FLASH – Cosilam, Autorità Anti Corruzione rimette in discussione tutto

Colpo di scena sulle candidature al Cosilam.

Mentre i due fronti cantano vittoria dicendo entrambi di avere superato il 50% dei voti necessari per eleggere il nuovo Consiglio d’Amministrazione, si addensano sul Consorzio le nubi dell’Anac: l’Autorità Nazionale Anti Corruzione.

L’Autorità ha un paragrafo dedicato al d.lgs. 39/2013 cioè quello che stabilisce le incompatibilità.

Il fronte Petrarcone / Scalia ha sostenuto la candidabilità del validissimo assessore al Bilancio, Salera, sostenendo che il Cosilam non è soggetto ai casi di incompatibilità, trattandosi di una società privata, seppure ad intero capitale pubblico (leggi qui l’antefatto).

A qualcuno è venuto in mente che i consorzi industriali spesso giocano sulla loro doppia natura: se devono assumere dicono che sono Spa e non fanno concorsi, non vogliono essere giudicati dalla Corte dei Conti; se devono chiedere però si ricordano di essere enti pubblici.

Così, c’è stato chi ha posto il quesito agli uffici dell’Autorithy. Ecco la risposta, fresca di pubblicazione:

7.12 Il d.lgs. n. 39 del 2013 trova applicazione ai consorzi?

Il d.lgs. n. 39 del 2013, in armonia anche con quanto previsto dal Piano nazionale anticorruzione, si applica anche ai consorzi (consorzi per l’area sviluppo industriale) in quanto enti pubblici economici.
Parole chiave per la ricerca: Anticorruzione – d.lgs. n. 39/2013 – consorzi.

Per maggiori info clicca qui

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright