Grossi: «Eletta con Marino ma senza vincoli con lui»

di Sabrina Grossi
Consigliere Comunale di Cassino

Buongiorno Direttore,
è bello iniziare la giornata con quell’ironia di cui solo lei, con i suoi post, può rifornirci. (leggi qui)

Un’ironia che però, e lei lo sa benissimo, spesso risulta essere un pochino fastidiosa.

Premetto che, in una società divorata dal caos, una chiacchierata con uno psichiatra potrebbe fare solo che bene, a tutti!

Ma, ironia a parte, voglio fare chiarezza su una cosa e puntualizzarne alcuni aspetti.

La sottoscritta è in grado di ragionare e compiere azioni in maniera del tutto consapevole ed autonoma. Che io sia stata eletta nella lista Unione presentata da Marino Fardelli, e che lui sia il mio punto di riferimento, politicamente parlando, non debba essere un vincolo che limiti le mie scelte. Prendendomene anche le dovute conseguenze.

Nulla sarebbe successo se, per la selezione del Direttore Generale del Cosilam, non fossero esistiti elementi di dubbiosa natura.

Invece, cosi come fatto presente nel ricorso, i punti anomali sembrano esistere. Ed è stato doveroso farlo presente, visto che stiamo parlando di uno degli Enti più importanti presenti sul nostro territorio.

Sarà poi compito dell’ANAC pronunciarsi in merito.

Infine, ci tengo a precisare che conosco Annalisa D’Aguanno da diversi anni, ho sempre avuto e continuo ad avere stima in lei e tanto rispetto. Quindi la mia presa di posizione non è assolutamente contro di lei.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright