2017 e anticipati da Alessioporcu.it

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina giovedì 5 ottobre 2017 e anticipati da Alessioporcu.it

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

Muore punto da un calabrone
Veroli. Roberto Quattrociocchi, 58 anni, ha perso la vita per shock anafilattico mentre stava lavorando nei campi
La tragedia nelle campagne di via Bozzano. Disposta l’autopsia sul corpo del panettiere che lascia moglie e quattro figli

SINOSSI
Va in shock anafilattico dopo essere stato punto da un calabrone: inutile ogni soccorso: anche il figlio ha tentato di praticargli un massaggio cardiaco, purtroppo invano. Disposta l’autopsia. È morto così, a 58 anni, Roberto Quattrociocchi. La tragedia si è verificata ieri pomeriggio, intorno alle 17, in contrada gli Angeli. L’uomo si è accasciato a terra subito dopo essere stato punto alla gola da uno o più calabroni mentre era impegnato in alcuni lavori su un terreno di sua proprietà. Ha tentato di chiedere aiuto e qualcuno ha recepito l’allarme: ma quando il 118 è arrivato sul posto, insieme ai carabinieri della stazione di Veroli, per l’ uomo non c’ era già più nulla da fare.

La banda delle auto resta a piedi
Roccasecca. Continui furti alla stazione: pendolari sulle barricate. I carabinieri bloccano quattro napoletani
I ladri avevano anche centraline hi-tech per rubare i modelli più richiesti, oltre a cacciavite e mini torce a led

SINOSSI
Continui furti a Cassino, Piedimonte e nel Cassinate. Erano l’incubo dei pendolari che di ritorno da una massacrante giornata fuori casa dovevano pure ingoiare il boccone amaro del furto subito. Una quindicina le vetture portate via alla stazione di Roccasecca in circa due mesi; molte di più se si considerano i colpi messi a segno con successo tra Cassino, Piedimonte e il Cassinate. Fino a ieri, quando una brillante operazione dei carabinieri ha permesso di bloccare la banda. I carabinieri guidati dal luogotenente Bottone, insieme ai colleghi di Aquino e del Normdi Pontecorvo, hanno fermato quattro napoletani prima ancora che potessero commettere il colpo. Auto su commissione, come accertato dall’ Arma: dall’ analisi degli ultimi furti è emerso con chiarezza la conoscenza tecnica dei ladri dotati di sistemi tecnologici per portare a casa il risultato.

Maxi colpo in gioielleria, a processo
Ceccano. I banditi portarono via gioielli e orologi preziosi che tentarono di piazzare ai Compro oro di Roma. Per l’assalto armato alla Campoli di Tecchiena a giudizio i due esecutori materiali e i due ricettatori

Collegi e listini blindati. La febbre dei candidati
Grandi manovre Tutti a “caccia” dell ’imprimatur dei big. Con il Rosatellum 2.0 possibili anche 8 eletti in Ciociaria

Whatsapp? Ci serve per multare
Ambiente I roghi divampano ancora: gli attivisti avvisano tramite la chat e l’assessore manda la posizione alla polizia provinciale. Tante le sanzioni effettuate grazie alla tempestività dei social. Gli ispettori invece utilizzano il gruppo per segnalare le discariche

Verso il Novara con diversi dubbi di formazione
Sarà molto difficile recuperare Daniel Ciofani e Nicola Citro. Longo sta cercando la migliore soluzione per sostituire la punta centrale

provincia-2

(direttore Dario Facci)

Ucciso da un calabrone
Roberto Quattrociocchi, 57 anni, è morto nel pomeriggio di ieri. L’uomo si trovava in campagna quando è stato punto da un grosso insetto

SINOSSI
na morte assurda ha troncato l’esistenza, ieri pomeriggio, di Roberto Quattrociocchi, fornaio 57enne di Veroli. Quattrociocchi sarebbe stato ucciso dalla puntura di un calabrone. Forse uno choc anafilattico all’origine del decesso anche se saranno indagini mediche più approfondite a stabilire con certezza le cause della morte. Quattrociocchi si trovava in campagna quando è accaduto l’irreparabile.

Furti d’auto, presa la banda
Quattro campani denunciati e allontanati dai Carabinieri. Sgominata la banda di ladri d’auto che colpiva nel parcheggio della stazione ferroviaria di Roccasecca, dove lasciano i sosta le autovetture i lavoratori pendolari.

L’Università lascia Sora. Tersigni attacca
Dopo 13 anni l’ateneo di Cassino e del Lazio Meridionale lascia la città. Per anni ha tenuto nel Baronio i cosrsi di Scienze della Comunicazione. Il consigliere bacchetta la maggioranza

Varata la Giunta. Progetto Anagni raddoppia
Esce Cicconi. Al suo posto entra in Esecutivo Felli

Traffico in tilt la Asl scrive al Prefetto
Dopo la prima partita di campionato giocata dal Frosinone nello stadio Benito Stirpe

Domenica sera canarini di scena a Novara. Frosinone spera nel recupero di Daniel Ciofani
Volley. Bianconeri sconfitti in tre set. Milano troppo forte. La Biosì Indexa Sora fuori dalla coppa

Messaggero K2

(direttore Luciano D’Arpino)

Inquinamento, via ai controlli
Emergenza smog, il sindaco del capoluogo annuncia verifiche a tappeto sui riscaldamenti. Incentivi dalla Regione per la riconversione degli impianti, ma si rischia la stangata della Ue

SINTESI
Emergenza polveri sottili dietro l’angolo dopo la tregua primaverile ed estiva. Mentre per il traffico veicolare non sono previste misure diverse da quelle adottate negli passati, il sindaco del capoluogo assicura una intensificazione dei controlli sugli impianti di riscaldamento. L’assessore regionale Buschini annuncia l’arrivo di incentivi per la riconversione degli impianti più vecchi. Intanto però vanno avanti sia la procedura d’infrazione UE sugli sforamenti di Pm10 che l’inchiesta della Procura

 

Arrivano i sensori sismici su una scuola e sul campanile
Frosinone. L’iniziativa fa parte di un progetto sperimentale che prevede l’installazione di apparecchiature sofisticate per la sicurezza

 

Multipiano, nessuna condanna
Frosinone. Un’odissea durata 8 anni. Iniziata con una indagine della Guardia di Finanza e finita davanti ai giudici della Corte dei Conti. Ma ora è stata scritta la parola «fine». E nessuno è stato condannato. Riconosciuta la legittimità delle scelte dell’amministrazione comunale guidata da Michele Marini

 

Nobel per la fisica, nella scoperta c’è un po’ di Ciociaria
Al lavoro che ha portato a svelare le onde gravitazionali ha partecipato anche una scienziata originaria di Cassino

 

Varata la nuova Giunta, quattro conferme e un cambio
Dopo oltre due settimane di crisi, il sindaco di Anagni Fausto Bassetta ha annunciato la nuova giunta comunale, arrivata al termine di una lunga fibrillazione aperta dalla richiesta del gruppo Progetto Anagni di azzerare la vecchia squadra di governo. L’unica novità sta nell’uscita di Roberto Cicconi, esponente di Anagni Democratica; al suo posto è stato nominato Giuseppe Felli, ex presidente del Consiglio comunale, componente del gruppo Progetto Anagni

 

Frosinone, pesa l’assenza di Ciofani
L’assenza di Daniel Ciofani contro la Cremonese si è fatta sentire più di quanto si potesse immaginare e ha finito per rendere menoconcreta la prova di Ciano, Dionisi. Sarà difficile vederlo incampo anche contro il Novara.

 

 

Latina Oggi K2

(direttore Alessandro Panigutti)

Braccato il fratello di Ahmed
Aprilia. Domani vertice in Prefettura del Comitato per l’ordine pubblico provinciale. In Francia gli arrestati salgono a cinque. Espulso da diversi Paesi dell’Europa per il suo fondamentalismo potrebbe essere la mente dietro all’attentato a Marsiglia

SINOSSI
Sale a cinque il numero delle persone finite in manette perché in qualche modo legate ad Ahmed Hanachi, il tunisino che domenica ha accoltellato e ucciso due ragazze a Marsiglia. Considerato un mero criminale comune di basso profilo, il 30enne potrebbe far parte di una cellula terroristica che farebbe capo al fratello, oggi ricercato in tutta Europa. Anouar al contrario Ahmed, è un soggetto noto all’ anti terrorismo internazionale. Espulso da diversi Paesi europei per il suo fondamentalismo oggi è irreperibile. Nel frattempo si apprende che il «boia» era stato rilasciato poche ore prima per mancanza di posti nel centro di accoglienza e l’ assenza di un funzionario che doveva registrarlo

Miasmi, sequestrata la Sep
Pontinia Il giudice: «Il proseguimento dell’attività costituisce fonte di pericolo». Disagi dietro l’angolo per i Comuni, parte la caccia ad altri impianti per conferire l’umido

Donna ricoverata, sparisce il Rolex
Oltre all’orologio non si trovano più il girocollo con ciondolo di pietre preziose che indossava. Indaga la polizia. La settantenne era arrivata ieri notte al pronto soccorso del “Goretti”, medicata nella sala dei codici rossi

Il Tempo K2

(direttore Gianmarco Chiocci)

Milano ladrona
Referendum&sprechi Lombardia e Veneto buttano 64 milioni per il voto del 22 ottobre. Soltanto i tablet per la consultazione (inutile) sono costati al Pirellone 916 euro ciascuno

Preso!
Bloccato l’ex terrorista Battisti. Stava fuggendo in Bolivia

Chiude il mitico «Piper» icona di una generazione
Dopo mezzo secolo di attività

il-giornale

(direttore Alessandro Sallusti)

C’è un piano della sinistra per fare votare gli immigrati
L’appello choc di 176 parlamentari: basta la residenza. Nuovi sbarchi: la Tunisia ci riempie di carcerati

«Indipendenza». E in Catalogna arriva l’esercito

Aria di guerra civile

«Stravaganze, non apologia». Assolto il bagnino «fascista»

Il caso dell’estate a Chioggia

(direttore Maurizio Belpietro)

Tassate le coop che lucrano sui migranti
L’idea arriva dalla Liguria. I sindaci emettono ordinanze per equiparare agli albergatori chi fa affari con l’accoglienza. Risultato: costretti a sborsare imposte e contributo di solidarietà, alcuni «benefattori» hanno già gettato la spugna. È una strada da seguire

Legge elettorale la bomba sotto il governo

C’è il braccio di ferro con il Pd sulla legge lettorale, che rischia di far fuori i dalemiani – bersaniani, alla base dello strappo sulla manovra che si è consumato ieri. Il governo l’ha sfangata grazie al soccorso «azzurro» degli uomini di Denis Verdini, ma è chiaro che questa situazione non può reggere a tempo indefinito.

Gli sbancati da Renzi trattati da delinquenti
I pullman dei risparmiatori traditi dal governo fermati e perquisiti alle porte di Roma. Maxicontrolli e scorta
della Digos, come per gli ultras. Poi l’incontro con i membri della commissione Casini. Chiesto un fondo ad hoc

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright